Grandi novità per Chainlink (LINK) poiché Google Cloud presenta le app Blockchain “ibride”

Catena & amp; Google

Un mashup di Google e Chainlink (LINK)? Non sto scherzando.

Giovedì, il team di Google Cloud ha pubblicato un articolo intitolato “Creazione di applicazioni blockchain / cloud ibride con Ethereum e Google Cloud”. Al suo interno, il sostenitore degli sviluppatori della suite di cloud computing Allen Day delineato come La tecnologia Oracle del middleware di Chainlink potrebbe essere utilizzata per eseguire il ping dei dati da BigQuery, il data warehouse serverless di Google Platform-as-a-Service, sulla blockchain di Ethereum.

Catena & amp; Google

La triplice combinazione può portare a ciò che il team di Google Cloud ha soprannominato applicazioni cloud ibride-blockchain, come ha evidenziato Day:

“Le possibili applicazioni sono innumerevoli, ma abbiamo concentrato questo post su alcune che riteniamo di grande utilità immediata: mercati di previsione, contratti futures e privacy delle transazioni”.

Il sostenitore dello sviluppatore ha proceduto a offrire una breve spiegazione tecnica di come precisamente le applicazioni decentralizzate di Ethereum, o dapps, potrebbero recuperare i dati da BigQuery tramite un contratto Oracle di Chainlink, che potrebbe di conseguenza attivare “l’esecuzione della logica di business specifica di Dapp a valle”.

Siamo entusiasti di condividere che Google è una delle grandi aziende che si integrano #Chainlink nel loro approccio all’adozione di contratti intelligenti. Ecco come @GCPcloud gli utenti possono utilizzare Chainlink per connettersi a BigQuery, uno dei servizi cloud più popolari di Google. https://t.co/TfaGPP5TlS

– Chainlink – Canale ufficiale (@chainlink) 13 giugno 2019

In particolare, un tale sistema darebbe a dapps la possibilità di chiamare i dati blockchain dal programma Google Cloud Public Datasets, che ospita la raccolta di dati della piattaforma cloud da otto blockchain pubblici. Come ha spiegato separatamente il co-fondatore di Coinmetrics.io Nic Carter su Twitter, lo sviluppo significava che i blockchain ora potevano “sapere cose su se stessi”, per così dire.

Sviluppo affascinante. Oracoli fidati che sono in grado di inserire dati nei contratti on-chain consentono alle blockchain di _conoscere le cose su se stesse_ che consente il regolamento di tutti i tipi di scommesse complesse. https://t.co/avejIjAJDz

– nic carter (@nic__carter) 13 giugno 2019

Come suggerito da Carter, quella dinamica potrebbe essere sfruttata per creare coperture e scommesse contro ogni sorta di cose associate alla tecnologia blockchain. Day ha usato l’esempio dei prezzi del gas di Ethereum nella sua spiegazione:

“I contratti finanziari come i futures e le opzioni sono stati originariamente sviluppati per consentire alle aziende di ridurre / coprire il rischio relativo alle risorse critiche per il loro funzionamento. Allo stesso modo, i dati sull’attività on-chain, come i prezzi medi del gas, possono essere utilizzati per creare semplici strumenti finanziari che forniscono pagamenti ai loro possessori nei casi in cui i prezzi del gas aumentano troppo “.

Il sostenitore dello sviluppatore ha anche notato che l’oracolo di BigQuery Chainlink potrebbe essere utilizzato per migliorare la privacy e i mercati di previsione sulla catena. Day ha affermato che lui e i suoi colleghi si aspettavano che la “tecnica di interoperabilità” delineata portasse in generale allo sviluppo di “applicazioni ibride che prendono il meglio di ciò che le piattaforme di contratti intelligenti e le piattaforme cloud hanno da offrire”.

LINK Il prezzo aumenta sulle notizie

Anche quella ipotetica possibilità di cose più grandi a venire non è stata persa per i trader LINK. La pressione sugli acquisti è esplosa acutamente attorno al token del progetto Oracle decentralizzato mentre si diffondeva la voce del lavoro di Google Cloud, con LINK che ha raggiunto $ 1,94 quando il suo prezzo è aumentato di oltre il 60% nel corso della giornata a un certo punto.

La notizia arriva quando il progetto Chainlink è in fermento nelle ultime settimane. Per prima cosa, il token LINK è stato uno dei maggiori rialzi dell’anno, poiché il suo prezzo è aumentato di oltre il 150 percento nel mese e di oltre il 760 percento dall’inizio di gennaio.

Perché? L’ottimismo si è diffuso nella comunità del progetto prima e dopo il lancio della mainnet di Chainlink su Ethereum, che ha avuto luogo molto rumore alla fine di maggio. Al momento del rilascio, il maestro del progetto Sergey Nazarov ha ringraziato le parti interessate che hanno aiutato lungo il percorso:

“L’intero team e io siamo profondamente grati di avere una comunità entusiasta, perspicace e sinceramente interessata che vede il valore a lungo termine di ciò che stiamo costruendo. Grazie per tutto il vostro supporto. “

Anche il dramma dell’oracolo ha preso piede sulla scia delle recenti collaborazioni. Il mese scorso, Chainlink ha stretto una partnership con Hedera Hashgraph per servire il libro mastro distribuito di quel progetto con oracoli decentralizzati.

Quell’accordo ha portato la quantità di partnership di criptoeconomia che Chainlink ha raggiunto a circa 30. Più recentemente, la rete Matic – una prova del progetto sidechain di stake – ha annunciato questa settimana che sarebbe integrando La tecnologia di Chainlink nel suo sistema. Probabilmente è solo l’ultima di molte altre partnership di questo tipo a venire.

Maggiori informazioni su Chainlink nelle nostre guide:

  • Cos’è Chainlink?
  • Cosa sono gli oracoli?
Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map