Qan

Con i protocolli blockchain legacy come Bitcoin ancora lottando per alleviare i suoi difetti che circondano la velocità, la scalabilità e la convalida delle transazioni a basso consumo energetico, esiste potenzialmente una lacuna nel mercato. La start-up con sede in Estonia QAN afferma di aver risolto i problemi di cui sopra tramite il suo QANplatform struttura.

In poche parole, il suo innovativo meccanismo di consenso Proof of Randomness (PoR) è in grado di raggiungere elevati throughput di transazione in modo efficiente dal punto di vista energetico, supportando allo stesso tempo più linguaggi di sviluppo. Inoltre, la piattaforma QAN è stata costruita per contrastare le minacce delle capacità di elaborazione avanzate del futuro, in particolare gli attacchi informatici quantistici.

Qan

Se sei interessato a saperne di più sulla QAN e su come la piattaforma mira a differenziarsi dai protocolli blockchain esistenti, assicurati di leggere la nostra recensione completa.

Cos’è QAN?

Lanciato nel 2018 e supportato dal Centrum Circle Group, QAN è un framework blockchain che mira a risolvere i problemi sempre presenti trovati all’interno di progetti esistenti come Bitcoin, Ethereum e Litecoin. Questo è incentrato su questioni riguardanti transazioni lente, capacità di scalabilità estremamente basse, una forte dipendenza da un elevato utilizzo di energia per confermare le transazioni e nessuna salvaguardia in atto per contrastare le potenziali minacce del Quantum computing.

Detto questo, il team dietro la piattaforma QAN ha costruito un rivoluzionario meccanismo di consenso per portare la tecnologia blockchain al livello successivo. Noto come Proof of Randomness (PoR): il meccanismo migliora le capacità dei sistemi legacy blockchain e quindi risolve molti dei problemi sopra menzionati.

Senza entrare troppo nel tecnico, il meccanismo PoR basa i suoi principi su Algoritmo di Algorand, anche se, con la capacità di portare la scalabilità al livello successivo. Poiché il meccanismo non si basa sulle parti interessate che necessitano di orologi sincronizzati, il protocollo è in grado di funzionare in modo efficiente dal punto di vista energetico, senza compromettere la velocità o la sicurezza. Per rimanere sempre efficiente, QAN è in grado di facilitare il processo di votazione e la propagazione dei blocchi contemporaneamente.

Caratteristiche QAN

Abbiamo interrotto i vantaggi che ciò offre in modo più dettagliato di seguito.

Scalabilità

Non è un segreto che Bitcoin esista ancora trattenuto dalla sua capacità di gestire grandi volumi di transazioni. In effetti, il sistema fa ancora una media di sole 7 transazioni al secondo (T / ps). Al contrario, la piattaforma QAN ha finora raggiunto un throughput di 1.600 T / ps firmato. Sebbene queste cifre si basino principalmente su test interni, questo presenta almeno risultati promettenti.

Energia efficiente

Come abbiamo notato in precedenza, le blockchain legacy come Bitcoin devono consumare quantità significative di energia per mantenere l’ecosistema sottostante sicuro e protetto. Ciò è effettivamente guidato dalla natura competitiva del sistema di ricompensa dei blocchi Proof of Work che Bitcoin utilizza.

Ciò è in netto contrasto con il sistema di registro autorizzato su cui si basa la piattaforma QAN, non ultimo perché ha un forte impegno per una distribuzione più equa della ricchezza. Ciò è ulteriormente amplificato dal meccanismo di consenso PoR, poiché il processo di convalida garantisce casualità oltre ogni dubbio.

Supporto multilingue

Uno dei maggiori punti deboli per gli sviluppatori esperti è che spesso sono tenuti a imparare nuovi linguaggi di programmazione per interagire con il protocollo blockchain. Ciò è particolarmente vero con Ethereum, nella misura in cui richiede agli sviluppatori di apprendere il suo linguaggio nativo Solidity per creare contratti intelligenti.

Detto questo, il team di QAN si impegna a rendere la propria piattaforma blockchain più inclusiva, consentendo agli sviluppatori di interagire con il protocollo tramite linguaggi ampiamente utilizzati che già conoscono e comprendono.

Commissioni di transazione fisse

Che si tratti di un trasferimento di token convenzionale o di una distribuzione di contratti intelligenti, le commissioni di transazione sulla piattaforma QAN sono fisse. Ciò garantisce che le parti interessate della QAN, che sono principalmente imprese, siano abituate a un modello di prezzo affidabile e coerente.

Al contrario, le infrastrutture blockchain esistenti spesso utilizzano un modello di commissione di transazione variabile, nella misura in cui i costi sottostanti aumentano quando la rete sperimenta una maggiore domanda.

Quantum Resistant

Una delle caratteristiche più promettenti della piattaforma QAN è che è stata costruita dal gruppo, consentendo successivamente alla rete di contrastare le minacce degli attacchi quantistici.

Per chi non lo sapesse, vari commentatori nel settore blockchain sostengono che una volta realizzate le capacità del Quantum Computing, potrebbero avere il potenziale per ignorare i meccanismi di consenso come Proof of Work. Tuttavia, assicurando che la rete sia Quantum Resistant, il team di QAN ha costruito un sistema blockchain per il futuro.

QAN lo fa utilizzando la crittografia basata su Lattice. In breve, resiste agli attacchi quantistici grazie al modo in cui sono costruite le firme digitali. La crittografia a reticolo è stata ampiamente riconosciuta e si basa su il lavoro di 13 matematici negli ultimi 20 anni.

Mantenere sicura la piattaforma QAN

In termini di mantenimento dell’ecosistema QAN sicuro e protetto, la piattaforma decentralizzata utilizza due parti interessate chiave. In particolare, questo include gli operatori di nodo stessi, nonché i validatori di blocchi selezionati casualmente. Poiché entrambi gli stakeholder sono finanziariamente motivati, sono quindi motivati ​​a mantenere la rete libera dalle minacce di negligenza.

Inoltre, ogni singolo stakeholder che desidera partecipare come validatore di blocchi deve pagare una quota di licenza. Tutti i costi di licenza vengono quindi trasferiti a un pool di depositi decentralizzato che è stato installato per eliminare le minacce di frode. In quanto tale, non ci sarebbe motivo per i validatori di blocchi di impegnarsi in pratiche scorrette, anche perché perderebbero il canone.

Quando si tratta di generazione di entrate, la piattaforma QAN raggiunge questo obiettivo da tre strade principali. Ciò include le commissioni di transazione pagate da coloro che utilizzano un contratto intelligente; i costi di sviluppo del codice pagati da specifici sviluppatori di smart contract; e costi di sviluppo pagati dagli sviluppatori di contratti intelligenti generici.

Queste commissioni contribuiscono quindi agli stakeholder che hanno il compito di mantenere la blockchain sicura, consentendo successivamente alla piattaforma QAN di operare in modo autosufficiente.

Token QARK

La piattaforma QAN ha anche creato la propria criptovaluta nativa. Conosciuto come token QARK, il token verrà inizialmente lanciato come token ERC-20 ai fini della sua campagna di raccolta fondi. Ciò sarà facilitato come offerta di scambio iniziale tramite BitBay Exchange nel quarto trimestre del 2019.

In totale, ci saranno 333.333.000 token QARK in circolazione, con due terzi di questo importo in vendita su BitBay, sia attraverso una vendita pubblica che privata.

Una volta che il token QARK effettua la transizione da un token ERC-20 a quello di un token QANplatform proprietario, verrà utilizzato per alimentare l’intero ecosistema QAN. Ciò include il sistema di ricompensa della convalida dei blocchi, in base al quale le parti interessate saranno pagate in token QARK. Inoltre, il token QARK è anche la valuta preferita quando si tratta di pagare le tasse di licenza, che è un requisito per diventare un validatore di blocchi.

Timeline Moving Foward?

Il progetto QAN è ancora agli inizi, il che significa che ha ancora molta strada da fare per raggiungere i suoi obiettivi a lungo termine. Tuttavia, il team si impegnerà presto nel loro BitBay IEO e il lancio iniziale della demo della piattaforma QAN è imminente.

In termini di lancio completo di MainNet, questo è stato pianificato per il secondo trimestre del 2020. Durante lo stesso trimestre, il team di QAN ha anche in programma di raggiungere l’obiettivo di compensare 97.000 T / ps tramite la sua catena privata.

Teoricamente, con i suoi risultati dei test di laboratorio della catena QAN attualmente di 1.600 T / ps, questo porta l’obiettivo a lungo termine di raggiungere poco più di 155.000 T / ps. Se questo obiettivo può essere realizzato, allora ciò sarebbe sufficiente per facilitare le esigenze di praticamente qualsiasi settore industriale. Tuttavia, questo deve ancora essere visto.

Conclusione

In sintesi, sebbene il QANplatform è ancora agli inizi, c’è molto da apprezzare sulle ambizioni della squadra. Se la piattaforma è in grado di realizzare il suo obiettivo di facilitare le richieste di scalabilità estrema in modo efficiente e sicuro dal punto di vista energetico, è probabile che il progetto vada molto bene.

Inoltre, attraverso il suo meccanismo di consenso Proof of Randomness, le parti interessate sono incentivate finanziariamente a mantenere l’infrastruttura blockchain libera dalle minacce di negligenza. Quando si tiene conto della capacità della piattaforma di contrastare le capacità future del Quantum Computing, la QAN garantisce che l’ecosistema sottostante sia completamente protetto sia a breve che a lungo termine.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me