ShapeShift lancia il piano di iscrizione: KYC potrebbe essere obbligatorio a breve

Shapeshift

Il popolare scambio istantaneo di criptovalute ShapeShift ha appena annunciato che lancerà un nuovo programma di adesione. La società lo descrive come un programma fedeltà in cui coloro che conducono operazioni sulla piattaforma possono guadagnare token FOX. Sebbene i dettagli non siano ancora stati rilasciati, la società suggerisce che possedere una certa quantità di token FOX potrebbe consentire livelli di iscrizione più elevati e maggiori ricompense come commissioni inferiori o limiti di trading più elevati. Sfortunatamente, l’introduzione di questo sistema di iscrizione non è del tutto positiva e ha preoccupato alcune persone (inclusi i sostenitori della privacy).

Shapeshift

Il modo ShapeShift

Per chi non lo conosce, ShapeShift è uno scambio di criptovaluta che non richiede un account. Gli utenti selezionano invece una valuta di deposito e una valuta di ricezione. Una volta che il sistema riceve un deposito, il gettone o la moneta desiderata viene automaticamente inviato all’indirizzo designato. In termini semplici, scegli cosa inviare e cosa vuoi in cambio, e lo scambio può essere effettuato senza registrarti per un account. Un altro importante vantaggio di questo modello è che è immune a molti tipi di tentativi di hacking perché lo scambio non trattiene i depositi degli utenti per lunghi periodi.

ShapeShift ha i suoi limiti, tuttavia, come un’offerta un po ‘limitata su monete e token di supporto, ea volte applicano commissioni più elevate rispetto ad altri scambi più tradizionali. Inoltre, le commissioni addebitate da ShapeShift sono molto opache e non sono molto chiare o piatte. Futhur, in tempi di grande richiesta, alcune monete o gettoni potrebbero non essere disponibili per lunghi periodi.

In ogni caso, ShapeShift ha cambiato la criptovaluta come la conosciamo e un certo numero di portafogli supporta l’integrazione di ShapeShift in modo nativo. Esistono anche numerosi siti concorrenti che offrono servizi simili.

Il programma di affiliazione

Il programma di adesione che è già stato avviato è attualmente volontario. Ciò significa che se si desidera continuare a utilizzare ShapeShift è normale, non è necessario registrarsi per l’iscrizione. Ne riparleremo più avanti.

Iscriversi a un abbonamento è abbastanza facile, ma ti accorgerai entrando nella tua dashboard che il sito inizia a richiedere informazioni personali come il tuo nome legale, indirizzo e numeri di identificazione rilasciati dal governo. Abbiamo provato a registrarci e verificare un account, ma abbiamo scoperto che il sito rifiutava immediatamente le informazioni personali che abbiamo inviato e non siamo stati in grado di muoverci ulteriormente.

Leggi anche: Changelly Vs ShapeShift

Come descritto in un post sul blog, l’abbonamento funziona su un sistema basato su livelli in cui gli utenti possono guadagnare token FOX conducendo scambi sulla piattaforma. Presumibilmente, questi token possono anche essere acquistati direttamente su vari mercati aperti in quanto è semplicemente un token ERC-20. Poiché l’utente detiene quantità maggiori di questi token nel proprio account, raggiungerà livelli di servizio più elevati che ridurranno le commissioni di cambio e potenzialmente aumenteranno i limiti di negoziazione giornalieri.

Non tutti gli arcobaleni e gli unicorni

In quello che ShapeShift chiama un attributo del nuovo programma che “fa schifo”, il sistema di appartenenza alla fine diventerà obbligatorio.

L’iscrizione richiede la raccolta di informazioni personali di base. Oggi l’iscrizione è facoltativa, ma presto diventerà obbligatoria.

Ciò che non è chiaro, tuttavia, è se tali iscrizioni obbligatorie dovranno o meno superare i controlli KYC per essere idonei solo per il trading di base e non per i bonus avanzati e le funzionalità della piattaforma come le commissioni ridotte.

Questa mossa ha ovviamente sollevato un certo numero di sopracciglia. In particolare perché ShapeShift è stato conosciuto come un modo per effettuare scambi in modo anonimo. Sebbene l’azienda conservi indubbiamente i propri record e gli scambi possono essere rintracciati, il fatto che non richiedessero una registrazione molto meno i controlli KYC, almeno un certo grado di anonimato è stato inserito nel sistema. Ciò cambierà presto, tuttavia, una volta che il sistema di adesione diventerà obbligatorio.

È opinione di chi scrive che, per qualsiasi motivo, ShapeShift sia stato costretto o sotto pressione per istigare controlli KYC obbligatori per tutti i clienti. Hanno ideato questo programma di abbonamento nel tentativo di aggiungere un cucchiaio di zucchero alla pillola amara che viene effettivamente inghiottita da tutti i futuri utenti di ShapeShift.

La società non ha fatto alcun commento al riguardo sul fatto che siano o meno sotto pressione da una forza esterna.

Chi cerca privacy andrà avanti

Se ShapeShift è in grado di continuare a offrire prodotti e servizi desiderabili, probabilmente continueranno ad avere un flusso costante di clienti. Coinbase, ad esempio, richiede una verifica KYC completa e sembra che non abbiano problemi a trovare nuovi utenti e clienti su base oraria.

Per quelli di noi che apprezzano la privacy, l’anonimato e la libertà finanziaria, è molto probabile che dovremo trovare una nuova frontiera che continuerà a rispettare l’anonimato.

Finora, altri servizi di scambio istantaneo non hanno istituito o addirittura suggerito di istituire in futuro questo tipo di schema di verifica dell’identità. Non solo, ma alcuni stanno già offrendo gettoni fedeltà con ogni scambio effettuato. Un esempio è il sito changenow.io, che offre ai propri clienti ORA gettoni con ogni scambio effettuato sulla piattaforma.

Tuttavia, ShapeShift è ancora di gran lunga il più grande attore nel settore degli scambi istantanei e quindi ci vorrebbe molto per spodestarli dalla loro attuale posizione invidiabile.

È anche possibile che man mano che ci avviciniamo all’adozione mainstream (anche se è ancora piuttosto lontana) la nostra mentalità del selvaggio west di volere la privacy un giorno potrebbe fare la fine dei dinosauri. Ma per ora, anche se abbiamo la possibilità di mantenere l’anonimato, dovremmo fare del nostro meglio per mantenerlo.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map