Consumo di energia crittografica: quanto è ecologica la tecnologia Blockchain?

Energia di criptovaluta

In qualche modo la blockchain è stata in grado di attirare critiche per essere stata dura nei confronti dell’ambiente. Mentre è facile vedere come il mining di Bitcoin sia una sorta di area grigia dal punto di vista ambientale, la blockchain ha un vasto potenziale nello sviluppo della tecnologia verde.

Il mining di Bitcoin ed Ethereum è probabilmente il motivo per cui le criptovalute e la blockchain sono state associate alla distruzione ambientale. L’estrazione di bitcoin ha iniziato a consumare grandi quantità di potere man mano che è diventato più popolare durante il 2017, e quando è arrivato dicembre 2017, alcune stime hanno messo il consumo di energia della rete bitcoin alla pari con la nazione della Danimarca.

Energia di criptovaluta

Ciò metterebbe una singola transazione da quel momento a 250kWh, o abbastanza per alimentare una casa per più di una settimana.

Bitcoin non sostituirà Visa tanto presto.

Blockchain, d’altra parte, è efficiente quanto l’architettura che la supporta. Blockchain come Bitcoin ed Ethereum utilizzano la “prova di lavoro” per incentivare le persone a gestire i nodi che consentono alla rete di funzionare, ma ci sono molti altri modi per creare una rete blockchain.

Richard Branson scava il progetto Green Blockchain PowerLedger

Un’area in cui la tecnologia blockchain sta prendendo piede rapidamente è nel settore elettrico. Il modello utilizzato dalla maggior parte delle reti elettriche è stato progettato in un’epoca in cui le grandi fonti generavano elettricità e i consumatori la utilizzavano.

La moderna rete elettrica è stata progettata per essere una strada a senso unico.

Oggi tutto questo sta cambiando. Una società in prima linea nel cambiamento è PowerLedger, con sede in Australia. Sono stati premiati con il primo posto all’Extreme Tech Challenge di Sir Richard Branson l’anno scorso e stanno implementando la loro piattaforma per alcuni progetti di prova.

Guida Powerledger

Più recentemente l’Iberdrola spagnolo annunciato ha completato un progetto di test blockchain che gli consente di dimostrare che l’energia fornita e consumata è rinnovabile al 100%. La creazione di record a un livello in cui i sistemi precedenti hanno avuto difficoltà è un’area in cui la blockchain brilla e l’industria elettrica continuerà probabilmente a sviluppare sistemi basati su blockchain per la tenuta dei registri e per scopi di pagamento.

Dove denaro e potere si incontrano

Il lato finanziario del sistema energetico globale è una fonte di enormi sprechi.

Arun Ghosh, leader Blockchain presso KPMG US, Dillo,

“Sebbene siano ancora in fase di maturazione, le soluzioni blockchain stanno guidando livelli crescenti di fiducia, trasparenza e trasferibilità tra le persone e le organizzazioni che originano, distribuiscono e consumano beni e servizi” e che, “La decentralizzazione e la verifica digitale abilitate dalla blockchain stanno accelerando la governance ambientale che è al centro della ricostruzione e dell’affrontare le sfide ambientali come l’innalzamento del livello del mare, i rifiuti tossici e l’uso misurato di combustibili fossili “.

Ghosh tocca uno degli aspetti più potenti della blockchain. Invece di doversi fidare di una complessa serie di transazioni che devono essere verificate dagli esseri umani, la blockchain consente alle persone di scambiare piccole quantità di elettricità e creare sistemi di generazione su piccola scala che verranno consumati localmente.

L’idea di una rete elettrica locale non è nuova come la blockchain, ma senza blockchain, la fine finanziaria dell’operazione sarebbe molto difficile da realizzare. Le piattaforme blockchain come quella progettata da PowerLedger rimuovono quasi completamente gli esseri umani dal funzionamento dei sistemi di generazione e distribuzione di energia e consentono il regolamento del commercio in assenza di banche.

Un concetto semplice

Cento anni fa, l’umanità non aveva molte opzioni quando si trattava di fonti di energia. Oggi, la generazione solare su piccola e media scala può soddisfare (la maggior parte) i bisogni energetici delle persone in molti luoghi che hanno luce solare sufficiente.

La tecnologia delle batterie relativamente poco costosa è un’altra forza che sta cambiando le nostre opzioni per l’infrastruttura di alimentazione, ma senza sistemi di registrazione dei dati economici, è difficile colmare il divario tra la nostra tecnologia attuale e ciò che è possibile.

Blockchain ha dimostrato di essere una parte vitale dei nuovi sistemi energetici e potrebbe essere una delle maggiori forze nella tecnologia verde in futuro. Sebbene sia giusto affermare che la blockchain non è positiva o negativa per l’ambiente, non ci è voluto molto perché le persone lungimiranti vedessero il suo potenziale per consentire livelli molto più elevati di efficienza nell’uso delle risorse.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map