La volatilità dei bitcoin precipita del 50%: sta arrivando una mossa esplosiva

Prezzo Bitcoin

Il 12 marzo, la volatilità di Bitcoin è salita alle stelle. Nell’arco di 24 ore, il prezzo della principale criptovaluta è caduto da una scogliera, per non dire altro, accumulando da $ 7.700 dove era iniziato il 12 ° a un minimo di $ 3.700, spazzando via miliardi di dollari di cripto-ricchezza.

Questo è stato uno dei giorni peggiori in assoluto per il mercato delle criptovalute, accentuato dal valore di $ 1 miliardo di posizioni di trading con leva liquidate su piattaforme come BitMEX, che hanno portato molti trader a capitolare, lasciando Bitcoin per pascoli più verdi.

Tuttavia, i dati mostrano che dopo il picco di volatilità di metà marzo, il mercato si è notevolmente calmato. A quanto pare, ciò significa che un’altra mossa esplosiva è probabile all’orizzonte.

La volatilità dei bitcoin precipita

Secondo i dati condivisa dal sito di crypto analytics Skew.com, la volatilità implicita del prezzo di Bitcoin – derivata dal trading di derivati ​​su opzioni BTC – è crollata di circa il 50% negli ultimi 30 giorni dal 142% al 76%. Il sito ha descritto la tendenza come “traffico a senso unico nonostante il dimezzamento si avvicina”.

La volatilità implicita nell’ultimo mese è stata il traffico a senso unico nonostante il dimezzamento si avvicinasse pic.twitter.com/wLaC5NolIZ

– skew (@skewdotcom) 18 aprile 2020

Sebbene la volatilità implicita del 76% sia ancora piuttosto elevata per un asset multimiliardario, la volatilità implicita della S&P 500 è attualmente intorno al 30% (anche se normalmente tende a ~ 10%) – il fatto che la volatilità sia diminuita finora così velocemente ha suggerito che una mossa forte sta arrivando.

Le bande di Bollinger, che è un indicatore tecnico che mostra principalmente quanto sia volatile un asset, ha iniziato a stringersi ai livelli visti prima delle mosse esplosive.

Il grafico seguente illustra questo punto, che mostra che l’ampiezza delle bande di Bollinger sul grafico di un giorno di Bitcoin si sta avvicinando a un punto che storicamente ha preceduto forti aumenti di volatilità.

Inoltre, è opinione comune che quando la volatilità è bassa nei mercati per lunghi periodi di tempo, seguono forti mosse. Bitcoin, che ha stampato senza errori cinque settimane di azione rialzista sui prezzi, si sta quindi preparando per vedere una mossa enorme.

Ma in che modo?

Gli analisti sono ribassisti sul futuro a breve termine di Bitcoin

È interessante notare che il consenso è che un’altra mossa al ribasso avverrà per il mercato Bitcoin.

Un gestore di hedge fund di nome Mark Dow – lo stesso investitore che ha ridotto il massimo di $ 20.000 nel dicembre del 2017 e 12 mesi dopo ha coperto il minimo di $ 3.000 – ha recentemente condiviso che pensa che la criptovaluta sia sul “bordo di un precipizio”, aggiungendo:

“Ho detto … che Bitcoin sul grafico sta affrontando una massiccia resistenza generale. Sulla base di questo grafico, questo rn è un’opportunità da manuale per brevi “, ha detto indicando l’immagine sotto.

Bitcoin BTC

Questa affermazione ribassista è stata sostenuta dall’analisi tecnica.

Avi Felman, trader e analista del fondo di criptovalute BlockTower, ha osservato due segnali che indicano una probabile inversione ribassista dopo il rally da $ 3.700 a $ 7.400:

  • Il Tom Demark Sequential ha appena stampato una candela “9” sul grafico a tre giorni per BTC. Le precedenti candele “9” su questo grafico hanno segnato il minimo di metà marzo e il minimo di dicembre 2019, ma hanno superato il massimo di $ 10.500 visto all’inizio di quest’anno.
  • Bitcoin non è riuscito a rompere la sua media mobile semplice di tre giorni 50 e 200.

Per non parlare, molti hanno iniziato a suggerire che il rimbalzo del 30% che il mercato azionario ha visto dal momento che il fondo è l’autocompiacimento dei libri di testo.

Robin Wigglesworth del Financial Times ha condiviso la seguente analisi del gruppo bancario francese BNP Paribas, che suggerisce che nonostante il VIX (la volatilità implicita della S&P 500) cadendo drasticamente dai massimi, ciò significa improbabile che il fondo per le azioni sia in.

Ha detto che “le azioni tendono a toccare il fondo con un ritardo rispetto al grande picco della Vix, come esemplificato nel 2008”, il che mostra che c’è stata una tendenza al ribasso dopo il panico iniziale nei mercati.

Le azioni tendono a toccare il fondo con un ritardo rispetto al grande picco della Vix, come esemplificato nel 2008. pic.twitter.com/hHKLBBbdB3

– Robin Wigglesworth (@RobinWigg) 18 aprile 2020

Bitcoin, perché ha una correlazione positiva corrente con la S&P 500 come rilevato dalla filiale di Kansas City della Federal Reserve, rischia di essere danneggiato da un’altra gamba più bassa nel mercato azionario.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map