Court Slaps Bitcoin Hedge Fund e CEO con una multa di $ 2,5 milioni per lo schema Ponzi

CTFC Crypto

L’hedge fund di criptovaluta Gelfman Blueprint, Inc. (GBI) e il suo CEO Nicholas Gelfman sono stati condannati per aver fluttuato uno schema Ponzi fraudolento. Entrambi sono stati ordinati da un tribunale federale di New York di pagare oltre $ 2,5 milioni per la loro complicità nel losco fondo di investimento offshore, secondo un ufficiale comunicato stampa. GBI è un hedge fund denominato Bitcoin (BTC) con sede a New York e costituito nel 2014. Il sito web della società dichiarava di avere 85 clienti e 2.367 BTC in gestione.

CTFC Crypto

La Commodity Futures Trading Commission (CFTC) ha portato avanti questo caso contro GBI da settembre 2017, quando ha presentato la sua prima accusa in assoluto contro Bitcoin Investment Corporation per presunta fluttuazione di uno schema Ponzi dal 2014 al 2016.

Ritorni o perdite sostanziali?

Lo schema fraudolento di Ponzi ha indotto gli investitori a credere che la società avesse creato un algoritmo informatico che facilitava rendimenti sostanziali attraverso un fondo di materie prime. L’algoritmo informatico chiamato “Jigsaw”, tuttavia, è stato una truffa utilizzata per strappare oltre 80 individui per $ 600.000. I profitti di trading falsificati sono stati resi possibili utilizzando un falso “hack” del computer per nascondere le perdite di trading del sistema. I clienti, di conseguenza, hanno perso i loro fondi cedendo alle cifre ben fabbricate.

GBI aveva costantemente riportato guadagni sostanziali mentre gli investitori venivano inghiottiti dai rendimenti falsificati che riportavano hook, line e sinker. L’amministratore delegato aveva per tutto il tempo mungendo individui ingenui che hanno messo la loro fortuna nel progetto.

Commentando la determinazione della Commissione a sradicare giocatori senza scrupoli che stanno perpetuando operazioni simili, il direttore dell’applicazione della CFTC James McDonald ha dichiarato:

“Attraverso il suo lavoro in tutta la Commissione, la CFTC ha dimostrato il suo costante impegno a facilitare l’innovazione FinTech che migliora il mercato. Parte di questo impegno include agire in modo aggressivo e assertivo per sradicare frodi e cattivi attori in queste aree “.

Come presunto, gli imputati qui predavano i clienti interessati alla valuta virtuale, promettendo loro l’opportunità di investire in Bitcoin quando in realtà acquistavano solo nello schema Ponzi dell’imputato. Continueremo a lavorare sodo per identificare e rimuovere i cattivi attori da questi mercati “.

#Crypto ExchangeBenefits

1

Binance
Best exchange


VISIT SITE
  • ? The worlds biggest bitcoin exchange and altcoin crypto exchange in the world by volume.
  • Binance provides a crypto wallet for its traders, where they can store their electronic funds.

2

Coinbase
Ideal for newbies


Visit SITE
  • Coinbase is the largest U.S.-based cryptocurrency exchange, trading more than 30 cryptocurrencies.
  • Very high liquidity
  • Extremely simple user interface

3

eToro
Crypto + Trading

VISIT SITE
  • Multi-Asset Platform. Stocks, crypto, indices
  • eToro is the world’s leading social trading platform, with thousands of options for traders and investors.

Ultima ordinanza del tribunale

La Corte Federale di New York ha ordinato a GBI e Gelfman di pagare $ 554.734,48 e $ 492.064,53 di restituzione ai clienti e $ 1.854.000 e $ 177.501 di sanzioni pecuniarie civili rispettivamente.

Incoraggiato dal suo impegno nell’assicurare i colpevoli alla giustizia, McDonald ha osservato che “questo caso segna l’ennesima vittoria per la Commissione nell’arena dell’applicazione della valuta virtuale. Come mostra la serie di casi, la CFTC è determinata a identificare i cattivi attori in questi mercati valutari virtuali e ritenerli responsabili “.

Si ricorderà che la CFTC ha presentato un simile causa nel tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto settentrionale del Texas contro due imputati a settembre per la sollecitazione fraudolenta di Bitcoin. I due imputati hanno promosso imprese per indurre il pubblico a investire in contratti in valuta estera con leva o margini, come forex, opzioni binarie e diamanti.

Il primo imputato proviene da Arlington, in Texas e gestisce la Diamonds Trading Investment House, mentre il secondo imputato, Kim Hecroft, originario di Baltimora, nel Maryland, possiede First Options Trading. Entrambi sono stati accusati di utilizzare le loro piattaforme di social media per offrire investimenti di trading a clienti ignari.

#CRYPTO BROKERSBenefits

1

eToro
Best Crypto Broker

VISIT SITE
  • Multi-Asset Platform. Stocks, crypto, indices
  • eToro is the world’s leading social trading platform, with thousands of options for traders and investors.

2

Binance
Cryptocurrency Trading


VISIT SITE
  • ? Your new Favorite App for Cryptocurrency Trading. Buy, sell and trade cryptocurrency on the go
  • Binance provides a crypto wallet for its traders, where they can store their electronic funds.

#BITCOIN CASINOBenefits

1

Bitstarz
Best Crypto Casino

VISIT SITE
  • 2 BTC + 180 free spins First deposit bonus is 152% up to 2 BTC
  • Accepts both fiat currencies and cryptocurrencies

2

Bitcoincasino.io
Fast money transfers


VISIT SITE
  • Six supported cryptocurrencies.
  • 100% up to 0.1 BTC for the first
  • 50% up to 0.1 BTC for the second

In un caso presieduto dal giudice Rya W. Zobel, un tribunale distrettuale del Massachusetts ha classificato il token crittografico come rientrante nella definizione di merce per portare la situazione sotto la competenza dei regolatori. Il principale imputato Randall Crater è stato accusato dalla CFTC di presunta violazione del Commodity Exchange Act (CEA) manipolando gli investitori per l’acquisto di “My Big Coin” (MBC) attraverso una serie di dichiarazioni fuorvianti. 28 investitori sono stati presumibilmente truffati per un totale di $ 6 milioni dopo che erano stati fatti credere che MBC fosse sostenuto da riserve auree ed era attivamente scambiato su vari scambi di criptovalute.

Nel loro stratagemma per rafforzare il valore dell’MBC che hanno usato per truffare gli investitori, gli imputati hanno manipolato arbitrariamente il valore dell’MBC per contrastare la volatilità dei prezzi prevista dalle normali criptovalute. L’avvocato degli imputati ha tentato di sostenere che il token non era sotto la giurisdizione della CFTC poiché non era né un bene o un servizio tangibile.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map