Microsoft annuncia VeriSol: nuovo strumento per la verifica degli smart contract Ethereum

Microsoft

Il 3 giugno, il team di Microsoft Research ha annunciato un nuovo file strumento di verifica per garantire contratti intelligenti scritti in Solidity, il linguaggio di programmazione predominante della rete Ethereum.

Quello strumento, soprannominato VeriSol, è stato prodotto in uno sforzo di collaborazione tra Microsoft Research, il braccio dell’innovazione del gigante della tecnologia, e Microsoft Azure Blockchain, il braccio del cloud computing dell’azienda volto ad aiutare le imprese e le istituzioni a creare facilmente le proprie applicazioni blockchain.

Microsoft

In particolare, lo strumento non è semplicemente un contributo di buona volontà alla criptoeconomia (sebbene sia stato open-source), poiché Azure Blockchain farà leva sull’analizzatore di solidità per aiutare i prodotti dei propri clienti istituzionali. Come ha spiegato l’ingegnere software senior del team Cody Born alla notizia:

“VeriSol ci consente di iterare più rapidamente grazie al controllo automatico e continuo e ci consente di rilevare i bug più velocemente senza doversi preoccupare di influire potenzialmente sui clienti”.

I contratti intelligenti non possono essere modificati al volo una volta che sono attivi, quindi è fondamentale rivedere meticolosamente il loro codice prima di attivarli sulla mainnet di Ethereum, altrimenti i bug possono provocare catastrofi con conseguenze economiche tangibili.

Aprile, una rampa fiat-crypto per la stablecoin Dai chiamata DAIHard ha condotto il suo lancio beta, ma a causa di bug, un hacker whitehat ha prosciugato i contratti prima che potesse farlo un agente più dannoso. Di conseguenza, l’idea con VeriSol è di rilevare in modo rapido ed efficiente tali discrepanze di Solidity prima, non dopo, che causino problemi.

Microsoft abbraccia Blockchain

L’annuncio di VeriSol arriva sulla scia di numerosi abbracci blockchain di alto profilo nell’ecosistema Microsoft negli ultimi tempi.

Solo in questo mese, la società oi suoi vari rami hanno aggiunto il simbolo Unicode di Bitcoin al sistema di fogli di calcolo Microsoft Excel ampiamente diffuso; ha rivelato un progetto ID decentralizzato costruito su Bitcoin; e ha annunciato il supporto Azure Blockchain per Quorum, il fork autorizzato di Ethereum di JP Morgan.

In effetti, la posizione di Microsoft come stakeholder nel più ampio spazio blockchain sta crescendo e strumenti come VeriSol open source ora aiuteranno anche i progetti al di fuori della sua diretta competenza a crescere. A tal fine, il ricercatore principale di Microsoft Shuvendu Lahiri ha osservato del verificatore:

“Prevediamo di potenziare non solo gli sviluppatori e i clienti di Azure Blockchain, ma anche di contribuire a un ecosistema blockchain completo più sicuro e di aiutare le persone a realizzare il pieno potenziale della tecnologia senza essere tormentate dai costosi errori negli smart contract”.

E così l’attività e l’infrastruttura pubblica attorno alla tecnologia dei contratti intelligenti, e in particolare intorno a Ethereum, la più grande piattaforma di contratti intelligenti fino ad oggi, continuano a fiorire costantemente.

Purtroppo, nemmeno Microsoft è l’unico titano del settore a rilasciare tecnologia gratuita incentrata su Ethereum. La centrale di contabilità “Big Four” EY ha rilasciato il suo strumento per la privacy Nightfall pochi giorni fa.

Solidità 101

Delineato per la prima volta nel 2014 dal co-fondatore di Ethereum Gavin Wood, Solidity è stato infine costruito da un gruppo di sviluppatori di Ethereum guidati da Christian Reitwiessner.

Il linguaggio è stato vagamente ispirato da aspetti di altri linguaggi di programmazione popolari e più tradizionali come JavaScript, Python e C ++. Per questo motivo, i nuovi arrivati ​​alla programmazione che sono interessati a imparare Solidity sono invitati ad approfondire uno dei suoi influencer come punto di partenza.

Secondo la documentazione di Solidity, il linguaggio fondamentalmente costruisce i contratti come segue:

“Un contratto nel senso di Solidity è una raccolta di codice (le sue funzioni) e dati (il suo stato) che risiede in un indirizzo specifico sulla blockchain di Ethereum.”

Così Solidity offre agli sviluppatori la capacità di “governare il comportamento degli account nello stato di Ethereum”, spiega la sua documentazione.

Chi è interessato a dare a Solidity un ulteriore giro di vite potrebbe esplorare il testo esplicativo di Andreas Antonopoulos e Gavin Wood Mastering Ethereum o iscriversi a CryptoZombies, una risorsa educativa gratuita che aiuta i principianti a imparare a codificare un gioco basato sugli zombi nella lingua.

Il mattiniero ottiene il verme, ovviamente. Per lo slancio che Ethereum ha già acquisito fino ad oggi, sembra probabile che Solidity durerà per decenni a venire.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map