Vieni, vieni tutti: EY pubblica il suo strumento per la privacy di Ethereum “Nightfall”

EY

Il mese scorso, il gigante contabile internazionale “Big Four” EY si è impegnato a rilasciare il suo strumento per la privacy Nightfall per Ethereum a maggio 2019. Con poche ore libere, l’azienda ha ufficialmente rispettato tale impegno.

Il 31 maggio EY ha pubblicato di pubblico dominio il suo repository per il sistema Nightfall, annunciato ad aprile all’EY Global Blockchain Summit.

EY

La tecnologia, che sfrutta le prove a conoscenza zero (ZKP) per oscurare i dettagli delle transazioni sulla mainnet di Ethereum, è stata progettata per consentire alle grandi imprese e istituzioni di utilizzare privatamente la catena pubblica di Ethereum invece di, ad esempio, biforcare una versione privata autorizzata di Ethereum per ottenere lo stesso effetto.

Ernst & La squadra di Young di >Oggi 200 sviluppatori blockchain hanno rilasciato il codice per Nightfall. Impiega prove di conoscenza zero per consentire ai clienti EY aziendali di costruire sulla catena pubblica di Ethereum mantenendo la privacy, la sicurezza, l’affidabilità e la conformità normativa.https://t.co/xxHHCweF6v

– justin.leroux.eth (@ 0xMidnight) 31 maggio 2019

Come hanno spiegato i costruttori di Nightfall nel suo repository, lo strumento è ancora sperimentale, ma a questo punto è stato rilasciato per aiutare ad accelerare l’adozione da parte della società mainstream del potenziale della blockchain:

“Nightfall integra una serie di contratti intelligenti e microservizi e il toolkit zk-snark di ZoKrates, per consentire la transazione dei token ERC-20 ed ERC-721 standard sulla blockchain di Ethereum con completa privacy. È una soluzione sperimentale e ancora in fase di sviluppo attivo. Abbiamo deciso di condividere il nostro lavoro di ricerca nella convinzione che questo accelererà l’adozione di blockchain pubbliche “.

Allora perché il vasto team di sviluppatori blockchain di EY pensa che Nightfall possa essere un punto di svolta nello spazio? Perché la tecnologia potrebbe aiutare le grandi organizzazioni a sentirsi a proprio agio nel tuffarsi nella blockhain, vale a dire Ethereum nel caso di Nightfall, poiché queste istituzioni vorranno contemporaneamente garanzie di privacy superiori e piena verificabilità. Come EY ha spiegato succintamente nell’annuncio dello strumento il mese scorso:

“Le aziende saranno ancora in grado di fornire la tracciabilità completa e la cronologia delle transazioni a revisori e autorità di regolamentazione senza rivelare il contenuto delle transazioni più ampiamente”.

Paul Brody, il leader dell’innovazione blockchain globale presso EY, da allora ha confermato che Nightfall sarà utilizzato all’interno di due delle offerte proprietarie della società di contabilità, EY Blockchain Analyzer e EY OpsChain. Il primo strumento è incentrato sui servizi di revisione e tassazione, mentre il secondo aiuta le imprese a tokenizzare le loro operazioni commerciali.

E ora, grazie alla pubblicazione di Nightfall di EY nel pubblico dominio, chiunque è libero di modificare il codice dello strumento a suo piacimento. Nei prossimi anni, molti progetti al di fuori della competenza diretta di EY potrebbero implementare interpretazioni o estensioni di Nightfall grazie al suo status di liberamente disponibile e modificabile.

E Nightfall è probabilmente solo l’inizio per EY, poiché l’azienda è pronta a rilasciare più strumenti blockchain considerando la sua posizione in crescita nella criptoeconomia.

JP Morgan rilascia il suo strumento per la privacy, Anonymous Zether

EY non è l’unica grande azienda che ha recentemente rilasciato una soluzione per la privacy delle criptovalute.

All’inizio di questa settimana, la potenza bancaria JP Morgan ha reso open source il suo strumento Anonymous Zether, una versione modificata interna di Zether, un altro sistema di privacy ZKP che offusca i dettagli delle transazioni per blockchain di contratti intelligenti basati su account, ad es. Ethereum e Stellar.

Zether stesso ha fatto ondate per la prima volta a febbraio. Anonymous Zether di JP Morgan estende l’originale consentendo anche alle parti che effettuano transazioni di nascondere sia le loro identità che i dettagli della transazione.

Al centro, sia Zether che Anonymous Zether sfruttano la tecnologia dei contratti intelligenti, in particolare lo Zether Smart Contract (ZSC). Ad esempio, gli utenti possono depositare etere (ETH) nello ZSC per ricevere ZTH, una versione nascosta dell’etere depositato.

È chiaro che con JP Morgan ed EY che entrano nella mischia, il supporto per aumentare la privacy delle blockchain pubbliche ora ha alcuni dei maggiori sostenitori mainstream possibili. In quanto istituzioni principali, sanno ciò che le principali istituzioni vogliono, hanno bisogno e possono ottenere dalla tecnologia blockchain e stanno aiutando ad aprire la strada verso la realizzazione di tali possibilità.

La grande domanda per ora, quindi, è cosa faranno JP Morgan ed EY dopo?

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map