Norwegian Air: compagnia aerea europea che accetta Bitcoin per le prenotazioni dei voli

Norwegian Air

Tra le crescenti preoccupazioni normative sullo spazio delle criptovalute, una compagnia aerea europea relativamente grande ha fatto un passo coraggioso, rivelando di recente che potrebbe presto accettare pagamenti in Bitcoin per i biglietti aerei. Se confermato, questo metodo di pagamento segnerà uno dei più grandi eventi di adozione di BTC finora.

Norwegian Air

Bitcoin prende il volo

Scusate, credenti Bitcoin, la criptovaluta sta per prima volando in cielo prima della luna. Secondo a rapporto recente da Il quotidiano norvegese Dagens Næringsliv, la Norwegian Air dal nome appropriato, che è commercializzata come una compagnia aerea a basso costo, sta cercando di accettare direttamente i pagamenti in Bitcoin per il biglietto aereo.

Secondo la pubblicazione, questa mossa deriva da un atteggiamento pro-crittografico del figlio di Bjørn Kjos, Lars Kjos. Il giovane Kjos presumibilmente ha investito oltre $ 400.000 nel mercato delle criptovalute almeno dalla fine del 2017.

La sua propensione per questa asset class probabilmente ha anche portato suo padre a spingere per la creazione del Norwegian Block Exchange (NBX), uno scambio che dovrebbe essere lanciato ad agosto che si rivolge a un certo numero di paesi in Europa.

NBX dovrebbe integrare il programma di ricompensa di Norwegian Air, che darà agli investitori di criptovaluta l’opportunità di risparmiare sui biglietti aerei e di ottenere l’accesso a determinati aggiornamenti utilizzando lo scambio per lo scopo previsto. Un estratto approssimativamente tradotto dal media locale recita:

“I clienti di NBX hanno la possibilità di guadagnare” punti contanti “sulle negoziazioni sullo scambio di criptovalute, nonché sui pagamenti effettuati tramite la soluzione di pagamento fornita da NBX alla compagnia aerea.”

È stato anche riferito da Dagens Næringsliv che NBX sarà il mezzo attraverso il quale la compagnia aerea europea accetta pagamenti in Bitcoin.

Crypto & Viaggio, una partita fatta in paradiso

L’abbraccio delle criptovalute di Norwegian Air è l’ultimo di una apparente tendenza ad associare le criptovalute ai viaggi: una classe di asset globale con un passatempo globale.

Secondo i precedenti rapporti di Blockonomi, Lolli, una startup fintech di Bitcoin lanciata pochi mesi fa, ha recentemente stretto una partnership con Hotels.com. Iniziato alla fine di giugno, gli utenti di Lolli possono guadagnare Bitcoin quando prenotano le vacanze con Hotels.com.

Il sito, che vede oltre 55 milioni di visite ogni mese, si unisce a Priceline, Hotwire, Hilton, il Marriott, tra gli altri partner incentrati sui viaggi di Lolli. Mentre lo schema di ricompensa esatto per Hotels.com varia, i clienti Lolli possono guadagnare “fino” al 3,5% sulle loro prenotazioni, non meno in Bitcoin.

Entusiasta di annunciare ufficialmente la partnership di Lolli con https://t.co/x6aEaNWpiS!

A partire da oggi, @trylolli gli utenti saranno ora in grado di accumulare sat (ovvero guadagnare bitcoin) quando prenotano viaggi con una delle più grandi compagnie di viaggio del mondo.

&# 127853;&# 128156;&# 127976; pic.twitter.com/1YfgmKNJwa

– Alex Adelman &# 127853; (@alexadelman) 25 giugno 2019

Inoltre, Cheapair, un’agenzia di viaggi online scontata, accetta Bitcoin da anni ormai. In particolare, Booking Holdings, il conglomerato dietro Booking.com, Priceline.com, Agoda.com, Kayak.com e altri siti degni di nota, è stato menzionato come partner dell’Associazione Libra.

Sebbene non sia chiaro come il gigante dei viaggi utilizzerà Libra, è stato suggerito che se la criptovaluta supportata da Facebook dovesse essere lanciata con successo e vedere un’ampia adozione, le filiali di Booking Holdings potrebbero accettarla come un mezzo di pagamento adeguato.

Adozione a bizzeffe

Le criptovalute hanno anche visto l’adozione al di fuori dei viaggi. Come riportato da questo outlet in una data precedente, il servizio di streaming di videogiochi Twitch ha iniziato ad accettare ancora una volta i pagamenti in abbonamento tramite BitPay, dando agli spettatori la possibilità di contribuire ai loro giocatori preferiti con Bitcoin e Bitcoin Cash.

Inoltre, il distributore di elettronica Avnet, il browser incentrato sulla privacy Tor e il gigante delle telecomunicazioni AT&T ha recentemente aggiunto pagamenti in criptovaluta.

Inoltre, Flexa, un ecosistema di pagamenti che consente ai commercianti di accettare criptovalute e ricevere dollari statunitensi, sta attualmente abilitando pagamenti con Bitcoin, Ethereum, Bitcoin Cash, Litecoin e Gemini Dollar in oltre 39.250 negozi (e contando) negli Stati Uniti..

Le catene di vendita al dettaglio e di ristoranti che accettano pagamenti garantiti da Flexa, instradati principalmente attraverso Gemini, includono Baskin Robbins, Bed Bath & Beyond, GameStop, Nordstrom, Office Depot, Petco e Whole Foods.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map