È ufficiale: il governo tedesco ora ha una strategia Blockchain

Germania

Il governo tedesco ha ufficialmente stabilito le sue priorità quando si tratta di tecnologia blockchain.

Il 18 settembre, il Ministero federale delle finanze e il Ministero federale dell’economia e dell’energia hanno pubblicato il loro “Blockchain-Strategie,”Che delinea come la Germania – la principale economia europea e il suo stato più influente – abbraccerà e lavorerà all’interno dell’ecosistema blockchain andando avanti sotto l’amministrazione del Cancelliere Angela Merkel.

Germania

In effetti, i ministeri hanno affermato che si sforzeranno di rendere il paese un hub per le attività di sviluppo della blockchain:

“Il giovane e innovativo ecosistema blockchain in Germania dovrebbe essere preservato e continuare a crescere. La Germania dovrebbe essere un luogo attraente per lo sviluppo di applicazioni blockchain e gli investimenti nel loro ridimensionamento. Allo stesso tempo, le grandi aziende, le piccole e medie imprese e le startup, così come il settore pubblico, i paesi, le organizzazioni della società civile ei cittadini dovrebbero essere messi in grado di prendere decisioni informate sull’uso della tecnologia “.

Il piano di gioco

Per raggiungere i suoi obiettivi blockchain recentemente delineati, il governo tedesco ha detto che uno sforzo che vuole intraprendere è ideare un “quadro normativo orientato agli investimenti e alla crescita” per la criptoeconomia domestica in modo che i mercati possano “funzionare senza l’intervento dello Stato e il principio di sostenibilità è garantito . “

Inoltre, i ministeri hanno affermato che avrebbero adottato un approccio su più fronti per diventare un hub blockchain, in particolare promuovendo gli imprenditori, incoraggiando gli investimenti, garantendo stabilità, consentendo una concorrenza leale, promuovendo la cooperazione internazionale, supportando le parti interessate e garantendo la privacy nel loro angolo di l’ecosistema.

In particolare, questi obiettivi e la loro strategia sottostante sono stati creati attraverso consultazioni con oltre 150 parti interessate della criptoeconomia negli ultimi mesi. Il compito a portata di mano ora è mettere tutto in azione.

Difenderemo i nostri soldi

La scorsa settimana, i governi di Germania e Francia si sono espressi dichiarando congiuntamente di aver accettato di bloccare il progetto Facebook Libra.

È stato un colpo di grazia per lo sforzo di stablecoin di alto profilo, con le due potenze europee che all’epoca hanno affermato che “nessuna entità privata può rivendicare il potere monetario, che è inerente alla sovranità delle nazioni”.

L’ultima brutta notizia per la Bilancia, quindi? Quella dichiarazione è stata più di un semplice discorso duro per la Germania, se la nuova strategia blockchain della nazione è un’indicazione.

“A livello europeo e internazionale, il governo federale lavorerà per garantire che le stablecoin non diventino un’alternativa alle valute statali”, si legge nel documento strategico.

Quindi, mentre il paese è determinato a promuovere in generale l’innovazione blockchain nazionale, non aspettarti che il potere europeo se la caverà presto con la Bilancia.

La grande domanda per ora di conseguenza è se altri paesi europei più piccoli seguiranno il ruolo di Germania e Francia nell’assumere una posizione così severa contro la criptovaluta di Facebook. Se altre potenze europee finissero per seguire l’esempio, la Bilancia potrebbe regolamentare fuori dal continente.

Interessanti sviluppi recenti

Al di là del nuovo abbraccio strategico del governo alla blockchain, la Germania ha visto il suo settore privato muoversi sempre più verso la tecnologia.

Ad esempio, il mese scorso la seconda banca del paese, la Commerzbank AG con sede a Francoforte, ha rivelato di aver testato un sistema di pagamento machine-to-machine (M2M) che utilizzava blockchain per automatizzare i pagamenti tra camion e stazioni di ricarica.

“Per questa transazione, Commerzbank ha emesso euro su una blockchain e ha fornito a Daimler Trucks” cash on ledger “(ovvero i soldi sulla blockchain) per elaborare il pagamento”, ha detto la banca.

Un altro sviluppo chiave ha avuto luogo a luglio, quando BaFin, il principale cane da guardia finanziario della Germania, ha approvato un’offerta da 250 milioni di euro di obbligazioni immobiliari tokenizzate su Ethereum dalla startup di investimenti digitali Fundament Group.

“È stata davvero la prima volta che abbiamo approvato un prospetto riguardante le obbligazioni immobiliari basate su blockchain”, ha commentato un portavoce della BaFin alla notizia. Se la nuova strategia blockchain del paese ha successo, aspettati sviluppi simili in breve tempo.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map