Ethereum 2.0

La comunità di Ethereum continua a fare passi da gigante in vista del previsto avvento di “Ethereum 2.0” il prossimo anno.

L’ultimo di questi passi è stato svelato il 9 settembre, quando i costruttori dietro i client Lighthouse e Nimbus ETH 2.0 – rispettivamente i team Sigma Prime e Status – hanno annunciato che i loro clienti avevano raggiunto quella che sembrava essere la “prima istanza di finalità su un multi- client Eth2 testnet “, ha osservato Paul Hanner di Sigma Prime.

Ethereum 2.0

Rompiamo un po ‘il traguardo. Nel contesto di Ethereum, un client è un software che consente a un utente di verificare e interfacciarsi con la blockchain. Oltre a Lighthouse e Nimbus, ci sono diversi client ETH 2.0 in lavorazione, tra cui Prysm, Parity, Harmony e Hyperledger Besu.

&# 128588; # ETH2 sta arrivando! &# 128588;

Se avevi bisogno di un motivo per festeggiare oggi eccone uno: la prima istanza di finalità su un multi-cliente #ethereum 2.0 testnet! &# 129395;&# 127870;&# 129346;

#EpicAchievementUnlocked

Grandi complimenti a tutti!!! &# 128079;&# 128079;&# 128079; https://t.co/qOsfuE9xFn

– Mihai Alisie (@MihaiAlisie) 9 settembre 2019

Detto questo, la recente interazione tra Lighthouse e Nimbus sembra la prima volta che due client separati hanno finalizzato insieme un’epoca di testnet ETH 2.0. Qui, la finalità si riferisce al concetto di transazioni che diventano irreversibili e l’epoca si riferisce a un gruppo di 100 blocchi nella blockchain di Ethereum aggiornata.

In altre parole, alcuni dei primi importanti lavori che aiuteranno a realizzare la futura evoluzione di Ethereum stanno arrivando secondo necessità nel qui e ora.

Questa evoluzione, che avverrà durante l’aggiornamento multifase di Serenity, inizierà ad un certo punto il prossimo anno. Il ricercatore della Fondazione Ethereum Justin Drake ha precedentemente suggerito che l’inizio del 2020 potrebbe essere il punto di lancio per la Fase 0 di Serenity, anche se tale suggerimento potrebbe finire per essere ottimista.

Ogni volta che inizia la Fase 0, segnerà l’inizio formale di Ethereum che diventerà del tutto una nuova blockchain, che farà affidamento sul consenso proof-of-stake, sharding e tecnologia Plasma.

“Ethereum 2.0 sta passando da questo progetto sperimentale che Vitalik ha lanciato solo pochi anni fa a un protocollo blockchain più pronto per la produzione”, ha detto l’anno scorso a CoinDesk Peter Mauric, Head of Public Affairs di Parity.

Istanbul Hard Fork ha un importante test programmato per il prossimo mese

Istanbul sarà l’ultimo importante aggiornamento della rete che Ethereum subirà prima che la roadmap della piattaforma si sposti su Serenity il prossimo anno.

In particolare, un Istanbul testnet doveva essere lanciato il 4 settembre, ma gli sviluppatori principali di Ethereum hanno deciso la scorsa settimana di posticipare tale testnet al 2 ottobre per avere più tempo per esaminare altre proposte di miglioramento di Ethereum (EIP) da includere a Istanbul.

Il rinvio significa che anche l’attivazione programmata di Istanbul sulla mainnet verrà posticipata, ora prevista per un po ‘di tempo nel mese di novembre.

“Cominciamo con l’impostazione del fork di testnet e vediamo come va e troviamo un periodo di stabilità prima di rivedere quando impostare il fork di mainnet”, ad es. Galano, capo ingegnere infrastrutturale di Infura, ha dichiarato durante una chiamata agli sviluppatori il 6 settembre.

Ogni volta che sarà disponibile, l’aggiornamento attiverà una serie di ottimizzazioni. Vale a dire, Istanbul consentirà di abbassare i costi di archiviazione, di utilizzare gli zk-SNARK in modo più economico e di modificare alcuni prezzi dei codici operativi. Inoltre, Istanbul consentirà l’interoperabilità tra Ethereum e Zcash facendo in modo che i contratti intelligenti di Ethereum possano verificare Equihash PoW.

Altro in uscita dal blocco dell’interoperabilità di Ethereum

Durante il fine settimana, i team che lavorano sui clienti dell’ecosistema Ethereum 2.0 si sono riuniti per un “lock-in”, in cui le persone coinvolte si sono accovacciate per alcuni giorni per sperimentare come alpha tester per il software dell’altro.

Questa è la storia di ETH2.0 in divenire.

Consulta l’elenco completo degli obiettivi che i team ETH2.0 stanno cercando di raggiungere durante il #Interop Bloccare: https://t.co/Dw6E9BSROp https://t.co/W5a7Uy3xQy

– DeFi Pulse &# 127815; (@defipulse) 8 settembre 2019

Impostato per avere luogo per qualche altro giorno, il lock-in dovrebbe produrre più traguardi e aiutare a spianare il percorso verso ETH 2.0. Da un lato, anche i clienti di Artemis e Lighthouse hanno iniziato a interagire.

Cose eccitanti che escono dal # eth2interop lock-in durante il fine settimana &# 128165; #Artemis e #Faro @sigp_io stanno parlando e mancano ancora 5 giorni interi! Qual è il prossimo? &# 128064;&# 129300; # eth2 #Ethereum #Interop https://t.co/BN1yLhutDU pic.twitter.com/Mqh3iG8Czc

– PegaSys (@PegaSysEng) 9 settembre 2019

“È incredibilmente importante per i clienti documentare i propri progressi, eventuali problemi che sorgono durante questo processo (componenti non conformi, problemi di coordinamento, incubi di debug, ecc.) E le soluzioni che impiegano per affrontare questi problemi”, la pagina GitHub dell’evento legge.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me