Waltonchain lancia WTC-Food, un sistema di autenticazione alimentare bidirezionale

Waltonchain Food

Waltonchain ha appena annunciato la sua nuova iniziativa chiamata WTC-Food. L’obiettivo del sistema è fornire il monitoraggio dell’origine e della destinazione dei prodotti alimentari. In un video esplicativo rilasciato dal gruppo, la piattaforma è particolarmente rivolta a paesi come la Cina che non dispongono di robusti sistemi di tracciamento alimentare.

Il problema con il cibo

In quanto paese in via di sviluppo con più di 1 miliardo di bocche da sfamare, la Cina ha un serio problema tra le mani. Nello specifico, il paese è stato scosso da uno scandalo alimentare dopo uno scandalo alimentare, cose del genere che lascerebbero lo stomaco delle persone medie ribollite per il disgusto.

Guida Waltonchain

Leggi anche: Guida per principianti a Waltonchain

Quanto sono cattivi? Eccone alcuni.

Un certo numero di venditori di carne sono stati sorpresi a sostituire montone per carne di ratto. Falsi di noti marchi di condimenti sono stati scoperti sugli scaffali dei negozi di alimentari che contenevano prodotti chimici industriali pericolosi che può provocare il cancro e altri effetti gravi e immediati sulla salute.

E, naturalmente, c’era il famigerato scandalo melaminico dove un’importante azienda lattiero-casearia ha aggiunto la sostanza chimica industriale nota come melamina per conferirle l’aspetto di un contenuto proteico più elevato. Le conseguenze di quel particolare scandalo si fanno sentire ancora oggi, con la maggior parte dei genitori che si rifiuta di acquistare prodotti lattiero-caseari di qualsiasi tipo per paura che contengano ancora una volta prodotti chimici industriali. Questo ha portato a tutto il mondo carenza di alimenti per lattanti a causa dell’esportazione e dell’accaparramento del mercato grigio.

La mela irrintracciabile

Se qualcuno acquista una mela dallo scaffale di un negozio di alimentari negli Stati Uniti, di solito ci sono abbastanza informazioni disponibili in modo che la mela possa essere rintracciata fino alla fattoria da cui è stata raccolta. Questo è importante perché se qualcosa non andasse con quella mela e fosse necessario emettere un richiamo, questa informazione consentirà alle autorità di agire in modo molto più rapido ed efficace.

In Cina, tuttavia, un sistema come questo semplicemente non esiste. Il cibo sembra essere raccolto in una fattoria e poi mescolato attraverso un misterioso processo in cui cambia di mano dozzine o più volte e poi appare sullo scaffale di un negozio da qualche altra parte senza una chiara indicazione di come sia arrivato lì.

Non solo questo è un problema per preoccupazioni normali come focolai di E. coli, ma la Cina ha una lunga storia di manomissioni intenzionali di cibo e contraffazione a scopo di lucro, come si è visto nello scandalo della melamina.

WTC-Food una soluzione?

L’idea proposta da Waltonchain, un progetto con sede in Cina, è quella di utilizzare la blockchain di Waltonchain per creare un sistema in cui il cibo possa essere rintracciato dalla fonte alla sua destinazione finale con controlli effettuati ad ogni fermata.

Se il WTC-Food funziona come pubblicizzato, potrebbe rivelarsi una rivoluzione nella sicurezza alimentare non solo per la Cina, ma ovunque nel mondo dove garantire la sicurezza alimentare è tutt’altro che facile. Anche se una singola mela fa 15 fermate tra la fattoria e il negozio di alimentari e viene acquistata, venduta e scambiata altrettante volte, ipoteticamente potrebbe comunque seguirla un sistema di tracciamento basato su blockchain.

Un sistema come questo potrebbe anche imporre la conformità. Questo perché se sei un intermediario nella catena alimentare, non vorresti acquistare cibo da un altro intermediario che non ha partecipato alla blockchain. Ciò causerebbe la comparsa di un vuoto nella cronologia del monitoraggio degli alimenti. Questo divario potrebbe rivelarsi inaccettabile una volta che altri grandi rivenditori parteciperanno al programma.

Un semplice sistema automatizzato potrebbe verificare se un determinato prodotto alimentare ha una catena di approvvigionamento ininterrotta o meno e potrebbero scegliere di rifiutare gli articoli che non hanno una cronologia chiara. Questo, a sua volta, costerebbe denaro agli intermediari che hanno scelto di non partecipare.

Domande e dubbi che richiedono risposte

Anche se in teoria il programma WTC-Food sembra che possa cambiare in meglio molte vite, ci sono ancora alcune cose che non sappiamo ancora al riguardo.

In generale, la legge cinese afferma che i sistemi di informazione devono essere soggetti al monitoraggio e alla censura del governo. Ad esempio, ogni provider di posta elettronica in Cina deve essere registrato e fornire una backdoor alle autorità per ottenere pieno accesso a tutti i dati desiderati in qualsiasi momento. Con questo in mente, non sappiamo se il governo chiederà un accesso simile ai dati o se avrà la capacità di alterare o censurare i record.

Questo è tutto un territorio inesplorato, ma cosa succede se un focolaio di una malattia minore appare nella catena alimentare e il governo vuole tenerlo nascosto? Interverranno e altereranno i record in modo da non provocare una protesta pubblica? E da una prospettiva tecnologica, la blockchain di Waltonchain consentirà di apportare tali modifiche o la sua blockchain è completamente immutabile? E se è immutabile, come può rispettare le leggi sulla censura?

Le nostre dita sono incrociate nella speranza che il governo veda i vantaggi di garantire il proprio sistema di approvvigionamento alimentare invece di cercare di mettere l’ordine sociale in una posizione al di sopra della sicurezza alimentare.

Immagine in primo piano: Il tardo Mercuzio

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map