Bitcoin è una copertura contro l’instabilità globale, afferma il principale commentatore di criptovalute

Bitcoin Hedge contro la recessione

Satoshi Nakamoto, lo pseudonimo creatore del progetto Bitcoin, ha sempre espresso un sentore di sfiducia e cinismo nei confronti delle istituzioni centralizzate, tra cui Wall Street e il governo in carica. Questo tema è stato accentuato solo quando Satoshi ha incorporato un titolo del Financial Times, che ha discusso La grande recessione del 2008, nella coinbase del primo blocco in assoluto della sua idea.

Ma nel corso degli anni, la proposta di valore sottostante di Bitcoin è stata interpretata male, soprattutto perché gli schemi di “arricchimento rapido” sono diventati un pilastro del settore. Tuttavia, alcuni dei principali commentatori del settore delle criptovalute hanno cercato di riportare questa comunità alle sue radici, intraprendendo una guerra verbale e sociale per spingere ancora una volta la narrativa anti-establishment.

Bitcoin Hedge contro la recessione

Global Instability presenta un Bitcoin Bull Case

Nel 2017, non era un segreto che la maggioranza degli investitori in Bitcoin avesse acquistato la criptovaluta per guadagno monetario. Ma, poiché il valore delle risorse digitali è diminuito, ai restanti partecipanti a questo spazio è stato dato un nuovo paio di occhi per osservare questo settore con.

Nessuno lo sa meglio di Alec Ziupsnys, meglio conosciuto come RhythmTrader su Twitter, che di recente ha iniziato a pubblicizzare incessantemente i meriti sottostanti di Bitcoin in modo sfacciato. In un recente tweet, Ziupsnys ha osservato che “l’accumulo quasi record del debito pubblico”, i crescenti livelli di instabilità economica e politica globale e l’inflazione delle valute legali dovrebbero spingere un afflusso di pressione sul lato acquisto per la criptovaluta.

https://twitter.com/AlecZiupsnys/status/1095028886361047040

Mentre alcuni affermerebbero che le paure di Ziupsnys sono esagerate, poiché la macroeconomia è aneddoticamente sulla buona strada per una tendenza al rialzo, lo stesso Fondo monetario internazionale (FMI) ha iniziato a esprimere che c’è un motivo di preoccupazione. Al vertice del governo mondiale a Dubai, Christine Lagarde del FMI ha osservato che ci sono “quattro nuvole” che si stanno avvicinando all’ambiente finanziario globale, anche scherzando sul fatto che una “tempesta” potrebbe colpire.

Lagarde ha spiegato che queste nuvole includono gli scontri commerciali tra Stati Uniti e Cina, inasprimento quantitativo, Brexit e, probabilmente la cosa più importante, il “pesante debito” che governi, individui e società hanno accumulato allo stesso modo.

E con tutto questo in mente, alcuni libertari e figure anti-establishment credono che un collasso di gran parte del mondo finanziario legacy sia una possibilità nei prossimi anni. Alcuni con questa mentalità, unita a una propensione alla crittografia, come lo stimato Max Keizer, hanno quindi concluso che le criptovalute sono una copertura perfetta contro una potenziale crisi.

Bitcoin è uno scambio di default del credito contro l’irresponsabilità fiscale

Ziupsyns non è l’unico membro del settore a reclamizzare una forma di questa narrativa. Secondo CNN Business, Travis Kling, ex asset manager di Point72 di Steven Cohen, diventato capo di hedge fund di criptovaluta, ha osservato che Bitcoin è una copertura perfetta contro “l’irresponsabilità della politica fiscale e monetaria” al vertice degli investimenti alternativi di Cayman.

Kling, che ha preso completamente a 180 ° dalla sua vita come un hotshot di Wall Street, ha persino continuato a paragonare la criptovaluta di punta a un credit default swap (CDS) contro le banche centrali, in particolare l’inesauribile propensione delle istituzioni a stampare denaro. I CDS sono, ovviamente, ciò che ha effettivamente causato da solo il tracollo finanziario del 2008. (Ironico, eh.) L’investitore, che ora è il chief investment officer dell’Ikigai con sede a Los Angeles, ha persino commentato di essere diffidente nei confronti del livello di debito in cui i governi si sono trovati coinvolti.

Il fondatore di Ikigai, che ha lanciato il suo fondo nell’ottobre del 2018, ha persino affermato che il monumentale aumento delle strategie di quantitative easing (QE) arruolate è “come scriveresti la sceneggiatura” per l’adozione delle criptovalute, in particolare quelle completamente decentralizzate, in tutto il mondo. In una precedente intervista con TD Ameritrade, Kling ha attribuito questo sentimento alla natura unica di Bitcoin come risorsa non sovrana, deflazionistica, immutabile e decentralizzata.

Sebbene il gestore del fondo sembrasse quasi convinto che le criptovalute siano sull’orlo della grandezza, Kling ha notato che allo stato attuale, c’è un “eccesso di offerta di criptovalute rispetto alla domanda”.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map