Guida per principianti a Solana: la prima blockchain su scala web

Solana

Blockchain ha molto potenziale. Il primo decennio di piattaforme token decentralizzate ha avuto successo sotto ogni punto di vista. Solana sta lavorando per creare soluzioni che consentiranno alle blockchain decentralizzate di diventare un sistema globale in grado di sostituire i principali sistemi di dati esistenti.

Solana ha alcune soluzioni innovative ad alcune delle sfide più comuni che la blockchain deve affrontare. Uno dei più grandi non è nuovo. La scalabilità è stata un tema caldo nella comunità blockchain e uno dei motivi principali per cui molte persone dubitano che una blockchain decentralizzata possa sostituire i sistemi di pagamento centralizzati come Visa.

Solana

Bitcoin è stato uno dei più grandi progressi nel creare un ponte tra la fiducia e la creazione di nuovo denaro, ma probabilmente non sarà la piattaforma che crea un sistema di regolamento globale decentralizzato. Come molte delle blockchain esistenti, semplicemente non può regolare le transazioni abbastanza velocemente da essere pratica come piattaforma globale.

Solana ha una buona soluzione al dilemma della scalabilità e ha anche altre grandi idee che potrebbero aiutare la blockchain ad entrare nella sua prossima fase di sviluppo.

Incontra Solana

Solana è stata fondata nel 2017 da Anatoly Yakovenko, un ex dirigente di Qualcomm con una vasta esperienza di lavoro con sistemi decentralizzati e distribuiti, oltre a lavorare su algoritmi di compressione per Dropbox.

Anatoly ha unito le forze con il CTO Greg Fitzgerald e il Chief Scientist Eric Williams per creare un protocollo affidabile e distribuito che codifica il passaggio del tempo all’interno della struttura dei dati e consente una maggiore scalabilità rispetto ai comuni blockchain di livello 1.

A partire da luglio 2019, Solana si è assicurata un finanziamento di $ 20 milioni di dollari, con il supporto del suo investitore principale Multicoin Capital.

Solana vede soluzioni

Solana ha creato otto innovazioni chiave che potrebbero cambiare il modo in cui la blockchain viene implementata come sistema decentralizzato. Ha implementato Proof of History (PoH), un protocollo per incorporare il passaggio del tempo nella struttura dei dati blockchain, e lo ha integrato con TowerBFT il meccanismo di consenso basato sulla Proof-of-Staked del sistema.

Utilizzando PoH, che è un’alta frequenza Funzione di ritardo verificabile (VDF), Solana spera di eliminare i problemi che hanno dato origine ad altre potenziali soluzioni, come lo sharding.

Una funzione di ritardo verificabile è una funzione che richiede più tempo di calcolo per la valutazione che per la verifica. Solana utilizza un SHA256 ricorsivo serializzato, campionando periodicamente il conteggio e l’hash, come un VDF efficace. Questa struttura di dati richiede tempo reale per essere generata, date le istruzioni SHA256 specifiche incluse nelle CPU e può essere verificata in parallelo suddividendo la catena hash su più core GPU. Secondo l’azienda:

“L’implementazione specifica di Solana utilizza un hash sequenziale resistente alla preimage che scorre su se stesso continuamente con l’output precedente utilizzato come input successivo. Periodicamente vengono registrati il ​​conteggio e l’uscita in corrente.

Per una funzione hash SHA256 (anche l’algoritmo hash di Bitcoin), questo processo è impossibile da parallelizzare senza un attacco di forza bruta utilizzando 2¹²⁸ core.

Possiamo quindi essere certi che il tempo reale sia trascorso tra ogni contatore nel momento in cui è stato generato e che l’ordine di registrazione di ogni contatore sia lo stesso che era in tempo reale “.

Integrazione con TowerBFT

L’utilizzo del registro PoH consente a un utente di calcolare lo stato di tutti i nodi con una frazione del sovraccarico di messaggistica della maggior parte dei sistemi PoS. Funziona anche con la versione di Solana di PBFT (Practical Byzantine Fault Tolerance) come orologio della rete, consentendo al protocollo di codificare i blocchi di voto nel libro mastro.Questi blocchi vengono utilizzati per garantire che i Validatori (nodi che producono blocchi) non lo siano in grado di votare contemporaneamente su due fork separati della blockchain. Se viene rilevato un tentativo, il validatore malintenzionato verrà penalizzato e la sua puntata verrà tagliata.

In pratica, ogni volta che un validatore vota per una versione specifica del libro mastro a un’altezza PoH specificata, c’è un blocco associato a quel voto. A quel validatore è vietato votare su una versione futura del libro mastro che non contiene quel voto per un determinato periodo di tempo PoH (senza il rischio di tagli). Ogni voto aggiuntivo su un libro mastro aumenta (raddoppia) i blocchi di voto di ogni voto precedente, creando un impegno in crescita esponenziale per la sicurezza (coerenza) sul ramo dato.

La prova della posta in gioco

TowerBFT fornisce quindi le regole taglienti che sono alla base dell’architettura di consenso Proof of Stake di Solana. In questo progetto, i voti del libro mastro dei validatori sono ponderati in base alla quantità di capitale (SOL) che hanno bloccato in gioco durante la convalida.

I valorizzatori possono anche ricevere token da possessori di token non convalidanti e mettere in gioco tali token per loro conto. I premi vengono distribuiti ai validatori in proporzione alla loro puntata, quindi i possessori di token non convalidanti possono guadagnare premi delegando a un validatore e ricevendo i premi associati, meno una commissione presa dal validatore.

La produzione di blocchi di Solana è determinata da un programma leader generato casualmente, che è impostato in base alla sua proporzione della puntata totale all’inizio di un’epoca. Vale a dire, ci si aspetta che un validatore venga eletto leader con una frequenza che sia commiserata con la sua percentuale di stake totale (ad esempio un validatore con il 20% dello stake totale rappresenterà circa il 20% del programma del leader)

I premi per la produzione di blocchi saranno pagati sia dall’inflazione, che dovrebbe ridursi nel tempo, sia dalle commissioni di transazione.

Idee che contano

Il nuovo utilizzo di PoH, TowerBFT e PoS non sono le uniche innovazioni che Solana sta portando sul tavolo. L’azienda ha anche creato altri sistemi praticabili che affrontano alcune delle carenze della prima generazione di blockchain decentralizzate.

Archiver

A pieno regime, Solana stima che la sua blockchain genererebbe circa 4 petabyte di dati su base annua. Se fosse un requisito che un nodo completo memorizzi questi dati, introdurrebbe un’enorme barriera all’ingresso per la partecipazione al protocollo.

Per risolvere questo problema, Solana è in grado di sfruttare PoH per eseguire lo striping e archiviare il libro mastro in crescita tra i client leggeri di archiviazione (Archiver). Ciò significa che il libro mastro può essere suddiviso e distribuito tra molti partecipanti alla rete senza che nessun singolo partecipante debba memorizzare l’intero libro mentre la rete può garantire la ridondanza multipla del libro mastro globale. Inoltre, ciò fornisce una bassa barriera all’ingresso per essere coinvolti con Solana come partecipante alla rete. Tutto ciò che serve è un po ‘di spazio di archiviazione aggiuntivo e una connessione Internet ed è possibile iniziare a guadagnare token Solana sono ricompense per la partecipazione come Archiver sulla rete.

Solana prevede di incentivare i nodi completi con una stima del 3% dell’inflazione SOL (annuale), che è un chiaro vantaggio rispetto a Bitcoin. Sebbene Bitcoin sia la blockchain più preziosa al mondo se misurata dalla capitalizzazione di mercato, i nodi completi non sono incentivati.

Turbina

La quantità di tempo necessaria per propagare tutti i dati blockchain a tutti i nodi può essere un grosso ostacolo alla scalabilità, a causa della mancanza di larghezza di banda.

Solana pensa che la risposta sia suddividere i dati in pacchetti, che è il modo in cui BitTorrent distribuisce file enormi con quantità relativamente piccole di larghezza di banda. Turbine sfrutta l’intera rete per spostare i dati e consente ai nodi di fare di più con meno.

Livello del mare

Solana ritiene che la convalida parallela possa essere applicata ai contratti intelligenti e che l’intera rete possa beneficiare di guadagni in termini di efficienza.

Secondo Solana:

“Il runtime di Solana può elaborare decine di migliaia di contratti in parallelo, utilizzando tanti core quanti sono disponibili per il Validator. Questo perché le transazioni Solana descrivono tutti gli stati che una transazione leggerà o scriverà durante l’esecuzione. Ciò non solo consente l’esecuzione simultanea di transazioni non sovrapposte, ma anche l’esecuzione simultanea di transazioni che leggono solo lo stesso stato. “

È chiaro che Solana ha creato una piattaforma blockchain integrata che offre soluzioni ben ponderate ad alcuni dei maggiori problemi che le blockchain decentralizzate devono affrontare man mano che crescono in popolarità.

Il token SOL

Solana ha anche un token, chiamato SOL, che può essere passato ai nodi sulla blockchain di Solana per eseguire un programma in catena o convalidarne l’output. Solana dice che:

“… Un SOL può essere diviso fino a 34 volte. Il SOL frazionario è chiamato lamport. Prende il nome dalla più grande influenza tecnica di Solana, Leslie Lamport. Un lamport ha un valore di circa 0,0000000000582 sol (2 ^ -34). “

Solana potrebbe avere un grande impatto

Solana sta lavorando per creare soluzioni di scalabilità per sistemi blockchain decentralizzati e ha affrontato alcuni dei maggiori problemi che le piattaforme decentralizzate devono affrontare. Rimuovendo lo sharding dal suo design, Solana rende la convalida a livello di rete più veloce e potenzialmente più sicura nel lungo periodo.

La blockchain di Solana ha il potenziale per abbinare una piattaforma come Visa, senza alcun tipo di sistema centralizzato. L’architettura non lineare che Solana impiega potrebbe costringere altri sviluppatori blockchain a ripensare i sistemi blockchain lineari, a causa dei loro limiti intrinseci.

Il protocollo Proof of History (PoH) è un modo interessante per rimuovere il problema del tempo da una blockchain e il sistema secondo il quale Solana potrebbe avere successo nella creazione di uno standard temporale relativo globale per le operazioni blockchain decentralizzate.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map