Confermato: Samsung Galaxy S10 avrà un portafoglio di criptovaluta integrato

Samsung Galaxy S10

Samsung, il più grande conglomerato commerciale della Corea del Sud e il più prodigioso produttore di smartphone al mondo, annunciato mercoledì 20 febbraio, che il suo nuovo smartphone principale, il Galaxy S10, avrebbe funzionalità di portafoglio di criptovaluta integrate. La rivelazione arriva dopo che le voci si sono gonfiate per settimane, l’S10 sarebbe in grado di fungere contemporaneamente da portafoglio hardware crittografico.

Samsung Galaxy S10

I modelli S10, la risposta di fatto di Samsung ai modelli Iphone X di Apple, arrivano 10 anni dopo il lancio da parte della centrale coreana del primo Galaxy S e 10 anni dall’inizio della criptoeconomia.

Samsung Blockchain KeyStore

La vasta portata internazionale del mercato degli smartphone Samsung garantirà che milioni di nuovi utenti in tutto il mondo avranno la capacità di archiviare in modo sicuro le proprie criptovalute, il che potrebbe fornire ulteriori incursioni verso l’adozione di massa delle risorse digitali. Solo nel quarto trimestre del 2018, l’azienda ha spedito più di 70 milioni di smartphone in tutto il mondo.

“Galaxy S10 è costruito con Samsung Knox di livello difensivo, oltre a uno spazio di archiviazione sicuro supportato da hardware, che ospita le tue chiavi private per i servizi mobili abilitati alla blockchain”,

l’azienda ha detto nel loro annuncio. Knox è la soluzione di sicurezza mobile “ambiente sicuro” dell’azienda.

Al momento del rilascio, i modelli S10 andranno da $ 749,99 USD (Galaxy S10e) a $ 999,99 USD (Galaxy S10 +).

Presunte immagini dell’ultimo Galaxy trapelato online il mese scorso, e in quelle immagini le parti interessate criptate si sono rapidamente concentrate su un’app apparentemente nuova denominata “Samsung Blockchain KeyStore”, che si offriva di “proteggere e gestire la tua chiave privata blockchain”. All’epoca, le immagini trapelate mostravano solo i token ether, e quindi ERC20, come supportati, ma presumibilmente l’app Blockchain KeyStore supporterà bitcoin e altre criptovalute..

Brevetti Crypto

Le funzionalità di portafoglio di criptovaluta dell’S10 arrivano dopo che Samsung ha depositato tre brevetti crittografici presso l’Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale nel dicembre 2018. Quei brevetti hanno registrato tre offerte proprietarie in “Blockchain KeyStore”, “Blockchain key box” e “Blockchain Core”. Ora è chiaro che non erano stati depositati in modo difensivo, o almeno il brevetto del KeyStore non lo era.

Il conglomerato coreano aveva anche pubblicato un post sul blog intitolato “Perché gli smartphone hanno la migliore sicurezza per blockchain e criptovaluta” solo la scorsa estate. In esso, la società sosteneva che gli smartphone fossero dispositivi ideali per archiviare criptovaluta spendibile, ovvero criptovalute che non erano partecipazioni a lungo termine.

“I portafogli di criptovaluta basati su smartphone sono l’approccio migliore per l’archiviazione a breve e medio termine, ovvero” spendere soldi “, l’importo che potresti scegliere di portare con te nel tuo portafoglio reale”, ha scritto l’autore del post Joel Snyder.

“Nel frattempo, l’archiviazione a lungo termine della criptovaluta dovrebbe essere eseguita con un backup (o più) della chiave privata, archiviata completamente offline e non sul tuo smartphone: la stessa protezione che potresti avere per il tuo conto di risparmio personale.”

Concorso portafoglio hardware

In questo senso, una serie di smartphone estremamente popolare come il Galaxy che abbraccia l’archiviazione di criptovaluta non rappresenta necessariamente una minaccia esistenziale per i sostenitori del portafoglio hardware come Ledger e Trezor, poiché le offerte di queste società sarebbero ancora ideali per le partecipazioni offline, indefinite e frammentate.

Al contrario, Samsung sta saltando in un’arena in cui la concorrenza sta aumentando rapidamente. La scorsa primavera, il gigante cinese della produzione di smartphone Huawei ha adottato i portafogli bitcoin BTC.com preinstallati nella sua serie di telefoni Honor. Il produttore di smartphone con sede a Taiwan HTC ha recentemente rilasciato il suo smartphone Exodus, che vanta un portafoglio di criptovaluta universale. E Sirin Labs ha anche lanciato il suo smartphone Finney, un’ode al primo sviluppatore di Bitcoin Hal Finney, che offre archiviazione crittografica nativa.

Detto questo, l’S10 è già pronto per ottenere la massima adozione tra tutte queste offerte di smartphone a causa del dominio e della portata del mercato di Samsung. Ovviamente, molti di coloro che acquistano l’S10 potrebbero non finire mai per utilizzare i suoi vantaggi del portafoglio di criptovaluta, ma questi vantaggi fanno presagire un futuro in cui Samsung potrebbe semplicemente mettere i portafogli di criptovaluta in tutti i suoi telefoni futuri.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map