Le scelte che facciamo ogni volta che effettuiamo un acquisto sono così radicate che sono diventate inconsce. Se acquistiamo da un commerciante online, consegniamo i dettagli della nostra carta di credito o del conto bancario. Se paghiamo con assegno, spesso dobbiamo fornire un documento d’identità per sostenere il nostro acquisto. È un continuo compromesso tra identità, privacy e le spese finanziarie di cui abbiamo bisogno.

Catena protonica esiste per superare questi compromessi. È un protocollo blockchain sicuro che mira a unire gli ecosistemi dei pagamenti fiat e crittografici in un’unica piattaforma.

Storia

Proton è nata come una joint venture tra due società separate, Metallo, e Lince. Entrambe le società avevano una visione simile di portare le criptovalute ai consumatori quotidiani; tuttavia, ognuno ha implementato questa visione in modi diversi.

Metal ha sviluppato una piattaforma di elaborazione dei pagamenti basata su blockchain, con l’intenzione di diventare l’equivalente crittografico di Venmo o PayPal. È stato lanciato nel giugno 2017 con un ICO da 3 milioni di dollari e da allora ha aperto le sue applicazioni su iOS e Android. Ora offre anche un mercato con onboarding fiat in cui gli utenti possono acquistare e vendere criptovalute.

Nel frattempo, Lynx si è evoluto in un attore chiave all’interno dell’ecosistema EOS, avendo costruito il portafoglio EOS leader per gli utenti statunitensi. L’azienda è stata anche una delle prime pioniere dei giochi EOS, avendo elaborato transazioni per milioni di dollari tramite EOSBet. Alla fine, Lynx ha deciso che poteva migliorare il design e le capacità di EOS e ha sviluppato la propria Lynxchain come fork di EOS.

All’inizio del 2020, le due società hanno deciso di combinare le migliori caratteristiche di ciascuna nella catena Proton, creando un ponte tra finanza tradizionale, criptovaluta e applicazioni basate su blockchain.

Problemi con la catena protonica che mira a risolvere

Proton mira ad affrontare diversi problemi che devono affrontare le banche tradizionali e la finanza crittografica. Nella finanza tradizionale, quando il mittente autorizza un pagamento, di solito viene inviato tramite un qualche tipo di canale di telecomunicazione, che lo espone all’intercettazione da parte di terzi malintenzionati. Inoltre, il periodo prolungato necessario agli esercenti e alle banche per verificare le transazioni aumenta solo questo rischio.

Nello spazio crittografico, non esistono strumenti di conformità nativi che coprano le legislazioni antiriciclaggio, con operatori lasciati a coinvolgere fornitori di terze parti, il che aumenta i costi generali e introduce complessità. Non c’è nemmeno modo di spingere o prelevare fondi tra una blockchain e sistemi finanziari legacy.

Caratteristiche di Proton

La catena protonica consente a un utente di spostare denaro nel proprio portafoglio, dove può quindi utilizzarlo per acquistare o vendere qualsiasi criptovaluta supportata, che può anche essere utilizzata senza problemi nelle dApp.

Il protocollo funziona sulla base di un sistema di identità utente verificate per garantire che i fondi vengano allocati solo dove dovrebbero essere.

La parte di verifica dell’identità della piattaforma della catena Proton funziona utilizzando una rete decentralizzata di validatori KYC e aziende di servizi finanziari. Questa rete verificherà l’identità di qualsiasi utente che si iscrive alla piattaforma, assegnando loro il proprio @ name e lo stato di “utente fidato”. Il protocollo di denominazione è paragonabile a Twitter e lo stato di utente attendibile verrà visualizzato su qualsiasi applicazione che utilizza il protocollo di denominazione Proton.

Il primo caso d’uso per la catena Proton è Metal Pay. Tuttavia, in futuro, il team prevede che qualsiasi servizio di pagamento fiat o crittografico come Venmo o Alipay possa registrarsi per utilizzare il servizio. La piattaforma utilizza la “firma push”, il che significa che gli utenti autenticano i loro pagamenti fornendo il loro nome utente @ verificato.

Inoltre, gli utenti possono trasferire denaro tra qualsiasi account abilitato per Proton in modo trasparente e istantaneo.

La rete Proton può gestire fino a 5.000 transazioni al secondo, ovvero Più veloce rispetto a Ripple o PayPal.

Fonte: Protonchain.comFonte: Protonchain.com

Gettone

XPR è il token nativo della catena Proton. Come EOS, la catena Proton funziona attraverso il consenso delegato Proof of Stake (dPoS), consentendo agli utenti di mettere in stake i loro token come un modo di votare per quali nodi possono produrre blocchi.

Il progetto ha coniato una fornitura iniziale di 200 milioni di XPR, con un’inflazione annua del 5%. I token inflazionistici saranno divisi tra block producer (2,5%) stakers (1,5%) e Proton Steering Committee (1%).

I produttori di blocchi convalidano le transazioni di rete con un consenso della maggioranza dei due terzi richiesto per scrivere sulla blockchain. Le transazioni sono considerate definitive dopo che sono trascorsi tre minuti.

La puntata di un token conferisce un voto al titolare del token. Gli stakeholder devono accettare un periodo di staking minimo di un mese e i loro token sono vincolati, il che significa che perderanno se il loro produttore di blocchi delegato non si comporta secondo uno standard minimo.

Il token XPR è disponibile su Scambio di metallo X., insieme a piattaforme esterne, tra cui Bithumb e HitBTC. Può essere memorizzato su Lynx Wallet.

Roadmap

La catena Proton è stata lanciata su mainnet alla fine di aprile 2020 e le società Metal e Lynx si sono fuse ufficialmente a metà maggio.

L’intero team è ora dedicato allo sviluppo e al lancio di Metal Pay 3.0, che verrà implementato in tre fasi.

Nella prima fase verrà lanciata l’iniziativa Proton Open SDK. “Red Falcon” sarà la seconda fase, volta a rendere Metal Pay 3.0 il primo wallet in grado di interagire con la catena Proton tramite autenticazione e push signing. Ciò comporterà che ogni utente Metal Pay avrà il proprio nome @ univoco, memorizzato sulla blockchain di Proton, e utilizzerà il proprio nome @ per rispondere alle richieste push di pagamento.

Inoltre, questa fase comporterà l’implementazione di una “crypto-tab” non custodiale all’interno dell’app Metal Pay, che consentirà agli utenti di inviare e ricevere token Proton. Avvierà anche una funzionalità che consente agli utenti di “avvolgere” le monete acquistate su uno scambio di terze parti sulla catena Proton.

La terza fase, denominata Snow Owl, aggiungerà nuove funzionalità al consolidato framework Metal Pay 3.0, tra cui valute multiple, uno stablecoin basato su Proton e un client web.

Squadra

Il team Proton comprende membri di Metal e Lynx.

Marshall Hayner è il co-fondatore e CEO di Proton. Prima di fondare Metal, ha anche fondato società di crittografia, tra cui QuickCoin e Block.io, ed è stato il decimo dipendente del team di lancio di Stellar.

Fred Kreuger è il co-fondatore e presidente ed ex fondatore e CEO di EOS Lynx. Formatosi alla Cornell e Stanford, è anche l’inventore del “Currency Index Swap” e ha oltre $ 500 milioni di uscite.

Glenn Mariën è co-fondatore e CSO con oltre dieci anni di esperienza nello sviluppo full-stack. Ha creato Dogecoin.info, il primo portafoglio online per Dogecoin, che è stato successivamente acquisito da Block.io sotto Marshall Hayner.

I primi investitori nel progetto includono Erik Voorhees, fondatore e CEO di Shapeshift, e Brian Kelly di CNBC Fast Money, che gestisce anche la società di investimento BKCM LLC.

Conclusione

Le criptovalute hanno un grave problema di UX, con troppi attriti tra l’asset digitale e i mondi fiat. La visione di Proton è quella di superare questo problema, creando allo stesso tempo un ambiente più sicuro per autorizzare e spendere valute legali utilizzando fornitori di pagamenti tradizionali.

È un obiettivo ambizioso. Tuttavia, se il team di progetto riesce a farcela, rappresenterebbe la prima volta che un progetto è stato in grado di creare un ponte efficace tra fiat e criptovaluta, ma porta anche i vantaggi di sicurezza della blockchain ai processori di pagamento tradizionali.

Un fattore determinante per il successo del progetto sarebbe l’inserimento di un paio di fornitori di servizi di pagamento affermati. Pertanto, una dimostrazione credibile delle capacità di Metal Pay 3.0 alimentato dalla catena Proton sarà un grande passo avanti verso questo obiettivo.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me