Ex-Goldman Sachs Exec vede promesse nell’ecosistema DeFi di Ethereum

Ethereum

Mentre il caso d’uso di Ethereum per gran parte del 2017 e del 2018 è stato quello di essere una piattaforma per il lancio delle offerte iniziali di monete, la seconda blockchain più grande, seconda solo a Bitcoin, ha iniziato a sviluppare un cosiddetto “caso d’uso killer”: finanza decentralizzata, migliore noto alla comunità delle criptovalute come DeFi.

Per chi non lo sapesse, DeFi è un ecosistema decentralizzato composto da applicazioni su blockchain in grado di gestire attività legate alla finanza – dall’emissione di prestiti, alla gestione degli investimenti, al guadagno di reddito da immobili e così via e così via.

Sebbene la DeFi non sia vincolata a Ethereum – Bitcoin ha il proprio ecosistema DeFi nella rete Lightning, così come altri blockchain – la finanza su blockchain è diventata parte integrante dell’ecosistema e del marchio di Ethereum.

Caso in questione: ora c’è un valore di $ 1 miliardo (Ether, stablecoin, token ERC-20, ecc.) Bloccato in contratti intelligenti basati su Ethereum.

E fortunatamente per gli ottimisti DeFi, questa cifra fa già girare la testa.

Exec Goldman Sachs dà Ethereum & DeFi His Thumbs Up

Raoul Pal, ex capo delle azioni e dei derivati ​​su azioni di Goldman Sachs, è stato uno dei primi trader istituzionali a tuffarsi nel Bitcoin, scrivendo e investendo in Bitcoin almeno nel 2013.

Mentre Pal era in gran parte concentrato su BTC per il tempo più lungo, sta espandendo i suoi orizzonti.

Nell’edizione di gennaio del rapporto Global Macro Investor, Pal ha scritto che sta diventando “sempre più ottimista su Ethereum”, aggiungendo che l’asset è “l’argento rispetto all’oro di Bitcoin”.

L’importante investitore ha citato specificamente l’adozione della DeFi, che ha definito come la seguente:

DeFi include risorse digitali, protocolli, contratti intelligenti e DApp costruiti su una blockchain. Questi casi d’uso sfruttano la flessibilità e la concentrazione di sviluppo di Ethereum, concentrandosi per aiutare a creare questi ecosistemi finanziari aperti.

la sensazione durante la lettura @RaoulGMISono 114 pagine del thinkpiece di gennaio e vedi la tua compagnia nei menchies. pic.twitter.com/oaERdC7eby

– Payom Dousti (@PayomDousti) 5 febbraio 2020

Pal ha spiegato in una serie di commenti e interviste che vede un mondo nel futuro in cui tutto è basato su tecnologie blockchain, dove ci sono criptovalute come Ethereum e Bitcoin utilizzate in una serie di capacità.

La DeFi su Ethereum potrebbe essere una parte importante di questo nuovo mondo, lasciando spazio a un drastico rialzo, come diceva Pal nel rapporto.

Ancora più interessato a Bitcoin

Mentre Pal è entusiasta di DeFi ed Ethereum, l’investimento di cui è più entusiasta è Bitcoin. In effetti, ha recentemente affermato che Bitcoin sarebbe la sua prima e principale scelta se potesse possedere un solo asset per i prossimi 10 anni.

In un commento su Twitter pubblicato alla fine del mese scorso, Pal disse che pensa che Bitcoin sia la risorsa perfetta per lui da tenere per il prossimo decennio perché “incapsula tutte le viste macro più ampie”, facendo riferimento alle dichiarazioni precedenti che ha fatto suggerendo che il mondo si rivolgerà a un sistema di finanza alternativo che sarà digitale. (In precedenza, il dirigente di Real Vision ha affermato che Bitcoin è fondamentalmente un’opzione per il futuro della finanza.)

Se potessi possedere solo una risorsa per i prossimi 10 anni, sarebbe bitcoin $ BTC Incapsula tutte le mie viste macro più ampie e sembra il punto all’orizzonte lontano verso cui siamo diretti, in una qualche forma o forma. Sì, mi piace anche l’oro e molte altre cose, ma il rischio / rendimento di BTC batte tutti.

– Raoul Pal (@RaoulGMI) 31 gennaio 2020

Ha aggiunto che da una pura prospettiva di analisi del rischio-rendimento, Bitcoin “batte tutto”.

L’ex dirigente di Goldman Sachs in precedenza aveva detto al famoso podcaster del settore Stephan Livera che tutte le classi di asset popolari sono estremamente costose, ad eccezione di Bitcoin e criptovaluta..

Le azioni, ha spiegato, sono all’incirca ai massimi storici e spingono le valutazioni estreme per un profitto e un potenziale relativamente bassi.

Le obbligazioni non sono molto migliori, osserva Pal, attirando l’attenzione sui “rendimenti praticamente nulli” – e in alcuni casi sui rendimenti negativi – che il debito ritenuto sicuro fornisce.

Anche gli immobili non sono attraenti, con l’investitore di spicco che definisce questa classe di asset “insostenibile”, aggiungendo che ha ancora meno senso acquistare case perché sono scambiate vicino ai massimi storici.

Quindi, Bitcoin.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map