Trump vuole stampare più Fiat: sottolinea lo stato di “rifugio sicuro” di Bitcoin

Donald Trump

Negli anni a venire, il bitcoin (BTC) potrebbe avere una posizione elevata come un bene rifugio sicuro non correlato in modo univoco se le tensioni commerciali e valutarie continuano a divampare sulla scena mondiale.

L’ultimo sviluppo che fa presagire questa possibilità è arrivato il 3 luglio, quando il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha affermato tramite tweet che l’Unione europea e il governo cinese stavano “giocando [un] grande gioco di manipolazione della valuta.

Donald Trump

Il presidente ha continuato sostenendo che più dollari USA dovrebbero essere stampati per “ABBINARE” la valuta di quelle entità.

Le osservazioni arrivano dopo che il presidente Trump ha recentemente esercitato pressioni sulla Federal Reserve, il sistema bancario centrale americano, per aumentare e mantenere bassi i tassi di interesse e allo stesso tempo intraprendere un quantitative easing (QE) – l’atto di stampare denaro in modo che possa essere iniettato in un’economia, ad es. acquistare debito pubblico.

La Cina e l’Europa giocano a un grande gioco di manipolazione della valuta e pompano denaro nel loro sistema per competere con gli Stati Uniti. Dovremmo ABBINARE, o continuare a essere i manichini che si siedono e guardano educatamente mentre altri paesi continuano a giocare ai loro giochi, come hanno fatto per molti anni!

– Donald J. Trump (@realDonaldTrump) 3 luglio 2019

Quel tandem di tassi bassi e QE è ciò che Trump ha indicato come le principali risorse della Cina nel suo tentativo di superare il dominio economico dell’America. Ad oggi, il presidente della Fed Jerome Powell, che opera indipendentemente dall’autorità del presidente, ha resistito a cedere a quella strategia.

Eppure il fatto che il presidente Trump abbia continuato a invocare pubblicamente una svalutazione competitiva del dollaro mostra come le ansie di guerra valutaria siano attualmente elevate sulla scena internazionale e potrebbero aumentare ancora. Quella dinamica potrebbe giocare direttamente nelle mani di bitcoin … o meglio, la sua capitalizzazione di mercato.

Dollaro giù, Bitcoin su?

L’egemonia del dollaro nell’economia mondiale sembra che potrebbe essere nei guai, e il presidente Trump che spaventa gli investitori tormentando la Fed potrebbe essere solo un piccolo esempio del perché. Tuttavia, fattori internazionali più ampi figurano ovviamente nell’equazione.

Riducendo lo zoom, il morso delle sanzioni statunitensi e le crescenti guerre commerciali hanno rispettivamente l’UE, la Cina, Cuba e la Russia che cercano modi per eludere Washington e i suoi biglietti verdi. Cuba e Russia hanno esplorato specificamente la tecnologia delle criptovalute come parte di questi sforzi, ad esempio.

Ovviamente, l’USD non verrà abbattuto dall’oggi al domani. Ma le condizioni necessarie per un declino sono già state stabilite poiché le grandi potenze stanno cercando di de-dollarizzare ulteriormente.

Questa realtà non è nell’interesse razionale del governo degli Stati Uniti, ma potrebbe comportare una serie di circostanze che renderebbero il bitcoin ancora più un bene rifugio di quanto non lo sia oggi.

Se il dominio unipolare del dollaro lascia il posto a un campo più multipolare, le valute come lo yuan cinese e l’euro dell’UE potrebbero vedere i loro profili aumentare notevolmente. Tuttavia, se il consenso non viene raggiunto ed emerge una nuova gerarchia di valute, allora il bitcoin – che è deflazionistico e non sovrano e quindi non soggetto a svalutazioni competitive dei pianificatori – avrà una grande apertura per diventare una valuta di scelta nel mondo.

Bitcoin come King of the Hill

L’ex presidente della Fed Ben Bernanke ha già notato che uno dei maggiori vantaggi del dollaro è la sua “stabilità di valore”. In quanto tale, l’instabilità a lungo termine intorno al dollaro potrebbe prestare alla stabilità del bitcoin in natura se BTC diventasse un bene rifugio più grande.

Eppure il bitcoin, ancora alle prime armi e piccolo rispetto ai grandi mercati forex, sembra già godere del radicamento della sua posizione di rifugio economico sicuro.

Questa primavera, la società di ricerche di mercato Delphi Digital ha pubblicato un rapporto che esplora come il bitcoin abbia recentemente sovraperformato altri asset tradizionali tradizionalmente considerati rifugi sicuri per gli investitori, ad es. Buoni del Tesoro USA, oro e yen giapponese.

L’azienda ha spiegato:

“Contrariamente alla sua storia recente, Bitcoin è rimasto in gran parte inalterato dalla svendita di attività di rischio, sebbene le aspettative per la volatilità del mercato siano in aumento. È ancora troppo presto per rivendicare la vittoria, ma la natura non correlata di BTC si è finora dimostrata vera “.

Il futuro è sempre imperscrutabile, anzi, ma sembra che si stia allineando una finestra attraverso la quale bitcoin potrebbe essere ulteriormente tirato spalla a spalla con alcune delle più grandi risorse del mondo.

In quel contesto, i recenti sforzi inflazionistici del presidente Trump potrebbero finire per aiutare bitcoin più di quanto aiutino il dollaro.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map