I futures Bitcoin CME vedono il giorno più grande di sempre: anche nel mezzo del mercato orso

Futures CME

Non è un segreto che il crollo dei prezzi di Bitcoin del 2018 abbia scoraggiato una serie di investitori. Bitcoin.info, uno dei principali fornitori di analisi di criptovaluta, dispone di statistiche che indicano che le citazioni della criptovaluta di punta su Twitter si stanno avvicinando ai livelli visti a metà 2016, prima del putiferio mediatico visto durante l’ultima corsa al toro criptato.

Tuttavia, gli attori istituzionali hanno apparentemente continuato a cercare il coinvolgimento in questo spazio in erba, facendo investimenti poiché i cinici affermano che la criptovaluta sta raggiungendo la sua fine. Per dati esclusivi raccolti da The Block, il mercato dei futures di Bitcoin sostenuto dal CME con sede a Chicago ha raccolto livelli di attenzione monumentali negli ultimi tempi.

Futures CME

I volumi dei Futures Bitcoin esplodono dopo il rally

Citando un’e-mail interna, su cui l’outlet è riuscito a mettere le mani, il 19 febbraio, non 24 ore dopo che il valore aggregato di tutte le risorse digitali è aumentato del 10%, ha visto la più grande sessione di scambio di Bitcoin di CME fino ad oggi. Il veicolo futures dell’azienda, lanciato quando Bitcoin veniva scambiato a $ 20.000 al pezzo, ha visto 18.338 contratti, del valore di 91.690 BTC ($ 360 milioni), scambiati solo quel giorno. Rispetto ai 4.630 contratti del prodotto in volumi medi giornalieri, la sessione di martedì è stata senza dubbio sbalorditiva. Commentando lo sviluppo di questo mercato, un dipendente CME ha scritto:

“Il primo trimestre del 2019 è partito alla grande, ADV è migliorato a 4.630 contratti (23.150 bitcoin equivalente), in aumento del ~ 13% rispetto al quarto trimestre del 2018 mentre [gli interessi aperti] sono aumentati … [del] 21,5% rispetto al quarto trimestre del 2018.”

Facendo riferimento a questa statistica, Eugene Ng, un partner del fondo di investimento cripto-centrico Circuit Capital, ha osservato che i volumi di contratti visti sui mercati delle criptovalute CME accentuano solo che le istituzioni sono proprio dietro l’angolo.

Ieri i futures CME Bitcoin hanno stabilito un nuovo record con 18.338 contratti scambiati, che equivale a 91.690 bitcoin o $ 360mil.&# 128293;

“L’aumento dei volumi può essere dovuto al graduale aumento dell’interesse istituzionale”

Chi dice che le istituzioni non stanno arrivando? Stanno arrivando per il nostro Bitcoin! &# 128640;

– Eugene Ng ⚡️ (@Eug_Ng) 21 febbraio 2019

La nota CME lo confermerebbe, come ha spiegato un rappresentante dell’azienda che “l’interesse istituzionale è gradualmente aumentato” da novembre.

Afflusso di volume appuntato su JP Morgan Coin

Mentre il catalizzatore di questo afflusso di volume dei futures è stato ampiamente attribuito al rally del 17/18 febbraio, che ha inviato Bitcoin sopra $ 3.600, $ 3.700 e $ 3.800 in rapida successione, fonti affermano che ha molto a che fare con l’ultima offerta blockchain di JP Morgan Chase. Fonti del mondo istituzionale a cui parlano Abacus Journal ha affermato che l’annuncio del cosiddetto “JPM Coin” ha fatto invocare ancora una volta gli investitori per le criptovalute. Un insider, che ha parlato all’outlet in termini di anonimato, ha dichiarato:

“Ogni adulto con un conto in banca e un lavoro sa chi è JP Morgan. Quindi l’annuncio di una criptovaluta nativa ha portato l’interesse a un livello rinnovato e fresco che era stato diminuito per quasi tutto il 2018. Mia moglie me lo ha chiesto persino il giorno dopo che è stato annunciato. “

Un altro investitore anonimo ha confermato questo sentimento, dicendo ad Abacus che l’asset digitale sostenuto da Wall Street sarà una notizia che “ha eliminato mercato orso.”Alcuni, ovviamente, hanno implorato di dissentire, sostenendo che il rally non aveva nulla a che fare con l’effettivo timbro di approvazione delle tecnologie blockchain da parte di JP Morgan. Tuttavia, questo non esclude il fatto che i volumi dei futures su Bitcoin siano fuori scala, indicando che i pezzi grossi dei mercati finanziari legacy stanno ancora tenendo d’occhio questo spazio.

Il prossimo campo di battaglia di Crypto?

Poiché la domanda sembra essere più presente che mai per futures su criptovaluta e altri prodotti derivati, i nuovi arrivati ​​hanno iniziato a cercare incursioni in questo sottosettore. Il Kraken, con sede nella Bay Area, ad esempio, ha recentemente acquisito Crypto Facilities, una startup del Regno Unito incentrata sui derivati ​​crittografici, per “nove cifre”. Anche il Nasdaq, la seconda borsa valori del mondo, ha cercato di cimentarsi in questo aspetto del mercato Bitcoin. A novembre, l’istituto pro-innovazione di New York ha annunciato di aver unito le forze con VanEck, speranzoso ETF di Bitcoin, per lavorare su “contratti futures di tipo crypto 2.0”.

Ma questa potrebbe essere solo la punta dell’iceberg.

Secondo le fonti A proposito di con The Block, Binance, uno degli scambi più riconosciuti e rispettosi in questo ecosistema, ha in programma di supportare il trading di futures. Eurex, una piattaforma di derivati ​​gestita dalla potenza bancaria tedesca Deutsche Börse, sta anche presumibilmente esaminando il lancio di derivati. Anche queste mosse non sono ingiustificate, poiché Mark Lamb di CoinFLEX afferma che i futures sono un’inevitabilità per questo mercato. Lui dichiarato:

“I trader puntano sull’efficienza del proprio capitale e sulla massimizzazione del rendimento del capitale proprio. I futures rendono più possibili rendimenti molto più alti in quanto sono davvero ottimi per l’arbitraggio e altre strategie complesse “.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map