I derivati ​​di Bitcoin vedono un enorme maggio: perché questo potrebbe essere preoccupante

Bitcoin

Bitcoin (BTC) ha avuto sette settimane folli. Dopo aver finto la morte per più di tre mesi, con poca azione sui prezzi e scarsi volumi di cui parlare, il mercato delle criptovalute è tornato.

In effetti, al momento della stesura di questo articolo, la cifra del volume di 24 ore sull’indicatore BitcoinTradeVolume di Bitwise si legge a $ 917 milioni, molto più alto dei $ 500 milioni visti prima di tutta questa azione sui prezzi. (Solo la scorsa settimana, questo letto a 2,38 miliardi di dollari sbalorditivi).

Bitcoin

Poiché l’interesse delle criptovalute per i mercati spot, spesso dominati da investitori al dettaglio, è aumentato, anche le piattaforme di derivati ​​hanno registrato enormi aumenti. Mentre molti vedono questo come un segno che l ‘”inverno criptato” è finito, alcuni sono preoccupati che i derivati ​​possano ostacolare il successo a lungo termine di Bitcoin e la proposta di valore sottostante.

I derivati ​​Bitcoin vedono volumi sbalorditivi

La scorsa settimana, il contratto future sui Bitcoin del Chicago Mercantile Exchange ha visto il suo giorno più importante, beh, di sempre. Secondo dati esatti compilati dalla stessa CME, il 13 maggio sono stati scambiati 33.677 contratti, pari a 168.385 BTC cartacei.

Questo è assolutamente sbalorditivo, soprattutto considerando che l’ultimo record, stabilito a febbraio, è stato relativamente di 91.690 BTC. Mentre il volume si è abbassato dopo quella sessione di trading, i dati mostrano che il denaro sulle piattaforme dei derivati ​​sta ancora entrando e uscendo dal mercato delle criptovalute.

Martedì, la pubblicazione di criptovaluta Diar ha rilasciato il suo ultima newsletter. Nell’edizione, è stato rivelato che i volumi dei derivati ​​Bitcoin sono cresciuti insieme ai volumi visti sui mercati spot. Citando i dati della startup di analisi Skew, Diar osserva che su piattaforme come CME, Deribit, BitMEX e CryptoFacilities di proprietà di Kraken, i volumi dei veicoli Bitcoin stanno raggiungendo i massimi di più mesi, anche di tutti i tempi.

In effetti, secondo un’e-mail con timbro CME da The Block, “Maggio si preannuncia come il mese più forte di sempre per CME Bitcoin Futures”. Il mercato con sede a Chicago ha guardato al fatto che il 13 maggio, $ 1,3 miliardi di BTC cartacei sono passati di mano e il numero di account che scambiano il prodotto è cresciuto ben oltre i 2.500. Lo scambio spiega questa statistica:

“Il numero di account unici continua a crescere, dimostrando che il mercato utilizza sempre più i futures BTC per coprire il rischio di bitcoin e / o accedere all’esposizione”.

È uno spettacolo simile sulle piattaforme più specifiche per le criptovalute. A maggio (finora), BitMEX ha registrato un volume di $ 78,6 miliardi, circa la metà della capitalizzazione di mercato di Bitcoin, mentre Deribit ha visto un volume di quasi $ 600 milioni per la sua gamma di contratti di opzione.

La finanziarizzazione di Crypto potrebbe essere negativa?

Sebbene molti vedano che un ecosistema di derivati ​​in crescita è un segno di un mercato in maturazione, alcuni hanno ipotizzato che per BTC e altre criptovalute, ciò potrebbe essere dannoso a lungo termine. Il banchiere di Wall Street diventato sostenitore della blockchain Caitlin Long ha scritto l’anno scorso che la finanziarizzazione della criptovaluta potrebbe essere una “spada a doppio taglio”.

Lei ha scritto che le criptovalute sono intrinsecamente basate su azioni, il che significa che non hanno nulla a che fare con azioni, obbligazioni e simili.

Ciò rende i mercati dei futures, in particolare quelli che consentono il margine / leva finanziaria, per questa nuova classe di attività alquanto controversi in quanto consentono l ‘”emissione di più attività dal nulla per diluire i detentori esistenti, o dalla creazione di più crediti al bene che risorse. ” Poiché la premessa di Bitcoin è quella della scarsità e quella di “detenere le proprie chiavi”, l’introduzione di mercati dei futures con leva istituzionale potrebbe diluire artificialmente il mercato della criptovaluta, nonostante il fatto che non ci siano monete per sostenere quei veicoli.

Anche se questo non è vero, è stato dimostrato che i futures, specialmente quelli abilitati al margine, causano la scoperta di prezzi inorganici nel mercato delle criptovalute. Il ricercatore Willy Woo ha recentemente notato che la recente incursione di Bitcoin oltre $ 8.000 è stata molto probabilmente il risultato del trading di “professionisti” e del gioco di questo nascente mercato a loro vantaggio.

Egli sottolinea che i dati blockchain, che dovrebbero mostrare il flusso di denaro dagli “HODLer” agli scambi e dagli scambi agli scambi durante i rally, hanno mostrato un movimento di capitale minimo. Woo conferma quindi che gran parte del recente rally è stata una “breve compressione orchestrata per i profitti del latte”, probabilmente realizzata per mezzo di piattaforme di derivati ​​non KYC, facilmente accessibili e ad alto volume come BitMEX.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map