Comunità divisa sull’app Crypto Payments di Bakkt per Starbucks

Bitcoin Starbucks

Proprio il mese scorso, Bakkt è stato finalmente lanciato. La piattaforma di criptovaluta, supportata dalla società madre del NYSE, l’Intercontinental Exchange (ICE), ha dato il via alle sue operazioni aprendo un mercato dei futures sui Bitcoin.

Questo è stato, per chi non lo sapesse, il lancio più atteso di un veicolo di investimento Bitcoin di sempre, con molti che affermavano che questo evento sarebbe stato ciò che ha dato il via alla prossima corsa al toro della criptovaluta. Ma non è stato così. In effetti, Bitcoin ha subito un cratere di circa il 15% nei giorni successivi al lancio dei futures.

Bitcoin Starbucks

Tuttavia, è stata data troppa enfasi ai futures Bitcoin di Bakkt. Dopotutto, la startup è coinvolta in altre aree dell’infrastruttura di criptovaluta.

Come questo Caratteristica della fortuna ha dichiarato nell’agosto dello scorso anno: “Con la creazione di Bakkt, ICE mira a trasformare Bitcoin in una valuta globale affidabile con un ampio utilizzo”. In effetti, il sito web dell’azienda ha la frase “Costruire il futuro dell’infrastruttura delle risorse digitali” in primo piano e al centro della sua pagina di destinazione. Oltre a offrire futures, la società intende offrire sistemi di pagamento in criptovaluta sia per i commercianti che per i consumatori.

Infatti, lunedì ha visto l’azienda rivelata in un ampio post sul blog che sta cercando di lanciare un’applicazione per il pagamento di beni digitali di consumo nei prossimi nove mesi.

Starbucks e Crypto, un connubio fatto in paradiso?

All’inizio dell’anno, Bakkt ha scioccato il mondo, rivelando di essersi assicurata oltre $ 100 milioni di finanziamenti da alcune enormi società, tra cui Microsoft e Starbucks.

A causa di ciò, si sono rapidamente diffuse voci secondo cui Starbucks era pronta ad accettare nativamente Bitcoin nei suoi negozi in tutto il mondo, il che a sua volta sarebbe stato un caso di “adozione mainstream”. Bakkt, tuttavia, tacque sulla questione, soprattutto quando si avvicinava il lancio del suo futuro.

Ma a quanto pare la sua partnership con Starbucks non viene più messa da parte.

Lunedì, Mike Blandina, CPO di Bakkt, ha rivelato gli ultimi piani dell’azienda. Un punto chiave di questi piani che ha attirato l’attenzione degli investitori di criptovaluta è stata l’affermazione che l’azienda è “ora concentrata sullo sviluppo dell’app consumer e del portale merchant, nonché sui test con il nostro primo partner di lancio, Starbucks, che ci aspettiamo in la prima metà del prossimo anno. “

I dettagli sull’impresa, che potrebbe fare miracoli per la consapevolezza del mainstream delle criptovalute, erano scarsi.

Mentre le intenzioni di Bakkt di lanciare un’app per i pagamenti dei consumatori sono certe, non è chiaro come Bitcoin si adatterà all’equazione, poiché Lightning Network è ancora in beta tacita ed esistono limitazioni transazionali sulla catena principale di Bitcoin. Ma, pubblicazione commerciale Il blocco ha riferito all’inizio di quest’anno che Starbucks accetterà Bitcoin, che verrà convertito in fiat, per non mettere la criptovaluta nel bilancio della catena.

In ogni caso, il CEO di Bakkt Kelly Loeffler ha affermato che la missione di Bakkt è quella di diventare una “rampa di accesso scalabile per la partecipazione istituzionale, commerciale e dei consumatori alle risorse digitali, promuovendo una maggiore efficienza, sicurezza e utilità”. E nonostante un inizio lento con il suo futuro, Bakkt ha dimostrato di voler raggiungere questo obiettivo.

Non necessario?

Mike Novogratz di Galaxy Digital ha accolto rapidamente la notizia. Rispondendo a un rapporto sull’argomento, ha affermato che la potenziale accettazione delle criptovalute da parte di Starbucks è un “grosso problema” in quanto mostra che il mainstreaming delle criptovalute sta arrivando.

Il conduttore televisivo di Bloomberg Joe Weisenthal, d’altra parte, era scettico. Ha scritto di non essere d’accordo con l’opinione di Novogratz sull’importanza dell’applicazione di pagamento pianificata di Bakkt, scrivendo che essendo “incredibilmente facile acquistare caffè in questi giorni con una gamma di sistemi di pagamento”, non riesce “a capire come o perché un sistema basato migliorerà qualsiasi cosa. “

Non sono d’accordo. È incredibilmente facile acquistare caffè in questi giorni con una gamma di sistemi di pagamento e non riesco a capire come o perché un sistema basato su crittografia migliorerà qualsiasi cosa. https://t.co/hEnc4NfqdK

– Joe Weisenthal (@TheStalwart) 28 ottobre 2019

Per aggiungere un po ‘di supposizione, penso che Weisenthal abbia ragione nel dire ciò che ha detto nel contesto di un occidentale. Ma credo che nei luoghi in cui esiste un’inflazione dilagante, censura finanziaria e una valuta locale instabile, le soluzioni di pagamento in criptovaluta siano senza dubbio necessarie.

Sembra, però, che Bakkt si stia concentrando sugli Stati Uniti. Almeno per ora.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map