Buff: piattaforma fedeltà che premia i giocatori per aver giocato ai loro giochi preferiti

Buff Loyalty Platform per i giocatori

In forma è una criptovaluta play-to-gain che si rivolge al mercato dei giochi. Lo slogan del progetto è “Gioca per divertimento, guadagna davvero”. Gli sviluppatori lo paragonano all’accumulo di miglia frequent flyer semplicemente giocando a giochi online compatibili con la piattaforma Buff. C’è anche un elemento di lealtà. Una volta accumulate, le monete BUFF possono essere spese in oggetti di gioco offerti su una varietà di piattaforme.

Buff Loyalty Platform per i giocatori

“La piattaforma decentralizzata di fidelizzazione del gioco di Buff è un rivoluzionario ecosistema di criptoeconomia basato solo sui meriti dei giocatori, in cui i giocatori guadagnano monete BUFF in diretta correlazione con i loro progressi, i risultati e il tempo trascorso a giocare, indipendentemente dalle loro capacità hardware”, ha spiegato il team di sviluppo in il white paper del progetto. “Attraverso la sua vasta rete di società con diverse piattaforme di gioco, Buff spera di consentire ai possessori di monete BUFF di acquistare beni virtuali attraverso più marchi di gioco; commercia con altri possessori e giocatori sul portafoglio di Buff, che si basa sulla tecnologia blockchain per la massima sicurezza e trasparenza “.

Come funziona?

Le valute di gioco non sono una novità, ha affermato il team di sviluppo. In effetti, molti giochi online presentano una qualche forma di valuta nel mondo che si guadagna giocando – o talvolta depositando denaro fiat – e poi scambiata con contenuti di gioco speciali. Ogni gioco o piattaforma tende ad avere la propria valuta di gioco nativa, quindi i giocatori devono trascorrere del tempo giocando a un gioco specifico per acquisire la valuta necessaria per acquistare cose all’interno di quel gioco specifico.

“Da” Clash Royale “a” FIFA “; dai giochi casuali alle missioni di fascia alta, ognuno ha la propria economia a silos di punti per risultati, premi e acquisti in-game “, secondo il white paper di Buff. “Il problema, tuttavia, a nostro avviso, rimane che i giocatori non possono generare, incassare o accumulare i propri sforzi in qualcosa di tangibile, come una valuta standardizzata, utilizzabile su diversi giochi, piattaforme e scambi. Consideriamo i giochi come un arcipelago di marchi diversi: ognuno centralizzato, governato da regole unilaterali, senza alcun modo per collegarli in modo completamente decentralizzato e con tanti portafogli e ‘valute di gioco’ quanti sono i giochi nell’industria.”

Giochi

Pertanto, Buff agisce come una valuta di gioco multipiattaforma, consentendo di utilizzare le monete BUFF guadagnate in un gioco in un altro. In effetti, BUFF può essere utilizzato su piattaforme diverse oltre ai giochi, a condizione che le piattaforme di gioco siano partner BUFF. Presumibilmente, Buff potrebbe anche essere scambiato con valuta fiat se BUFF fosse quotato in borsa, realizzando quel sogno ironico di ogni giocatore hardcore: puoi essere pagato con soldi veri solo per giocare ai videogiochi.

Il team Buff sostiene che guadagnare monete avviene in background e non coinvolge hardware o software specializzato, ad eccezione del portafoglio Buff gratuito.

Economia

Per prevenire le frodi e garantire un’allocazione equa, Buff prevede di utilizzare un modello unico di “prova del gioco”, basato sulla prova della posta in gioco. Al centro di questo c’è un sistema a più livelli che premia i giocatori in base a statistiche di gioco uniche. In altre parole, più sei bravo in una partita, più BUFF guadagnerai. Non puoi guadagnare BUFF semplicemente accendendo un gioco, mettendolo in pausa e allontanandoti.

“L’obiettivo è avere un meccanismo di distribuzione delle monete che normalizzi i seguenti parametri: dati dell’account, dati del gioco, dati delle partite, dati tra i giochi e tra le partite e i dati del livello corrispondente”, ha scritto il team.

Chi è la squadra dietro Buff?

Il CEO di Buff è Elay De Beer. In precedenza è stato CEO della società di marketing di intelligenza artificiale AllAspect e ha fondato lo studio di giochi Berimbi. Il chief technology officer dell’azienda è Eyal Shamir, l’ex chief operating officer per le tecnologie presso iForex di cambio valuta.

Squadra

Che aspetto ha il mercato?

Buff prevede di lanciare la sua moneta a settembre, dopo una vendita privata a giugno e una vendita pubblica ad agosto. BUFF ha una fornitura totale di 300 milioni e il suo prezzo durante la vendita pubblica sarà ancorato a un prezzo specifico di Ethereum che deve ancora essere determinato.

Chi sono i partner di Buff?

La partnership è vitale per Buff, poiché si è strutturata come un programma di premi di gioco. Il partner principale dell’azienda è Overwolf, che fornisce app e skin in overlay per una varietà di giochi popolari, tra cui “HearthArena”, “League of Legends” e “Fortnite”. Overwolf sostiene una comunità di gioco di oltre 15 milioni, afferma la società.

Qual è il futuro della tabella di marcia Buff?

Il team di Buff prevede di lanciare formalmente il suo token a settembre in versione beta. La vera roadmap inizia nel 2019, quando la società prevede di aggiungere funzionalità mobili e uno sforzo di marketing concertato per coinvolgere più marchi di gioco. Entro il 2020, la società spera di servire le principali console e di lanciare strumenti di sviluppo per gli sviluppatori di giochi per incorporare direttamente le dinamiche di Buff nei loro giochi.

Roadmap

“Con tutte le principali piattaforme e marchi in atto, il piano è di raddoppiare il marketing e alimentare la crescita della comunità BUFF”, ha scritto il team.

Conclusione

Buff ha notato nel suo white paper che ha diversi concorrenti nello spazio dei giochi di criptovaluta, sebbene nessuno di loro sia ambizioso come il progetto Buff. La caratteristica distintiva dei concorrenti sembra essere la spesa multipiattaforma. Buff, tuttavia, incorpora un cosiddetto sistema “proof-of-play” che consente ai giocatori di guadagnare effettivamente la valuta mentre giocano, invece di scambiare valute di gioco esistenti per essa o acquistarla con fiat. Questo rappresenta un importante passo avanti nel modello di fedeltà al gioco. In precedenza, la fedeltà al gioco dipendeva dalla spesa in valuta fiat per supportare progetti o ottenere contenuti scaricabili. Votando con i loro control pad, per così dire, i giocatori possono supportare simultaneamente progetti di gioco che attirano la loro attenzione e guadagnano valuta di gioco che può essere spesa per altri giochi. Questo è anche un aspetto importante di Buff.

La valuta multipiattaforma è l’obiettivo di molte delle principali criptovalute, ma finora nessuna ha dimostrato un metodo in base al quale la valuta guadagnata in un gioco può essere spesa in un’altra. Spesso c’è almeno un piccolo varco fiat che deve essere attraversato. Buff introduce l’idea di giocare a un gioco preferito per ottenere oggetti o vantaggi speciali di gioco tramite la valuta BUFF in un altro gioco senza ricorrere alla valuta fiat. È probabile che questo sia popolare tra i giocatori occasionali a causa dei contraccolpi molto pubblici che lo spazio ha recentemente visto contro i cosiddetti contenuti scaricabili “pay to play”.

Puoi visitare il sito web del progetto Qui e leggi il white paper Qui.

link utili

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map