Non ancora: 15 cittadini taiwanesi incriminati per oltre $ 8 milioni di criptovalute

IB Coin Scam

Secondo un rapporto di outlet di notizie locali Focus Taiwan, la polizia taiwanese con sede a New Taipei, ha recentemente arrestato 15 presunti operatori di truffe di criptovaluta. Il rapporto afferma che i sospetti hanno ingannato gli investitori su circa $ 8 milioni mentre i soldi raccolti per il trading di token IBCoin vietati.

La notizia arriva appena dieci giorni dopo che lo stato ha incriminato altri sette sospetti per la gestione di una truffa di investimenti basata su criptovalute che ha attirato circa $ 51 milioni di investimenti da oltre 1.000 investitori. UN rapporto locale, aveva notato all’epoca che i sospetti avevano gestito uno schema che prometteva agli investitori rendimenti fino al 355%.

IB Coin Scam

IBCoin: il bene di investimento senza valore

Secondo i rapporti diffusi dal Criminal Investigation Bureau (CIB), le attività di questi truffatori ruotavano attorno a IBCoin, una risorsa digitale basata sulla tecnologia ERC20 di Ethereum, di cui è già stato vietato l’uso da parte delle autorità taiwanesi. Inoltre, il CIB riporta che la moneta, che non viene scambiata o trattata da nessuna società nota, non “ha alcun valore reale”.

Il funzionamento dello schema

I truffatori avrebbero intrapreso iniziative di falsa pubblicità su varie piattaforme di social media come mezzo per attirare vittime ignare. In aggiunta a ciò, il leader del gruppo, il cui cognome è stato dato come Lin, avrebbe acquistato gettoni IBCoin da trader stranieri al prezzo di NT $ 1,5 per unità (l’equivalente di $ 0,05) nel 2017. Quindi, con l’aiuto di gli altri appaltatori e commercianti arrestati, ha venduto i token agli investitori per tassi da NT $ 50 a NT $ 100 (tra $ 1,63 e $ 3,27), con la promessa di rendimenti più elevati.

IBCoin Scam

Immagine © Focus Taiwan

Si dice che il gruppo abbia guadagnato circa NNT $ 250 milioni (circa $ 8,16 milioni) dalla truffa. Il rovescio della medaglia, il CIB segnala che nessun singolo investitore ha tratto profitto dal programma da quando è stato lanciato.

A parte la mancanza di rendimenti offerti agli investitori, il gruppo avrebbe anche attirato ulteriori controlli grazie allo stile di vita lussuoso e finanziato dagli investitori che vivevano. Il gruppo ha lanciato auto di lusso sui social media come mezzo per mostrare la propria ricchezza e attirare più investitori.

Addebiti e conseguenze

I truffatori sono stati accusati di frode e il CIB ha già consegnato il caso al procuratore distrettuale di Taipei, che dovrebbe fissare una data del processo adeguata nei prossimi giorni. Il CIB ha anche dichiarato di essere stato in grado di recuperare oltre 2,02 milioni di NT $ (circa $ 70.000) in contanti, insieme a tre veicoli e documenti scritti sullo schema fraudolento, mentre conduceva due raid separati il ​​9 e 17 gennaio..

Stern Crypto Rules di Taiwan

Nel novembre 2018, le autorità taiwanesi hanno introdotto politiche più severe contro il riciclaggio di denaro (AML) come mezzo per garantire che gli scambi di criptovalute nel paese aiutino a monitorare l’uso di criptovalute o attività fraudolente.

Tra le altre cose, il riciclaggio di denaro Legge sul controllo e il Terrorism Financing Prevention Act ha conferito alla Commissione di supervisione finanziaria (FSC) di Taiwan un controllo completo sugli scambi di criptovalute nel paese e la prerogativa di vietare qualsiasi transazione basata su criptovaluta ritenuta fraudolenta

Secondo una dichiarazione del ministero della Giustizia del paese, la mossa è stata effettuata nel tentativo di garantire che le società taiwanesi basate su criptovalute mantengano una “cultura e mentalità di conformità”, che aiuterà il governo a soddisfare gli standard internazionali antiriciclaggio.

Le truffe crittografiche ancora dilaganti nel paese

Tuttavia, sembrerebbe che le rigorose leggi antiriciclaggio non siano state così efficaci come avrebbe sperato il governo taiwanese, poiché le truffe crittografiche sono ancora piuttosto popolari nel paese. Nel dicembre 2018, notizie locali riportate che un uomo taiwanese, il cui cognome è stato dato come Yang, è stato accusato di aver rubato $ 3 milioni di elettricità per estrarre Bitcoin (BTC) ed Ethereum (ETH) del valore di 100 milioni di Yuan (circa $ 14,5 milioni).

Il sospetto avrebbe avuto più di 17 locali commerciali, penne e negozi di giocattoli come facciata per la sua attività. Secondo quanto riferito, ha assunto elettricisti per cablare i sistemi elettrici di queste aziende per evitare qualsiasi misurazione o rilevamento. Tuttavia, è stata avviata un’indagine quando la Taiwan Power Company ha notato discrepanze nell’alimentazione.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map