Coinbase espande le offerte di carte di debito Visa in criptovaluta in Europa

Coinbase Card

Questa primavera, Coinbase ha lanciato una carta di debito in criptovaluta nel Regno Unito, una mossa che si è rivelata molto popolare tra i suoi utenti del Regno Unito e ha posto le basi per future espansioni.

Ora, il potere di scambio di criptovaluta degli Stati Uniti sta effettivamente consolidando questo slancio nel far avanzare il suo servizio di carte di debito Visa in una serie di nuovi paesi europei – vale a dire Francia, Germania, Irlanda, Italia, Paesi Bassi e Spagna per ora, tutti alcuni dei più grandi del continente. economie e i più grandi hub di criptovaluta.

Coinbase Card

Si è detto molto sul fatto che le criptovalute non siano prontamente spendibili ma al di là della criptoeconomia alle prime armi, quindi il programma Coinbase Card è un passo nella direzione opposta: rende facile e familiare il pagamento delle spese quotidiane con le proprie criptovalute Coinbase, ovvero indistinguibili dall’uso di una banca carta di debito collegata al conto con funzionalità PIN e ATM.

Spagna, Germania, Francia, Italia, Irlanda, Paesi Bassi: spendi le tue criptovalute ovunque e in qualsiasi momento. Coinbase Card è ora disponibile in 6 nuovi paesi. Seguire @CoinbaseCard per aggiornamenti e novità. https://t.co/euKSlLpHAp pic.twitter.com/Gcymune503

– Coinbase (@coinbase) 12 giugno 2019

Per ricevere la carta, i potenziali utenti nelle nazioni appena approvate devono richiederne una sull’app mobile di Coinbase e quindi inserire una lista di attesa. Come lo scambio ha spiegato nel loro annuncio:

“Dopo la chiusura della lista di attesa, il tuo saldo crittografico detenuto su Coinbase sarà immediatamente disponibile per l’uso tramite la carta virtuale in-app e una carta Coinbase contactless verrà inviata per posta.”

Con sette paesi ora autorizzati a partecipare, gli ultimi progressi europei del servizio Coinbase Card hanno nuovamente posto le basi per un’ulteriore espansione. Alla notizia, l’amministratore delegato di Coinbase U.K. Zeeshan Feroz ha affermato che la leadership dell’exchange “guarderà a tutti i nostri mercati chiave, inclusi gli Stati Uniti”, andando avanti..

In particolare, i più ampi pivot delle carte di debito di Coinbase arrivano dopo che il suo più grande concorrente di fatto, Binance, ha abilitato gli acquisti di criptovaluta con carta di credito a gennaio.

Né sono programmi di carte “precaricati”, ovviamente, ma entrambi i rollout sono probabilmente pugni generali in quella direzione. Il co-creatore di Ethereum Vitalik Buterin ha scritto la scorsa estate che le carte di criptovaluta precaricate potrebbero aiutare a portare le criptovalute nel cuore della società mainstream:

“Penso che ci sia troppa enfasi su BTC / ETH / qualunque ETF, e non abbastanza enfasi sul rendere più facile per le persone acquistare da $ 5 a $ 100 in criptovaluta tramite carte nei negozi all’angolo. Il primo è migliore per il prezzo di pompaggio, ma il secondo è molto migliore per l’adozione effettiva “.

Detto questo, le incursioni di Coinbase e Binance nell’arena delle carte suggeriscono che tali carte precaricate, su cui si stanno già lavorando da aziende come Tangem, vedranno anche la loro popolarità e le loro prospettive aumentare, almeno mentre l’ecosistema delle criptovalute è ancora così alle prime armi.

Mai un momento noioso nella raccolta di Coinbase

Essendo uno dei più grandi scambi dello spazio, Coinbase ha un modo per rimanere in prima pagina.

Un giorno dopo aver aggiunto EOS alle sue piattaforme consumer all’inizio di questo mese, l’exchange ha portato EOS a bordo del suo braccio educativo Coinbase Earn, offrendo agli utenti la possibilità di guadagnare fino a $ 10 in criptovaluta.

Lo scambio è seguito giorni dopo aggiungendo Dai a Coinbase Earn, la sua aggiunta inaugurale di stablecoin. Coinbase aveva precedentemente aggiunto Dai a Coinbase.com e alle sue app mobili a fine maggio.

Inoltre, è stato rivelato a maggio che Coinbase Custody, la divisione di asset management basata su cold storage dell’exchange, aveva ufficialmente raggiunto il traguardo di $ 1 miliardo di risorse digitali in gestione. A marzo, Coinbase Custody ha iniziato a offrire supporto per i servizi di staking per i clienti Tezos (XTZ) della piattaforma.

Recentemente c’è stato anche un periodo di transizione in azienda. Il mese scorso, il presidente e chief operating officer di Coinbase Asiff Hirji si è dimesso da quelle posizioni pochi giorni dopo che anche il chief technology officer dell’azienda Balaji Srinivasan ha lasciato la società. Il vicepresidente del business e dei dati di Coinbase, Emilie Choi, da allora ha assunto le redini come COO.

Lo scambio ha anche fatto ondate all’inizio dell’anno per la quotazione di XRP e Stellar lumen (XLM) di Ripple.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map