Debacle di Bitcoin SV (BSV) vede la seconda ondata: Kraken, altre piattaforme da rimuovere

Bitcoin SV

Mentre alcuni lo negano, l’ecosistema crittografico è un luogo controverso. Il potenziale di cambio di paradigma delle tecnologie blockchain è spesso interpretato male da diversi gruppi, portando a una copiosa quantità di discussioni tra le fazioni del settore.

Uno di questi conflitti ha visto i Bitcoiners e altre comunità di criptovaluta manifestarsi contro Bitcoin Satoshi’s Vision (BSV), in particolare a seguito delle azioni intraprese dai leader del progetto, l’imprenditore canadese Calvin Ayre e il richiedente Satoshi Craig Wright.

E questa debacle ha raggiunto il culmine questa settimana, poiché gli scambi in massa hanno rivelato che avrebbero cancellato BSV in una palese dimostrazione di disapprovazione.

Bitcoin SV

Kraken ascolta un sondaggio, rimuove Bitcoin SV

Lunedì, il Kraken di San Francisco ha sorpreso l’industria delle criptovalute pubblicando un sondaggio su Twitter, che chiedeva agli intervistati se l’exchange dovesse rimuovere Bitcoin Satoshi’s Vision (BSV). Sebbene ciò sia stato fatto in risposta a un effettivo annuncio di cancellazione da Binance, la reazione istintiva ha rapidamente raccolto trazione nella criptosfera.

In poche ore, il sondaggio ha avuto decine di migliaia di intervistati, la maggioranza dei quali ha votato per Kraken per rimuovere il famoso ma controverso fork di Bitcoin. E prima di oggi, il sondaggio si è chiuso, con il 71% di ~ 70.000 stakeholder crittografici che hanno votato per la rimozione del supporto BSV. Kraken ha mantenuto la sua promessa poche ore dopo, pubblicando il seguente tweet e post sul blog per affermare che, alla fine, gli investitori hanno voce in capitolo su ciò che accade con la loro piattaforma preferita.

Le persone hanno parlato. Kraken sta delisting BitcoinSV: https://t.co/8lSUfEYUYr#delistBSV

– Kraken Exchange (@krakenfx) 16 aprile 2019

Secondo il post, che è iniziato con un altruistico “la criptovaluta riguarda la creazione di un mondo migliore”, le azioni del campo BSV non erano in linea con questa visione secondo un’analisi fatta dallo staff di Kraken. La startup americana ha spiegato che “il team dietro Bitcoin SV” ha arruolato comportamenti e pratiche che sono “antitetici” alla suddetta missione e “ciò che la comunità crittografica rappresenta”, che sta spingendo per “la libertà dai sistemi centralizzati, la libertà finanziaria e libertà dall’oppressione. “

Kraken ha esaminato in particolare le affermazioni di Craig Wright sull’identità di Satoshi Nakamoto e le successive minacce legali e azioni legali relative a questa controversia, chiamando le lettere presumibilmente inviate al creatore di Ethereum Vitalik Buterin, alla pubblicazione commerciale Chepicap, sostenitore di Lightning Network Hodlonaut e contenuto crittografico il creatore Peter McCormack “l’ultima goccia”.

E quindi, i depositi di Bitcoin SV sulla piattaforma cesseranno il 22 aprile, il trading di BSV terminerà il 29 aprile e l’asset verrà rimosso completamente dal listino entro il 31 maggio. Chiude il suo post con un espressivo “non c’è spazio per i cattivi attori”, evitando Craig Wright e i suoi colleghi, soprattutto per quanto riguarda le loro decisioni di minacciare gli stakeholder criptati.

Non il primo delisting … né l’ultimo

Sebbene il passo di Kraken per rimuovere la criptovaluta sia una grande notizia in sé e per sé, questa è solo una delle poche revoche di BSV annunciate negli ultimi giorni.

Come riportato da Blockonomi lunedì, Binance, il più grande scambio di criptovalute al mondo, ha rivelato che anche lui eviterebbe BSV. In un annuncio, l’exchange ha osservato che BSV non soddisfa i suoi standard e quindi sarebbe stato rimosso dalla lista entro il 22 aprile, a poco più di una settimana di distanza. Ore dopo l’annuncio di Binance, altre importanti startup crittografiche hanno seguito l’esempio.

Erik Voorhees, una figura anti-establishment che guida la piattaforma di trading istantaneo di criptovalute ShapeShift, ha affermato che la sua azienda è al fianco di Binance. Ha affermato che entro 48 ore dalla pubblicazione del tweet, ShapeShift avrebbe rimosso il supporto per lo scambio di Bitcoin Satoshi’s Vision.

Ore dopo, il fornitore di wallet Blockchain.com ha seguito l’esempio. Analogamente a come Voorhees ha fatto il suo annuncio, l’amministratore delegato dell’azienda fintech con sede a San Francisco, Peter Smith, ha rivelato su Twitter che nei prossimi trenta giorni la sua azienda “chiuderà il supporto per le transazioni BSV”, aggiungendo che gli utenti del derivato Bitcoin dovrebbe “andare da qualche altra parte”.

Altri importanti scambi e fornitori di infrastrutture dovrebbero presto rimuovere BSV. Come si è detto su Twitter, questo è l’effetto domino del delisting di BSV.

BSV Reels In Delisting Spree

Questa massa di indignazione della comunità non è stata un vantaggio per BSV, questo è certo. Al momento della stesura di questo articolo, l’asset crittografico è sceso del 3,5% nelle ultime 24 ore, mentre Bitcoin, Ethereum e il mercato in generale sono aumentati del 3%. BSV è attualmente scambiato a $ 57,5 ​​ciascuno, in calo dai $ 71 prima dell’improvvisa mossa di Binance.

È interessante notare che Bitcoin Cash ABC (BCH) ha visto una grande candela verde come risultato di questa diffusa avversione BSV. Una volta che Binance ha annunciato la notizia della rimozione del supporto, i trader e gli investitori di BSV si sono mossi per liquidare il loro stack, scambiandoli con USDT o BCH di Tether – da qui l’impennata.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map