La comunità di Bitcoin si unisce a Hodlonaut tra le minacce legali di Craig Wright

Hodlonaut

Mentre il professo “Satoshi” Dr. Craig Wright ha intensificato la sua campagna contro i suoi critici, la comunità di Bitcoin si è riunita attorno al popolare Bitcoiner Hodlonaut (@hodlonaut), che ha ripetutamente criticato l’affermazione di Wright di essere il creatore di Bitcoin e quindi irritato il CTO di nChain abbastanza per avviare una causa e una taglia di $ 5.000 per smascherare lo pseudonimo crypto pundit.

Hodlonaut

Wright e i suoi collaboratori, vale a dire il magnate CoinGeek Calvin Ayre e i sostenitori della comunità Bitcoin Satoshi Vision (BSV), hanno preso in giro maggiori azioni legali negli ultimi giorni contro ciò che hanno definito le “molestie e diffamazione” lanciate da coloro che hanno condannato il ricorrente Satoshi.

Craig e io abbiamo lucidato i nostri moschetti all’incontro di oggi sulla caccia ai troll a Londra. #CraigisSatoshi. pic.twitter.com/NIpCCMRGTl

– Calvin Ayre (@CalvinAyre) 10 aprile 2019

L’episodio si è intensificato l’11 aprile quando CoinGeek ha annunciato che Wright stava offrendo $ 5.000 USD in BSV per informazioni che portassero alla vera identità di Hodlonaut. Il tentativo di smascheramento è collegato a una presunta causa per diffamazione presentata dal team legale di Wright alla fine del mese scorso.

Nell’annuncio, CoinGeek ha riferito che Wright ha chiesto a Hodlonaut di comparire in tribunale e scusarsi per aver suggerito che fosse un truffatore.

Lo sbocco crypto pro-BSV è andato ancora oltre nell’evidenziare i prossimi piani della conferenza di Bitcoiner, il suo paese di origine e i suoi tatuaggi identificativi per aiutare in effetti a doxx lui – un flex, certo, ma uno che inclina la pubblicazione come un de di fatto un braccio di propaganda piuttosto che un’istituzione con rigorosi standard giornalistici o etici.

hahaha … il ragazzo si nasconde. Molte altre lettere usciranno a breve. Noto molto "pazzi" chiedendo di essere citato in giudizio. Tutti coloro che vogliono dedicarsi ai libri di storia dovrebbero continuare a fare domanda &# 128578; https://t.co/N8J0F3vstg

– Calvin Ayre (@CalvinAyre) 11 aprile 2019

A seguito della crescente pressione, Hodlonaut ha cancellato il suo account Twitter per ora. CoinGeek ha lanciato la stampa legale come parte della più ampia lotta della comunità BSV contro Bitcoin (BTC) e Bitcoin Cash (BCH):

“Stai tranquillo, @Hodlonaut e gli altri troll stanno per scoprire perché ‘chi ride per ultimo, ride meglio.’ Prendono uno shock ancora maggiore quando si rendono conto che le varianti di Bitcoin imbastardite che hanno sostenuto non possono scalare per soddisfare le esigenze di una piattaforma finanziaria veramente globale, e così hanno speso tutto questo vetriolo per niente. “

Wright è diventato una figura infuocata nel criptoverso dopo aver dichiarato pubblicamente di essere Satoshi Nakamoto nel 2016. Da allora, tale affermazione è stata ampiamente contestata dalle parti interessate della criptoeconomia. Wright è diventato ancora più controverso sostenendo in seguito il fork BCH di BTC e poi il fork BSV di BCH.

Probabilmente incoraggiati dalla cancellazione del profilo di Hodlonaut, Wright e Ayre continueranno sicuramente il loro atteggiamento legale fintanto che rimarranno impegnati ad attaccare le sfide all’identità di Wright.

I Bitcoiners si radunano per uno di loro

Importanti sostenitori e aziende di Bitcoin hanno rapidamente espresso solidarietà alla posizione di Hodlonaut cambiando i loro nomi utente e immagini del profilo di Twitter in variazioni del profilo di Hodlonaut. L’hashtag #WeAreAllHodlonaut ha iniziato a fare tendenza nell’angolo dei social media dell’ecosistema delle criptovalute di conseguenza.

Imprese come Bitcoin Magazine e la società di sconti bitcoin Lolli hanno partecipato alla campagna di supporto, avendo temporaneamente cambiato i loro nomi utente Twitter per riflettere il loro sostegno di Hodlonaut.

Craig Wright non è Satoshi.

Più di questa merda, rimuoviamo dalla lista! https://t.co/hrnt3fDACq

– CZ Binance (@cz_binance) 12 aprile 2019

Mentre lo spettro della posta in gioco legale si diffondeva nello spazio crittografico, alcuni avvocati si sono persino fatti avanti per offrirsi di difendere Hodlonaut gratuitamente.

Nel caso in cui Hodlonaut venga trascinato in tribunale, mi offro come consulente pro-bono.

Colleghi avvocati, per favore considera di farlo anche tu.

Craig Wright può presentare qualsiasi reclamo al bar che vuole, io gli farò causa. Anch’io posso giocare a questo gioco. https://t.co/cyaqP6ybX8

– intjr (@intjr) 11 aprile 2019

Resta da vedere se Hodlonaut tornerà presto sui social media. E quante risorse Ayre e la compagnia saranno disposte a nutrirsi per lottare per la loro posizione sull’identità di Wright è anche una questione aperta per il futuro.

Tuttavia, se la risposta della comunità al targeting di Hodlonaut è un’indicazione, i sostenitori di Bitcoin non andranno neanche gentilmente in quella buona notte. E così le linee di battaglia sono tracciate: quelli che si schierano con BTC in genere vedono Wright come un ciarlatano, mentre quelli nel campo BSV pensano che Wright sia perseguitato ed è, in effetti, Satoshi Nakamoto..

È probabile che nessuna delle due parti ceda presto alcun terreno. Quindi per ora aspettiamo e vediamo cosa succede dopo.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map