Attento! Bitcoin e Crypto potrebbero (alla fine) rappresentare una minaccia per Visa

Tecnologia Bitcoin

Poiché Bitcoin (BTC) è stato introdotto in questo mondo, i suoi più ferventi sostenitori hanno capito che era stato creato per essere un’alternativa digitale al sistema finanziario in carica. Mentre questo sottostante Ragione d’essere è stato interpretato male dagli spettatori più e più volte, i ferventi sostenitori di questo settore hanno tenuto nascosto il sentimento anti-establishment per quando sarà il momento giusto.

Con l’ascesa della rete Lightning, tra una serie di altri protocolli incentrati sulla scalabilità, si può sostenere che è solo questione di tempo prima che il denaro decentralizzato faccia una mossa sull’establishment. Ma, secondo un analista, questo cambiamento tettonico nella finanza globale potrebbe non avvenire non appena alcuni libertari si aspettano.

Tecnologia Bitcoin

Le risorse crittografiche potrebbero interrompere le reti di pagamento private

In una nota ottenuta da Bloomberg, L’analista di MoffettNathanson Lisa Ellis ha spiegato che andare a zonzo dal tuo Starbucks locale per acquistare caffè con Bitcoin potrebbe non essere uno scenario ipotetico in futuro. Ha spiegato che mentre questo suona “ridicolo”, le criptovalute, in particolare Bitcoin, Ethereum e XRP di Ripple, potrebbero diventare una minaccia esistenziale per Visa, PayPal, tra gli altri ecosistemi di pagamento centralizzati incentrati sul digitale nel tempo. Ellis ha aggiunto che vale la pena osservare questa tendenza nella finanza globale.

Sostenendo il suo commento, probabilmente ritenuto sacrilego dal who’s who di Wall Street, il rappresentante di MoffettNathanson ha osservato che in primo luogo, le criptovalute decentralizzate sono, per natura, molto diverse dagli schemi di elaborazione dei pagamenti centralizzati. Il suo secondo punto e probabilmente più importante era che le carenze, specialmente per quanto riguarda il throughput delle transazioni, la privacy e la sicurezza, hanno iniziato a perdere la loro potenza.

Pertanto, ha osservato che a meno che “le reti non abbracciano pienamente queste tecnologie (blockchain, criptovaluta e innovazioni correlate)”, i beniamini di Wall Street potrebbero iniziare a cedere frazioni della loro attività a progetti costruiti su protocolli Bitcoin. Caso in questione, Ellis ha puntato il dito contro Ripple Labs con sede a San Francisco, osservando che porzioni del mercato transfrontaliero business-to-business e consumer-to-consumer inizieranno a essere trasferite da Western Union a Ripple.

Pompliano crede che Bitcoin possa superare Visa

Mentre Ellis sembrava essere nel campo di Ripple, molti hanno ancora sostenuto che Bitcoin, la criptovaluta più antica (funzionante) e più conosciuta al mondo ha ancora la possibilità di iniziare a scalfire l’egemonia che Visa, Mastercard, tra le altre istituzioni, hanno ritagliato per loro.

Anthony “Pomp” Pompliano, uno dei fondatori di Morgan Creek Digital, si è rivolto a Off The Chain, una pubblicazione a cui è diretto divulgare che Bitcoin potrebbe essere sottovalutato rispetto a Visa e Mastercard. L’investitore di criptovaluta, noto per il suo utilizzo incessante della retorica anti-establishment su Twitter, ha successivamente notato che questa cifra accentua le prestazioni della rete e il potenziale di crescita.

In effetti, ha affermato che “dato il rapido tasso di crescita e i premi storici” di promettenti promettenti e reti, la criptovaluta potrebbe iniziare a prendere pugni alle valutazioni di Visa e Mastercard nei prossimi anni. Pomp ha scritto:

“Oggi è 1/4 della capitalizzazione di mercato di Mastercard e 1/6 di Visa, ma non mi sorprenderebbe se Bitcoin superasse entrambi entro i prossimi 36 mesi. Le reti legacy sono state costruite per un mondo in cui non viviamo più e la rete decentralizzata è costruita per il futuro “.

Mentre Pompliano, un ex dipendente di Facebook e Snapchat, sta sostenendo la sua tesi da una prospettiva quantitativa, molti sostengono che i fondamenti sono già lì. Da parte di Visa e Mastercard, le fonti che parlano al Wall Street Journal hanno rivelato che le società stanno cercando di aumentare le commissioni interbancarie entro aprile, sia per i consumatori che per le banche. Sebbene non siano state citate specifiche esatte, CMSPI, un gruppo di consulenza per i pagamenti dei commercianti, ha stimato che da aprile 2019 ad aprile 2020, le nuove commissioni di Visa costeranno ai consumatori americani altri $ 570 milioni.

Per quanto riguarda Bitcoin, il Lightning Network, che secondo alcuni mette la criptovaluta alla pari con i sistemi centralizzati, ha visto una crescita sbalorditiva nelle ultime settimane. Mentre lo sviluppo della soluzione di ridimensionamento è stato principalmente un sottoprodotto degli sforzi di un uomo, Lightning sembra essere sull’orlo di un’esplosione del Cambriano. Ma sarà sufficiente per rendere Bitcoin un concorrente di Visa?

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map