Ethereum Hashrate Down come comunità fa i conti con il periodo di transizione

Ambiente minerario Bitcoin

In una criptoeconomia ribassista dal 2018, la marcia di Ethereum verso la proof of stake (PoS) e i crescenti dibattiti ProgPoW, il Hashrate di Ethereum è diminuito del 50% dall’hashrate più alto di tutti i tempi della rete di quasi 296 TH / s lo scorso agosto.

Con l’hashrate di Ethereum che si aggira intorno ai 150 TH / s, resta da vedere se il picco di hashrate della rete sarà nuovamente raggiunto prima che la blockchain transiti dal mining di proof-of-work (PoW) allo staking, o PoS, per il prossimo e molto -hyped Serenity aggiornamento “ETH 2.0”.

Ambiente minerario Bitcoin

Finora, Ethereum ha fatto affidamento sul mining per avviare il suo eventuale perno sullo staking. Il mining coinvolge macchine avanzate, come GPU o ASIC, che completano complessi problemi matematici al fine di convalidare le transazioni e coniare nuove monete. D’altra parte, lo staking coinvolge gli utenti che detengono somme di criptovaluta in portafogli speciali per eseguire queste stesse funzioni.

Hashrate per $ ETH è sceso del 50% dal suo ATH e non vede alcun recupero. vs $ BTC anche una volta ha visto un calo del 50% ma è costantemente risalito ora è l’80% (50E) di ATH (60E)

Questo è il riflesso più diretto della fiducia dei minatori in base alle loro aspettative su quella moneta PoW. pic.twitter.com/63NU9E9tCs

– Dovey 以德服人 Wan &# 128477; &# 129430; (@DoveyWan) 24 marzo 2019

Con il rilascio iniziale della specifica ETH 2.0 all’inizio di quest’anno e mormorii di Serenity in crescita, sembra probabile che una fascia non banale del declino acuto del 50% dell’hashrate di Ethereum sia stata causata dalla chiusura delle operazioni dei minatori di Ethereum prima dell’arrivo dello staking e del conseguente ridondanza dei loro impianti per l’estrazione di etere.

Resta anche da vedere quanto ulteriormente questa tendenza al calo dell’hashrate potrebbe andare nei mesi a venire, vale a dire prima che Serenity venga ufficialmente rilasciato. Anche ancora, l’attuale hashrate di Ethereum lo rende ancora la rete di criptovaluta più sicura dietro Bitcoin (BTC), che a sua volta vanta attualmente un enorme hashrate di oltre 45.400 PH / s.

I dibattiti di ProgPow si scaldano

Un altro problema nella transizione di Ethereum dal mining è la potenziale transizione della rete a ProgPoW, un algoritmo PoW resistente al mining ASIC.

Gli sviluppatori di Ethereum avevano precedentemente annunciato la loro decisione provvisoria di passare a ProgPow a gennaio. La ragione? Per evitare il mining centralizzando la proprietà ETH nelle mani di alcune potenti farm ASIC prima di effettuare lo staking. In quanto tale, ProgPoW ridurrebbe l’efficienza dell’etere di mining degli ASIC a non più del 20 percento dell’efficienza delle GPU, che sono più convenienti e accessibili.

Tuttavia, negli ultimi giorni il dibattito su ProgPoW è diventato più controverso, con più voci nella comunità che si sono pronunciate contro un cambiamento rispetto all’attuale algoritmo Ethash della rete Ethereum. I critici, come il fondatore di Gnosis Martin Köppelmann e il fondatore di Spankchain Ameen Soleimani, hanno sostenuto che il perno non è necessario e quindi una perdita di tempo.

Mi oppongo #progPOW.

Retweet se lo fai anche tu.

– Martin Köppelmann (@koeppelmann) 22 marzo 2019

Al contrario, anche i sostenitori di ProgPoW stanno mantenendo la loro posizione. Nick Johnson, sviluppatore di Ethereum Core e Ethereum Name Service (ENS) sostenuto il 23 marzo ProgPoW è in linea con la visione originale di Ethereum del mining accessibile:

“Ethereum aveva originariamente l’obiettivo di egualitarismo nel settore minerario; chiunque dovrebbe essere in grado di partecipare, utilizzando l’hardware che potrebbe già avere. I prezzi energetici regionali e le economie di scala hanno intaccato questo, ma rinunciare alla resistenza ASIC lo ucciderebbe per sempre.

Lo vogliamo? “

Per ora, la domanda di Johnson resta aperta.

L’audit ProgPoW va avanti

Ovunque vadano i dibattiti ProgPoW da qui, c’è una verifica dell’algoritmo di consenso avanzando sotto la supervisione degli Ethereum Cat Herders, un “gruppo di contributori indipendenti alla comunità Ethereum” per loro GitHub.

Audit ProgPoW: obiettivi e aspettative di @EthCatHerders. Include un collegamento al nostro @GetGitcoin generosità! https://t.co/aEWprnlqD1

– Hudson Jameson (@hudsonjameson) 25 marzo 2019

Gli Herders hanno condotto una votazione per monete e una votazione per minatori e in entrambi i sondaggi hanno trovato un sostegno schiacciante per l’implementazione del ProgPoW. Successivamente, il gruppo ha proceduto con il compito di identificare una terza parte che potesse eseguire un audit tecnico dell’algoritmo e ha deciso Least Authority, una società di consulenza sulla sicurezza che ha precedentemente verificato Ethereum e Zcash.

Di conseguenza, qualsiasi decisione finale su ProgPoW verrà presa dopo l’audit, a quel punto la comunità di Ethereum può avere un’ultima possibilità per decidere se combattere o meno in modo deciso contro gli ASIC nell’era calante dell’estrazione di etere..

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map