Guida Waltonchain

Lanciato a novembre 2016, Waltonchain è un progetto congiunto tra sviluppatori cinesi e coreani che mira a combinare la tecnologia blockchain e l’identificazione a radiofrequenza (RFID) per assistere nella gestione dei cambiamenti di fornitura, con l’obiettivo dichiarato di portare avanti l’integrazione di blockchain e Internet of Things. Secondo gli sviluppatori, l’assistenza che Waltonchain può incorporare risorse fisiche nella blockchain offrendo una rete decentralizzata in grado di archiviare e fornire informazioni sul ciclo di sviluppo delle risorse. Come risultato di questa decentralizzazione, gli sviluppatori suggeriscono che la combinazione della tecnologia RFID Waltonchain creerà un ecosistema aziendale autentico, affidabile, tracciabile e completamente trasparente con dati completamente condivisi.

Il valore Internet delle cose

L’Internet of Things (IoT) si riferisce allo scambio di informazioni e alla comunicazione tra dispositivi fisici collegati tramite una rete Internet. Secondo gli sviluppatori di Waltonchain, lo svantaggio degli attuali modelli IoT è che le interazioni tra i dispositivi fisici su tali reti possono essere effettuate solo sotto lo stesso dominio di fiducia tra dispositivi verificati e pre-approvati, il che significa che i dispositivi fisici collegati al rete deve essere verificata dallo stesso fornitore di servizi IoT.

Sito Web Waltonchain

Gli sviluppatori di Waltonchain suggeriscono che, di conseguenza, la centralizzazione dell’IoT significa che una cooperazione autonoma e transazioni efficaci non possono essere raggiunte efficacemente a causa delle complessità e delle incertezze della relazione di fiducia tra le parti interessate al di fuori della rete centralizzata. Promuovono quindi un nuovo concetto, denominato “Value Internet of Things” (VIoT). Secondo gli sviluppatori, ospitando una rete IoT sulla blockchain, il VIoT può fornire un accesso decentralizzato alla blockchain attraverso una miriade di dispositivi tramite tecnologia RFID. Poiché la blockchain è open source e ogni transazione viene registrata nella blockchain, i problemi relativi alla fiducia svaniscono, consentendo scambi più sicuri tra le parti interessate.

Tecnologia RFID

Brevettata da Charles Walton nel 1983 (Waltonchain prende il nome in suo onore), la tecnologia RFID utilizza campi elettromagnetici per allegare un’identità digitale a un oggetto del mondo reale attraverso l’uso di piccoli chip attaccati agli oggetti che “taggano” gli oggetti. Questi chip tag funzionano in modo simile ai codici a barre, tranne per il fatto che i chip RFID non devono trovarsi all’interno della linea di vista del lettore RFID utilizzato per identificare i chip.

Chip RFID

Sebbene la tecnologia sia esistita in qualche modo dalla seconda guerra mondiale, negli ultimi anni la riduzione dei costi di produzione dell’hardware RFID ha portato a un maggiore adattamento dell’hardware in un’ampia varietà di settori. Un esempio comune di utilizzo della tecnologia RFID può essere visto nei caselli autostradali o nella “scheggiatura” degli animali. La tecnologia RFID è stata utilizzata anche nel settore della vendita al dettaglio per automatizzare il monitoraggio della merce attraverso la catena di fornitura al dettaglio per aumentare la precisione dell’inventario e nell’industria farmaceutica per identificare i prodotti contraffatti.

Il VIoT, secondo gli sviluppatori di Waltonchain, richiede hardware e software, con l’hardware costituito da chip di tag RFID e lettori che vengono utilizzati per collegare la tecnologia RFID alla blockchain, mediante l’utilizzo dei chip di tag per connettersi alla blockchain durante l’utilizzo il lettore come nodo della catena. Il software utilizzato nel VioT è il Waltonchain.

Struttura della Waltonchain

La struttura dell’ecosistema Walton prevede l’uso di sidechain o, nel caso di Walton, catene madri e sottocatene (o catene figlio). La catena madre è indicata come Waltonchain, che, nelle fasi iniziali del prodotto (fase 1.0), ha lo scopo di aprire il sistema completo della catena di approvvigionamento dell’industria dell’abbigliamento, inclusi produzione, logistica, magazzino e negozi (con ogni conto separato nel sistema noto come subchain). Il token utilizzato per la circolazione e il pagamento in tutto questo sistema è chiamato Waltoncoin (WTC).

WTC è stato creato come token Ethereum ERC20 per la sua ICO e un totale di 100 milioni di WTC sono stati emessi e assegnati a ciascun account in conformità con il programma stabilito, con la quantità totale di WTC che non cambia. I record di blocco vengono aggiornati ogni 60 secondi e in un blocco possono essere incluse fino a 255 transazioni. La funzione principale del WTC è emettere sottocatene, fornire interessi sui dividendi e operare come meccanismo di credito. La Waltonchain funge da registro pubblico delle transazioni WTC ed è archiviata sui nodi della rete, il blocco Genesis dovrebbe essere creato all’inizio del 2018.

Sebbene le subchain possano essere create da chiunque sia coinvolto nel processo, che ha l’autonomia di personalizzare le funzioni della subchain e le informazioni specifiche dei token della subchain, la gestione delle subchains è intrapresa dalla catena principale, o Waltonchain. Sebbene le sottocatene possano utilizzare altri token nelle loro transazioni, tutte le transazioni nelle sottocatene che utilizzano i token WTC verranno registrate solo nella catena principale, che viene eseguita indipendentemente dalla catena secondaria. I vantaggi di questa struttura significano che i nodi sulla catena principale non hanno bisogno di salvare i dati della subchain che, secondo gli sviluppatori, rende la sotto-catena scalabile oltre a fornire sicurezza a causa della natura distinta della catena principale e della catena secondaria.

La Waltonchain utilizza una Proof of Stake & Trust (PoST) meccanismo di consenso, una versione aggiornata del meccanismo di consenso Proof of Stake (PoS). Secondo gli sviluppatori, il sistema PoST è un aggiornamento del meccanismo PoS con l’aggiunta di un “sistema di valutazione della reputazione del nodo”, che prevede difficoltà regolabili per ogni nodo come mezzo per garantire che l’integrità sia premiata e quindi migliorare la sicurezza della blockchain. Tuttavia, la struttura flessibile dell’ecosistema Walton consente alle sottocatene di determinare il proprio meccanismo di consenso “per ottenere l’effetto di applicazione ottimale in diversi scenari di applicazione”.

Viene pagata una commissione per i byte per le transazioni su Waltonchain (ad esempio, le commissioni per l’utilizzo della rete). Il nodo contabile può fissare un costo minimo per questa commissione e il nodo della transazione può fissare un costo massimo. Quando entrambe le condizioni sono soddisfatte, la transazione verrà scritta sulla blockchain. Secondo gli sviluppatori, la tariffa in byte è ciò che spinge la blockchain a tenere conto, poiché il nodo contabile deve pagare la commissione in byte per avviare transazioni di token e creazione di subchain. Il nodo contabile esegue il calcolo del blocco e la verifica del consenso per ottenere la tariffa in byte. I token WTC devono essere utilizzati per pagare questa commissione di byte ei nodi che detengono il WTC padre guadagneranno dividendi dallo sviluppo della subchain man mano che il numero di subchain e transazioni aumenta e, di conseguenza, aumenta la domanda di WTC per pagare le commissioni di byte.

Applicazione della Waltonchain

La fase 1.0 del progetto Waltonchain consiste nell’applicazione dell’ecosistema Walton applicato all’industria dell’abbigliamento. In questa fase, durante la produzione degli articoli, viene generato un RFID univoco per ogni prodotto, che viene registrato da ogni nodo figlio (nodi di produzione) durante ogni fase della produzione. Ogni nodo figlio è dotato di un lettore RFID ed è connesso a un nodo master. Ogni nodo master è connesso a Internet e comunica con altri nodi master, creando un blocco di produzione per registrare queste informazioni.

Durante lo stoccaggio dei prodotti, i nodi figlio (nodi di magazzino) verranno utilizzati per fornire l’ispezione di entrata in magazzino, l’ubicazione di stoccaggio e l’ispezione di uscita dal magazzino. Ogni sezione ha un lettore RFID per registrare le informazioni corrispondenti e viene creato un blocco di magazzino che si collegherà con il blocco di produzione.

Partner Waltonchain

Durante il trasporto vengono utilizzati ulteriori nodi (nodi logistici), che registrano lo stato del prodotto durante il trasporto, con i dati registrati che formano il blocco logistico.

Una volta che il prodotto ha raggiunto il venditore, ogni negozio del venditore viene considerato come un nodo principale per registrare lo stato e le informazioni del prodotto, nonché le informazioni e le preferenze del cliente. Questo nodo può offrire ai clienti premi in base al loro consumo sotto forma di WTC, con la transazione registrata sulla blockchain e quindi includendo i dettagli del cliente.

Secondo gli sviluppatori, applicando Waltonchain all’industria dell’abbigliamento, problemi nella catena di approvvigionamento come le specifiche del prodotto, il lento turnover nella gestione del magazzino, l’eccessiva dipendenza dal personale e la regolarità di avere articoli esauriti saranno una cosa da fare. il passato. L’applicazione di questa tecnologia all’industria dell’abbigliamento può trasformare un rivenditore in un “negozio intelligente”, consentendo ai manager di essere in grado di generare report statistici in tempo reale che li informano della popolarità dei prodotti e consente loro di reagire di conseguenza per garantire che i piani di produzione sono conformi alla popolarità, riducendo così gli sprechi e i costi associati. Inoltre, per il cliente, l’applicazione di Waltonchain all’industria consente ai clienti di risalire alle origini dei prodotti che stanno acquistando e di sentirsi sicuri sapendo che i prodotti che stanno acquistando sono legittimi.

Vantaggi di Waltonchain e VIOT

Secondo gli sviluppatori, la combinazione della blockchain e dell’IOT consentirà la creazione di un ecosistema aziendale autentico, affidabile, tracciabile e completamente trasparente con dati completamente condivisi che si basano sulla combinazione di tecnologia RFID e Waltonchain. Con l’ulteriore applicazione dell’apprendimento automatico e dell’intelligenza artificiale, si prevede che alla fine verrà creata una catena di approvvigionamento completa, compresa la produzione, la logistica, i negozi, le vendite e il servizio post-vendita.

Come acquistare Walton WTC

Non sei in grado di acquistare WTC con la valuta “Fiat”, quindi dovrai prima acquistare un’altra valuta – i più facili da acquistare sono Bitcoin o Ethereum che puoi fare su Coinbase utilizzando un bonifico bancario o un acquisto con carta di debito / credito e poi scambiarlo per WTC in uno scambio come Binance.

Registrati a Coinbase

Per gli acquirenti di criptovaluta per la prima volta, ti consigliamo di utilizzare Coinbase per effettuare il tuo primo acquisto: è facile da usare, completamente regolamentato dal governo degli Stati Uniti, quindi sai che è uno dei luoghi più sicuri e affidabili da cui acquistare criptovaluta. Coinbase offre la possibilità di acquistare Bitcoin, Litecoin ed Ethereum con una carta di credito o di debito o inviando un bonifico bancario. Le commissioni sono più alte per le carte ma riceverai la tua valuta immediatamente.

Dovrai eseguire alcune verifiche dell’identità al momento della registrazione poiché devono aderire a rigide linee guida finanziarie. Assicurati di utilizzare il nostro link per iscriverti ti verranno accreditati $ 10 in bitcoin gratuito quando effettui il tuo primo acquisto di $ 100.

Sito Web di Coinbase

Per iniziare, fai clic sul pulsante “Registrati” dove verrai indirizzato a un modulo di registrazione in cui dovrai inserire il tuo nome, e-mail e scegliere una password.

Coinbase ti invierà quindi un collegamento via e-mail per verificare il tuo account e-mail, una volta che fai clic sul collegamento nell’e-mail verrai indirizzato a una pagina di verifica. Devi quindi aggiungere il tuo numero di telefono e caricare una foto del tuo documento d’identità – può essere un passaporto, una patente di guida, ecc. Devi anche aggiungere i tuoi dettagli di pagamento, in modo da poter aggiungere il tuo conto bancario o una carta di debito o di credito come richiesto – dopo un breve periodo il tuo account sarà verificato e potrai quindi effettuare il tuo primo acquisto.

Verifica Coinbase

Acquista Ethereum o Bitcoin

Per questa guida, acquisteremo Ethereum da scambiare con la nostra criptovaluta target. La ragione di ciò è che ha commissioni molto più economiche di bitcoin per l’invio e la transazione avviene anche molto più velocemente. Quindi in Coinbase, visita la scheda “Compra / Vendi” in alto, seleziona “Ethereum”, scegli il tuo metodo di pagamento e inserisci l’importo che desideri acquistare – puoi inserire un importo in dollari USA o un numero di Ether.

Acquista Etherum

Ti verrà quindi chiesto di confermare la transazione, se paghi con una carta potresti dover completare una verifica con il fornitore della tua carta. Una volta completato, il tuo Ethererum verrà aggiunto al tuo account.

Acquista WTC su Binance

Ora puoi inviare il tuo Ether a Binance per effettuare il tuo acquisto di WTC, dai un’occhiata alla nostra recensione di Binance qui per vedere come registrarti e acquistare sul loro scambio.

Portafogli Binance

Dopo aver acquistato i token Walton Chain, ti consigliamo di ritirarli nel tuo portafoglio Ethereum piuttosto che lasciarli in borsa.

Fasi di sviluppo della Waltonchain

Il team di Walton intende sviluppare la Waltonchain in quattro fasi di crescita a partire dalla costruzione delle fondamenta sottostanti, estendendosi gradualmente alla vendita al dettaglio, alle reti logistiche e infine all’integrazione dei produttori di prodotti.

Come discusso in precedenza, nella fase 1.0 del progetto, il team di Waltonchain ha sviluppato una soluzione di integrazione del sistema di abbigliamento basata sulla tecnologia RFID che è stata applicata a diversi progetti pilota. Il passo successivo è lo sviluppo di chip RFID che utilizzano un algoritmo di crittografia asimmetrica che verrà utilizzato con la rete Walton.

Durante la fase 2.0 del progetto, i chip RFID saranno in produzione di massa per essere utilizzati nel settore della vendita al dettaglio e della logistica. Comprenderà un sistema di credito intelligente, che consentirà ai clienti di pagare, gestire, valutare, tracciare e scambiare prodotti lungo l’intera catena di fornitura. Durante la fase 2.0 gli sviluppatori prevedono che il settore della logistica sarà in grado di ottenere informazioni logistiche complete sulla catena, coprendo l’intero processo logistico dal magazzino al cliente.

Durante la fase 3.0 del progetto, la tecnologia verrà applicata alla fase di produzione per ottenere una personalizzazione tracciabile del packaging intelligente. Questa fase includerà tutte le fasi della catena di produzione, compreso l’acquisto delle materie prime, la produzione e l’assemblaggio e il confezionamento. L’intenzione è che questo elimini la possibilità di contraffazione.

La fase 4.0 del progetto prevede l’aggiornamento dell’hardware e il miglioramento della struttura dei dati. In questa fase il team di sviluppo prevede che l’intera Waltonchain sarà ampiamente utilizzata in tutto il mondo, portando:

“Un mondo più conveniente, intelligente e degno di fiducia per tutti e, allo stesso tempo, dare bei premi agli investitori della Waltonchain.”

link utili

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me