CNN

Per quanto le persone siano arrivate a diffidare dei media mainstream, questi punti vendita hanno iniziato ad aumentare la frequenza della loro copertura di criptovaluta poiché il prezzo del Bitcoin è tornato con una vendetta.

In effetti, all’inizio di quest’anno, intorno all’ultimo top locale del mercato delle criptovalute, CNBC ha coperto Bitcoin durante tre segmenti televisivi in ​​un solo giorno, dimostrando che la criptovaluta era diventata ancora una volta un argomento di interesse per gli investitori.

La CNN, a quanto pare, sta saltando sul treno delle criptovalute. Secondo la conduttrice della CNN Julia Chatterley, “First Move” dell’outlet sta ora ospitando una serie di una settimana su questo settore che è stata opportunamente soprannominata “Crypto Crazy”. Lunedì, Chatterley ha invitato il famoso analista e podcaster Luke “Venture Coinist” Martin per parlare di Bitcoin.

CNN

La CNN porta il principale trader di Bitcoin a Kickstart Crypto Series

Secondo Chatterley, le criptovalute, proprio come suggerisce la radice “criptica” del loro nome, sono difficili da capire e comprendere per la maggior parte delle persone non coinvolte né nella tecnologia né nella finanza. Pertanto, durante il segmento, l’ospite ha ordinato a Martin di “separare i fatti crittografici dalla finzione” per sfatare le idee sbagliate popolari sul settore.

L’analista ha menzionato molte idee sbagliate probabilmente causate dalle menzioni di questa asset class da parte del presidente Donald Trump & Co – inclusa l’idea che i regolamenti uccideranno le criptovalute e la teoria secondo cui questa asset class, non il denaro fiat, è perfetta da utilizzare per i criminali. Martin ha anche accennato alla sovraperformance di Bitcoin, alla sicurezza dei blockchain e al fatto che i costi di transazione di Bitcoin “sono in realtà molto inferiori rispetto ai progetti concorrenti”.

Sebbene il segmento sia probabilmente andato oltre la testa di molti spettatori, la maggior parte degli spettatori della CNN è composta da baby boomer, secondo questo Studio di ricerca PEW – L’aspetto di Martin e i segmenti “Crypto Crazy” a venire dovrebbero contribuire a portare ulteriore credibilità a questo settore.

Giorno 1 di #CryptoCrazy settimana dopo @firstmove – ottimo convo con Luke Martin @VentureCoinist aiutando a separare i fatti crittografici dalla finzione & sfatare alcune delle idee sbagliate più popolari! pic.twitter.com/wiIQSbJVRR

– Julia Chatterley (@jchatterleyCNN) 9 settembre 2019

Ancora un mercato istituzionale

Sebbene il segmento di Martin sia stato probabilmente trasmesso a decine di migliaia di spettatori di consumatori tramite televisione in diretta e flussi di social media, i dati mostrano che c’è ancora una grande assenza di investitori al dettaglio attualmente coinvolti in Bitcoin.

Come riportato da Blockonomi in precedenza, TokenAnalyst ha confermato che il numero di indirizzi univoci che inviano Bitcoin a piattaforme note come Binance e BitMEX è in declino. In effetti, il numero di indirizzi che utilizzano Bitfinex ha raggiunto il minimo di due anni; Binance ha visto le transazioni Bitcoin in arrivo scendere ai livelli di inizio 2018. Sid Shekhar, il co-fondatore di TokenAnalyst, ha dichiarato quanto segue sulle statistiche:

“[Il basso numero di transazioni in entrata suggerisce una] mancanza di interesse al dettaglio in generale attualmente nelle criptovalute. Se seguiamo la narrativa “Bitcoin come rifugio sicuro in tempi di recessione”, il numero di nuovi utenti / acquirenti dovrebbe effettivamente aumentare “.

La piattaforma multiforme dei dati crittografici Il TIE ha confermato questo. L’azienda di analisi ha spiegato a Twitter che il rapporto NVTweet (valore di rete-tweet), definito dalla seguente equazione, valore di rete diviso per un milione diviso per il volume medio di 30 giorni di tweet “Bitcoin”, ha raggiunto -tempo massimo di 6,84 a fine giugno, quando BTC si stava avvicinando a $ 14.000.

Il TIE ha scritto che questa statistica, insieme alla tendenza secondo cui il numero di tweet riguardanti BTC è rimasto relativamente piatto, è un segno che gli investitori al dettaglio non stanno influenzando il mercato Bitcoin tanto quanto lo erano nel 2017.

Tuttavia, dovrebbe essere chiaro che le criptovalute stanno finalmente iniziando a penetrare nella coscienza mainstream, anche se a un ritmo molto lento. Caso in questione, Didi Taihuttu, il padre di una famiglia che vendeva tutti i suoi beni mondani per Bitcoin, ha recentemente pubblicato su Twitter che un cartello in una piazza pubblica di Istanbul mostrava il prezzo del Bitcoin insieme al valore del dollaro e dell’euro. Anche se questo può sembrare irrilevante, Marty Bent ha scritto in risposta al video che questo è un segno “Bitcoin è scivolato nella psiche delle masse”.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me