Sondaggio delle grandi pietre miliari raggiunte in un mercato criptato instabile la scorsa settimana

Crypto

La criptoeconomia è stata colpita dalla bomba nella seconda settimana di marzo 2020, poiché i principali indici azionari statunitensi sono affondati nel territorio del mercato ribassista tra la pandemia di coronavirus e la guerra dei prezzi del petrolio scoppiata tra Russia e Arabia Saudita.

La conseguente fine di un mercato rialzista di Wall Street di 11 anni ha causato svendite per la riduzione dei rischi su asset a rischio. Lo spazio crittografico è stato colpito particolarmente duramente giovedì 12 marzo, poiché bitcoin (BTC) ed ether (ETH) sono crollati rispettivamente del 40 e del 50 percento intraday.

In quanto tale, quell’arco di 24 ore di trading è stata una delle sessioni più folli e attive che la nascente criptoeconomia abbia mai visto. Eppure l’intera settimana ha visto numerosi traguardi crittografici fissati all’interno e intorno allo spazio, che ora esamineremo brevemente per monitorare meglio tutto ciò che è accaduto.

Il volume DEX esplode

Mentre i trader di criptovalute si dirigevano verso le uscite a frotte nell’ambiente di riduzione del rischio di questa settimana, alcuni scambi decentralizzati, come Uniswap, hanno registrato nuovi record di volume.

Infatti, il 12 marzo Uniswap ha visto i suoi livelli di volume giornaliero raggiungere acutamente oltre $ 53 milioni, un nuovo traguardo storico per la piattaforma. Detto questo, lo stress test ha dimostrato che la dApp è in grado di resistere con grazia a importanti aumenti di attività.

“Non ho voglia di festeggiare, ma sono contento che sia stato in grado di gestire il carico enormemente aumentato senza problemi”, il creatore di Uniswap Hayden Adams disse sulle notizie.

Allo stesso modo, anche il progetto Kyber Network, un aggregatore di liquidità on-chain, ha raggiunto un nuovo record di volume di scambi giornalieri di oltre $ 27 milioni giovedì. Un giorno dopo, il progetto ha avuto in particolare il suo secondo miglior giorno di volume di sempre, avendo raccolto più di 21 milioni di dollari venerdì. Il record precedente di Kyber era di 13 milioni di dollari il 9 marzo, quando le azioni statunitensi hanno iniziato ad affondare per la prima volta verso il territorio degli orsi.

Il vantaggio del trading del lunedì è stato visto anche in progetti più piccoli, come la beta stablecoin DEX Curve Finance, che ha sostenuto più di $ 7 milioni di scambi nel giorno.

Coinbase vede anche il volume dei mostri

La scorsa settimana, anche il gigante statunitense dello scambio di criptovalute Coinbase, con sede a San Francisco, ha segnato numerosi traguardi di trading.

Per prima cosa, l’exchange ha stabilito nuovi record di volume settimanali su entrambe le sue coppie di trading BTC / USD ed ETH / USD, mostrando quanto si sia verificata la pressione acuta di vendita. In particolare, Coinbase ha facilitato $ 1,1 miliardi di scambi il 12 marzo e poi $ 1,5 miliardi il 13 marzo, i migliori giorni di volume dell’exchange dall’inizio dell’anno.

Spike di liquidazioni composto

In mezzo a quello che il CEO di Compound Robert Leshner ha salutato come il “primo grande test” di DeFi, la Compound dApp – una piattaforma di prestito molto popolare su Ethereum – ha tenuto ferma durante il principale calo dei prezzi di Ethereum della scorsa settimana.

Non sorprende che la dApp abbia registrato un’ondata di liquidazioni di posizioni di prestito il giovedì nero – per un valore di $ 5 milioni – più di quanto abbia mai fatto prima. Ma anche nel tumulto, anche la richiesta di prendere in prestito la stablecoin Dai è aumentata sulla piattaforma.

A causa dei movimenti estremi dei prezzi nel mercato oggi ($ DAI è attualmente scambiato > $ 1,05), la domanda di prestiti per DAI è attualmente a livelli record.

Inoltre, la rete Ethereum è intasata.

Il composto funziona normalmente, ma potrebbe essere necessario più tempo del normale per ritirare DAI.

– Composto (@compoundfinance) 12 marzo 2020

La leadership di Compound ha affermato che lo stress test de facto indicava che eravamo sull’orlo di una nuova era finanziaria.

“E tutto questo pone le basi per la reinvenzione dell’infrastruttura finanziaria”, ha detto l’amministratore delegato di Compound Robert Leshner sulla scia del sell-off di giovedì.

Le commissioni di Ethereum salgono alle stelle

Poiché il giovedì nero ha creato un’enorme pressione di vendita su asset a rischio, molti trader di criptovalute hanno deciso di fuggire alla sicurezza di contanti o stablecoin. Questa dinamica ha portato a un’esplosione della domanda di attività sulla rete Ethereum, che ha causato un temporaneo aumento dei prezzi del gas.

Il gas è un’unità di prezzo dell’etere (ETH) denominata “gwei” o un miliardesimo di ETH. Il 12 marzo, quando Ethereum è stato congestionato da una grande richiesta di spazio a blocchi, i prezzi medi del gas sono saliti a oltre 100 gwei per transazione a un certo punto. Questo aumento ha segnato un aumento del 900% dei prezzi del gas nel corso della giornata.

Maker ottiene debito protocollo

MakerDAO è la principale dApp di prestito nel settore DeFi di Ethereum. Attraverso di essa, gli utenti possono depositare garanzie crittografiche come ETH e Basic Attention Token (BAT) per ottenere prestiti automatici in Dai, la stablecoin del progetto.

La scorsa settimana, la piattaforma ha vissuto in particolare uno dei suoi periodi più difficili. In un contesto di riduzione dei rischi del Black Thursday, il prezzo dell’ETH è crollato e ha messo sottocollateralizzate le posizioni di prestito di Maker di più di pochi utenti e quindi sott’acqua.

Questo calo di prezzo, i prezzi elevati del gas e altre anomalie intorno al processo di liquidazione di Maker hanno permesso a un liquidatore – soprannominato “Keeper” in gergo Maker – di acquistare quasi $ 5 milioni di garanzie ETH subacquee, ma in modo efficace gratuitamente.

Il fatto che questa garanzia sia stata acquistata in modo atipico gratuitamente ha lasciato alcuni mutuatari Maker con la totalità delle loro garanzie collaterali perse piuttosto che la penale di liquidazione del 13% che avrebbero dovuto normalmente affrontare, e di conseguenza il sistema Maker è stato lasciato con quasi $ 5 milioni di debito del protocollo.

Per compensare questa carenza di protocollo, il progetto Maker conterà nuovi token MKR – il token di governance della dApp di prestito – per la prima volta in modo da essere messi all’asta. Quell’asta avrà luogo il 19 marzo, durante la quale MKR sarà venduto all’asta in lotti.

La crisi è stata senza precedenti ma illuminante, ha detto il team di Maker:

“La comunità ha superato con successo una brutale tempesta di realtà esterne, che includeva una rapida svalutazione delle garanzie collaterali e un aumento dei prezzi del gas. Gli eventi in definitiva mostrano l’importanza fondamentale di un’intera comunità che si riunisce per monitorare e proteggere il sistema mentre si decentralizza “.

Fondi assicurativi interessati

I mercati dei derivati ​​crittografici BitMEX e Deribit mantengono due dei fondi assicurativi di più alto profilo nell’ecosistema, ma la scorsa settimana si sono comportati in modo nettamente contrastante.

Ad esempio, il fondo assicurativo BitMEX ha raggiunto un nuovo massimo record di 36.493 bitcoin poiché una parte dei suoi trader è stata liquidata il giovedì nero.

Il rovescio della medaglia, il fondo assicurativo di Deribit è stato tagliato quasi a metà durante la settimana, poiché il suo tesoro protettivo è affondato da 392 bitcoin l’11 marzo a 198 bitcoin il 13 marzo a causa di “estrema volatilità”, ha spiegato la società. Per sostenere quell’assicurazione, venerdì l’exchange ha annunciato un’infusione di 500 bitcoin.

“Al fine di prevenire le perdite socializzate, abbiamo deciso di supportare il fondo assicurativo e rafforzarlo iniettando 500 BTC di fondi aziendali”, ha detto Deribit.

La Fed annuncia un taglio di emergenza dei tassi

Il 15 marzo, la Federal Reserve – il sistema bancario centrale degli Stati Uniti – ha raddoppiato la lotta contro il crescente rischio economico con una serie di mosse importanti, tra cui un nuovo taglio di emergenza dei tassi tra lo 0 e lo 0,25% e un enorme $ 700 miliardi di round di quantitative easing.

Come l’istituzione spiegato di domenica:

“La Federal Reserve sta monitorando attentamente i mercati del credito ed è pronta a utilizzare la sua gamma completa di strumenti per sostenere il flusso di credito alle famiglie e alle imprese e promuovere così i suoi obiettivi di massima occupazione e stabilità dei prezzi”.

Resta da vedere se le manovre saranno sufficienti per stabilizzare i recenti brutti mercati. E mentre alcuni analisti pensano che l’allentamento quantitativo sia positivo per la proposta di valore di una valuta digitale deflazionistica come il bitcoin, anche come andrà a finire la situazione macro più ampia nei prossimi anni è una questione aperta..

What Next?

È impossibile dirlo con precisione, ma a questo punto, con la più ampia arena economica globale posizionata come è adesso, non è irragionevole pensare che le cose possano peggiorare prima di migliorare nei mercati a breve e medio termine -term timeframe.

Per la criptoeconomia, ciò significa che potrebbe continuare a essere colpita duramente come un settore relativamente piccolo e rischioso. Ma questo è ben lungi dal dire che non ci sono innovazioni degne di nota nell’arena, anche se l’interesse si sta esaurendo. Sul fronte tecnico, infatti, lo spazio non è mai stato così impressionante. Dovremo vedere come andrà a finire nei mesi a venire.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map