Rapporti in scala di grigi che aumentano gli investimenti istituzionali in Bitcoin

Scala di grigi

Grayscale Investments ha pubblicato il suo rapporto del 2018 che mostra un aumento degli investimenti in Bitcoin nonostante il mercato ribassista di un anno. La società di gestione patrimoniale in valuta virtuale con sede a New York ha anche affermato di aver registrato il suo più grande afflusso annuale dall’inizio anche con un quarto trimestre del 2018 leggermente sottoperformante.

Scala di grigi

Fare il pieno di Bitcoin nonostante il mercato orso prolungato

Secondo il relazione annuale rilasciato dalla società giovedì (14 febbraio 2019), gli investimenti in bitcoin e criptovaluta hanno dominato gli afflussi di entrate dell’azienda nel quarto trimestre del 2018. Tuttavia, nonostante il suo chiaro dominio, i dati sugli investimenti effettivi da BTC e crypt arena si sono ridotti di oltre il 60% su base trimestre per trimestre.

Scala di grigi, una consociata di Digital Currency Group (DCG) ha dichiarato un investimento totale di 359,5 milioni di dollari per tutto il 2018. Secondo il documento, questa cifra rappresenta un aumento del 400% rispetto ai numeri del 2017 e una crescita di quasi il 300% per tutti i quattro anni precedenti.

Di questa cifra, gli investimenti nel Grayscale Bitcoin Trust hanno superato i 242 milioni di dollari. Solo nel quarto trimestre del 2018, gli afflussi di capitale dagli investitori in BTC hanno raggiunto l’88% dei 30,1 milioni di dollari realizzati durante il periodo. Questo aumento degli investimenti in criptovaluta arriva anche nel bel mezzo di un mercato ribassista di un anno che ha visto i prezzi precipitare al ribasso di oltre l’80 percento.

Parlando con Investor’s Business Daily (IBD), Michael Sonnenshein, amministratore delegato della scala di grigi, disse:

“Non è stato affatto il nostro trimestre migliore, ma è certamente importante riconoscere che, nonostante il calo dei prezzi, gli investitori sono stati attivamente coinvolti”.

Investitori istituzionali in prima linea

Per quanto riguarda il profilo degli investitori, la società ha dichiarato che gli investitori istituzionali hanno dominato gli afflussi, contribuendo per il 66%. I conti pensionistici e le persone accreditate rappresentavano rispettivamente il 40% e il 14%. Un estratto dal rapporto che evidenzia la tendenza di cui sopra si legge:

“Questi punti dati rafforzano due importanti tendenze che stiamo osservando. In primo luogo, l’investitore medio in questa fase del mercato ribassista è paziente con un orizzonte di investimento pluriennale (cioè, investe per la pensione). In secondo luogo, gli investitori istituzionali stanno costruendo nel tempo posizioni strategiche fondamentali nelle risorse digitali e hanno in gran parte considerato il prelievo del 2018 come un punto di ingresso interessante. Mentre gli importi in dollari investiti sono diminuiti nel quarto trimestre, la quota degli investitori istituzionali della “nuova torta di investimento” è stata più o meno costante durante tutto l’anno “.

Per questi investitori istituzionali, BTC rimane l’opzione migliore come si vede nei dati presentati dalla società. Questa tendenza fa eco ai recenti commenti fatti dal CEO di DCG, Barry Silbert. Come riportato da Blockonomi giovedì, Bitcoin è già di fatto il re dello spazio delle criptovalute.

Grayscale afferma che il suo patrimonio totale in gestione ora ammonta a oltre $ 820 milioni con il suo fondo Bitcoin ancora il maggior contributore dell’afflusso di investimenti. Tale è lo stato stabilito della criptovaluta al primo posto, il suo fondo di investimento passivo continua a superare tutti gli altri trust di valuta virtuale nel catalogo di investimenti in scala di grigi.

Le chiuse si sono aperte

I dati pubblicati dalla società coincidono con la narrativa emergente secondo cui l’interesse istituzionale per BTC si sta spostando ben oltre la fase di novità verso quella di un effettivo trend di sviluppo. All’inizio della settimana, Morgan Creek Digital ha annunciato che due fondi pensione pubblici statunitensi avevano investito nel suo fondo di criptovaluta da $ 40 milioni.

I due fondi pensione, con sede nella contea di Fairfax, in Virginia, sono i primi negli Stati Uniti a investire in un fondo di criptovaluta. Secondo il partner di Morgan Creek Digital, Anthony Pompliano, una compagnia di assicurazioni e un fondo di dotazione universitario sono anche investiti nel veicolo di investimento da $ 40 milioni.

Fantastico!!!

Più soldi per il pesce che entrano nei mercati crittografici. Ottimo lavoro @barrysilbert! &# 128079;&# 128079;&# 128079;

Man mano che progrediamo, sempre più gestori di fondi tradizionali si stanno svegliando al potente strumento di investimento che sono le criptovalute. &# 129327;#Bitcoin #blockchain #Criptovaluta https://t.co/zaD22iJKFw

– Mati Greenspan [i tweet non sono consigli di trading] (@MatiGreenspan) 15 febbraio 2019

Commentando il rapporto 2018 in scala di grigi, Mati Greenspan, analista di mercato senior di eToro, ha affermato che i gestori di fondi tradizionali stanno diventando sempre più consapevoli della necessità di diversificare nell’arena degli investimenti in criptovaluta. Tom Lee di Fundstrat in un recente rapporto sulle prospettive del 2019 ai clienti ha identificato la maggiore adozione istituzionale come uno dei venti favorevoli che faranno aumentare i prezzi nel 2019.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map