Bitcoin Diehard Tim Draper cerca di investire nel progetto Crypto di Facebook

Blockchain di Facebook

Mentre l’orso Bitcoin ha compiuto il suo corso nel 2018 e all’inizio del 2019, Facebook ha iniziato a rafforzare silenziosamente i suoi sforzi nello spazio blockchain e crittografico. Ormai, l’azienda ha accumulato oltre 50 presunti dipendenti a tempo pieno, tra cui David Marcus di PayPal Mafia, dirigenti chiave di Instagram e migliori talenti blockchain di tutto il mondo, alcuni dei quali sarebbero stati catturati da startup del settore.

Tuttavia, l’incursione tranquilla ma seria del gigante dei social media in questo nuovo settore è apparentemente in fase di stallo, poiché le voci indicano che l’impresa ha bisogno di finanziamenti, in gran parte. Ma è qui che entra in gioco il toro di Bitcoin Tim Draper.

Blockchain di Facebook

Facebook Blockchain cerca fondi per criptovalute

In una recente email a Bloomberg Notizie, Tim Draper, un venture capitalist con sede nella Silicon Valley con un forte pregiudizio nei confronti di Bitcoin e tecnologie simili, ha rivelato che sta cercando di riunirsi con il team blockchain di Facebook.

Draper, che è diventato famoso in criptovaluta dopo aver acquistato $ 18 milioni di Bitcoin a un’asta Marshalls degli Stati Uniti, ha spiegato che “vedrà se è adatto” per il suo portafoglio. L’importante esperto di criptovaluta esitava ad ammettere la somma che avrebbe investito, se non del tutto, ma considerando l’elevata scorta di risorse digitali, probabilmente non è piccola.

Per coloro che hanno perso completamente il memo, si dice che il team blockchain di Facebook, principalmente con sede a Palo Alto, stia cercando di lanciare uno stablecoin, una criptovaluta legata al valore di una risorsa al di fuori di questo ecosistema, per gli utenti di WhatsApp. Fonti che parlano a Bloomberg hanno spiegato che l’asset digitale, incentrato sull’uso in India come modalità di pagamento, sarebbe ancorato al dollaro USA e potenzialmente ad altri asset “stabili”. E, cosa interessante, questo è più di un semplice concetto.

Secondo i precedenti rapporti di Blockonomi, il New York Times ha recentemente rivelato che la moneta di Facebook potrebbe essere rilasciata non appena la “prima metà dell’anno”. Hanno citato gli addetti ai lavori che hanno affermato che Facebook ha avviato discussioni con scambi di criptovalute, rimasti senza nome, nel tentativo di trovare partner di quotazione. Sebbene non sia chiaro se queste piattaforme abbiano morso o meno, ciò ha poi confermato che il primo progetto di criptovaluta rivolto ai consumatori dell’azienda era sul punto di essere lanciato. Ma questo potrebbe non essere il caso.

Come accennato in precedenza, la divisione blockchain poco conosciuta di Facebook sta cercando finanziamenti per questo progetto. Nathaniel Popper, reporter di criptovaluta e blockchain residente al Times, ha recentemente parlato su Twitter per dire che la società sta attivamente cercando società di venture capital per grandi somme – “fino a $ 1 miliardo”.

Aggiornamento sulla criptovaluta di Facebook: le fonti mi dicono che Facebook sta ora cercando di convincere le società di VC a investire nel progetto di criptovaluta di Facebook di cui abbiamo parlato all’inizio di quest’anno. Ho sentito che stanno prendendo di mira grandi somme – fino a $ 1 miliardo.

– Nathaniel Popper (@nathanielpopper) 8 aprile 2019

Non è chiaro perché Facebook, una delle aziende più preziose del pianeta Terra, non stia pagando il conto per questo progetto. Alcuni ipotizzano, tuttavia, che questo indichi che chi è chi nell’azienda tecnologica, forse anche lo stesso Zuckerberg, non è troppo convinto dell’idea. Ma forse dovrebbero esserlo.

“FacebookCoin” (FBCoin) potrebbe essere un vantaggio netto

L’analista di Barclays, Ross Sandler, ha spiegato che Facebook potrebbe guadagnare $ 19 miliardi di entrate entro il 2021, proprio come risultato del lancio di FBCoin. Anche se il peggio arriva al peggio, potrebbero “solo” 3 miliardi di dollari di entrate nette dall’asset digitale. Sandler aggiunge anche che questa risorsa digitale potrebbe essere una grazia salvifica per l’azienda, soprattutto se il movimento #deletefacebook e le rivoluzioni digitali di un calibro simile continuano a raccogliere trazione.

In altre parole, FBCoin potrebbe essere parte integrante della necessità di Facebook di diversificare i flussi di entrate e i modelli di business, poiché la debacle di Cambridge Analytica continua a perseguitare la piattaforma.

Se Facebook ha la possibilità di sperimentare un drammatico rialzo finanziario e di accontentare gli azionisti, perché non finanzia questo progetto?

Ancora una volta, nessuno è fin troppo sicuro. Ma tutto questo verrà alla luce nei prossimi mesi e anni, poiché una delle più grandi società al mondo abbraccia finalmente le criptovalute lanciando le proprie.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map