Cos’è V-ID (VIDT)? Utilizzo della blockchain per certificare e proteggere le risorse digitali

Cos'è il V-ID?

La tecnologia di base di Bitcoin, blockchain, è stata applicata a numerosi settori e mercati negli ultimi anni nel tentativo di catturare il tipo di valore che la tecnologia conferisce alla criptovaluta legacy. Molte di queste iniziative sono ancora nelle loro fasi iniziali e ci vorrà del tempo prima che i loro risultati si rivelino legittimi o meno, mentre altre offrono alcuni miglioramenti immediati rispetto ai sistemi tradizionali.

Ad esempio, la gestione del ciclo di vita dei contratti funziona come un punto fermo delle aziende moderne che vanno dalle industrie sanitarie alla grande tecnologia e le blockchain possono svolgere un ruolo significativo nello sviluppo futuro del mercato.

I problemi con la gestione dei documenti si concentrano principalmente sulla frode endemica e sulla manipolazione di materiale che altrimenti dovrebbe rimanere inalterato o almeno contenere una qualche forma di asterisco che ne evidenzi l’alterazione. Con potenzialmente milioni di dollari in palio per le imprese più grandi o in attesa di cure mediche per i pazienti che dipendono dall’accuratezza della gestione del ciclo di vita dei documenti, la posta in gioco è chiaramente alta.

Cos'è il V-ID?

Le blockchain, in particolare le blockchain pubbliche, forniscono un mezzo unico per l’indicizzazione e l’archiviazione di tali informazioni poiché si basano sulla nozione di resistenza alla censura. Questo è il progetto di area come V-ID sono mirati, come mezzo praticabile per convalidare rapidamente l’autenticità delle informazioni in una gamma di applicazioni.

Come funziona la convalida basata su blockchain

Una delle tecnologie che sono diventate importanti parallelamente alle blockchain è IPFS, un protocollo ipermediale P2P che è naturalmente congruente con le blockchain. La compatibilità deriva dall’uso del fingerprinting dei dati basato su hash con IPFS, che può essere banalmente archiviato su una blockchain, come l’utilizzo della funzione OP_RETURN di bitcoin o l’indicizzazione dei dati in contratti intelligenti su ethereum.

IPFS aiuta a scaricare gran parte dei dati dalla blockchain stessa, fornendo comunque il timestamp e la sicurezza dei dati (cioè il contenuto) che sono un vantaggio intrinseco delle blockchain pubbliche. Utilizzando identificatori basati su hash, eventuali alterazioni ai file di dati sono immediatamente evidenti, poiché l’hash corrispondente al set di dati è completamente diverso dall’originale.

V-ID applica un concetto simile ai propri servizi di gestione e convalida dei documenti, concentrandosi sull’incorporamento delle impronte digitali in 5 diversi blockchain:

  1. Bitcoin
  2. Ethereum
  3. DigiByte
  4. HyperLedger di IBM
  5. Rete LTO

Vale la pena ribadire che per la massima sicurezza, la gestione dei documenti convalidata e protetta da blockchain viene eseguita in modo ottimale con una blockchain pubblica. Altrimenti, le critiche alla mancanza di necessità di una blockchain in tali casi, e piuttosto il semplice requisito di un database, sono fondate.

Idealmente, bitcoin o ethereum si adatterebbero allo stampo migliore per la gestione dei documenti riguardanti le blockchain pubbliche, ma la nozione di archiviazione arbitraria dei dati nella blockchain di bitcoin è già polarizzante.

Uno dei vantaggi intriganti dell’implementazione di V-ID della convalida dei documenti basata su blockchain è la sua armonia con i flussi di lavoro esistenti, in particolare i CRM. L’esperienza utente delle blockchain è notevolmente carente e fornire il tipo di prodotto integrato congruente con i CRM popolari aiuta a superare uno dei limiti cardinali delle blockchain così come esistono oggi.

V-ID distribuisce anche un’API che può essere collegata a CRM e può essere auto-convalidata da entità registrate (cioè dipendenti) utilizzando l’elaborazione KYC.

Con la sicurezza dei dati e la privacy ai massimi livelli nell’era digitale odierna, la capacità di convalidare in modo efficiente i documenti contenenti informazioni critiche ha molte conseguenze positive a valle.

Applicazioni e casi d’uso

Il concetto di convalida basata su blockchain esiste da un po ‘di tempo, in particolare la sua applicazione nel campo del monitoraggio e della logistica della catena di approvvigionamento, dove le condizioni e la posizione dei prodotti possono essere caricate su una blockchain utilizzando tecnologie come i tag RFID.

Tradotta nella gestione di documenti, dati interni e contratti di alto livello, la convalida della blockchain può avere un impatto convincente sulla gestione del rischio e sui profitti delle aziende in più settori.

Ad esempio, V-ID cita l’uso del suo prodotto nella prevenzione delle frodi nei certificati di informazioni, dove le impronte digitali incorporate dei dati di un documento (ad esempio, un diploma) possono essere autenticate rapidamente. Allo stesso modo, le fatture possono essere confrontate con i dati finanziari iniziali quando vengono inviate e ricevute dai clienti, aiutando a evitare transazioni fraudolente o pagamenti mancati.

Casi d'uso

Infine, la condivisione di informazioni sensibili, come i documenti medici, è fortemente limitata dalle leggi HIPAA e da altri problemi di gestione del rischio riguardanti i pazienti. Molte volte, tale condivisione è solo su base di sola lettura, ma la gestione dei documenti online può diventare un processo complicato quando, ad esempio, un documento Google viene condiviso tra più parti ed è richiesta la fiducia che nessuna informazione specifica venga alterata. Anche se viene alterato, la complessità di tali dati del paziente può rendere gli errori comuni e non riportati in modo accurato.

In tali casi, V-ID può fornire una protezione fondamentale contro la segnalazione imprecisa o mancata delle modifiche ai dati.

Ad alto livello, la convalida dei documenti con progetti come V-ID può funzionare come sostituti praticabili ai sistemi notarili convenzionali, che sono spesso macchinosi e scomodi. I costi generali con l’autenticazione dei dati possono salire alle stelle con grandi set di dati, in particolare dati medici, e mentre progrediamo verso un’era digitale più orientata ai dispositivi mobili, le soluzioni di verifica blockchain sembrano il futuro inevitabile nella gestione del ciclo di vita dei documenti.

Alcuni progetti stanno persino incorporando l’intelligenza artificiale (AI) nella gestione dei contratti e dei documenti. Ad esempio, LawGeex, un prodotto di analisi dei contratti basato sull’intelligenza artificiale, avvocati migliori nell’identificare i rischi di accordi di non divulgazione (NDA) in una serie di metriche e ha vinto facilmente in molte categorie.

Progettare l’integrazione con blockchain per convalidare l’autenticità dei documenti prima che l’analisi AI si materializzi e puoi vedere il potenziale automatizzato e la convergenza di due tecnologie innovative.

Conclusione

L’iniziativa di V-ID è rappresentativa di alcuni dei primi passi verso soluzioni più pratiche e immediate che sfruttano i vantaggi delle blockchain. Il vantaggio aggiuntivo è che l’interfaccia utente semplice e intuitiva compatibile con i CRM può anche aiutare a integrare più utenti che potrebbero essere riluttanti a utilizzare altre soluzioni basate su blockchain in base alla loro complessità e attrito nell’esperienza utente.

Le critiche all’applicazione della blockchain al di fuori della conservazione della politica monetaria fissa e delle regole di consenso del bitcoin hanno prove legittime e slancio dietro di loro. Tuttavia, lo stampaggio di applicazioni da alcuni dei vantaggi collaterali delle blockchain (cioè, l’incorporamento di impronte digitali di dati con timestamp) non è necessariamente una divergenza totale dal loro caso d’uso originale, previsto – ancore di fiducia.

V-ID non è un approccio rivoluzionario all’applicazione della tecnologia blockchain, ma i suoi vantaggi pratici immediati per le imprese alla ricerca di un ciclo di vita della gestione dei documenti migliorato dovrebbero dare credito all’idea che le blockchain abbiano casi d’uso estesi al di fuori della conservazione di regole di consenso specifiche nelle reti decentralizzate.

link utili

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map