Surveying Poolz: un protocollo di scambio L3 per aumentare le opzioni di liquidità in DeFi

Poolz

La crescente criptoeconomia, e di recente Ethereum in particolare, sta mostrando come gli asset in futuro saranno digitali e, in estensione, estremamente liquidi.

Di conseguenza, è giusto dire che mentre stiamo già assistendo a un numero sempre maggiore di innovazioni e pietre miliari intorno alla liquidità in Crypo che mai, collettivamente abbiamo appena iniziato a grattare la superficie con il modo in cui possiamo affrontare la liquidità in questo mondo sempre più tokenizzato.

Nell’interesse di graffiare più a fondo, per così dire, il nuovo Poolz progetto ha intensificato al piatto.

Entra Poolz

Le semplici offerte iniziali di monete, o ICO, sono morte anni fa.

Eppure nel 2020 abbiamo visto una serie di progetti DeFi emergenti sperimentare nuovi tipi di eventi di distribuzione della liquidità, come le offerte DeFi iniziali. Ricorda come il progetto di risorse sintetiche del protocollo UMA ha condotto un “elenco Uniswap iniziale” per il suo token di governance UMA in primavera, ad esempio.

Tuttavia, nonostante tutti i suoi meriti, Uniswap e altri protocolli di trading tradizionali in DeFi non sono stati personalizzati su misura per facilitare le distribuzioni di liquidità e le aste: Poolz ha.

Allora, cos’è esattamente Poolz?

Poolz è un protocollo di scambio di livello 3, con L3 qui che si riferisce al fatto che Poolz funziona al di sopra di entrambi i livelli di base e applicativi di Ethereum. È anche decentralizzato e affidabile, il che significa che non è controllato da nessuna parte centrale e può essere utilizzato direttamente senza l’aiuto di intermediari.

Per quanto riguarda ciò che Poolz facilita lo scambio, sarebbero i primi token dei primi progetti DeFi, il litepaper del protocollo spiega:

“Poolz è un … modo per connettere gli innovatori e gli investitori della blockchain-criptovaluta nella fase iniziale. La sua interfaccia unificata consente ai proprietari dei progetti di lanciare e gestire aste di liquidità facilmente individuabili dagli investitori sulla piattaforma “. 

Quindi c’è il discorso dell’ascensore. Poolz aiuta le nuove imprese e gli imprenditori DeFi a entrare in contatto con gli investitori nelle prime fasi e avviare la liquidità attraverso aste di token di facile utilizzo. D’altro canto, questi investitori possono utilizzare Poolz per identificare facilmente nuovi progetti promettenti da sostenere a lungo termine.

Affrontare una crescente esigenza di DeFi

In poche parole, la DeFi sta esplodendo in questo momento.

Ad esempio, ora esistono stablecoin per un valore di oltre $ 20 miliardi e il volume DEX mensile totale ha superato i $ 23,5 miliardi il mese scorso. L’attività nel settore è in aumento su tutta la linea e gli operatori rialzisti e i costruttori ispirati stanno crescendo allo stesso modo. 

Detto questo, abbiamo assistito a un’acuta maturazione delle condizioni per portare i progetti sul mercato, ma le startup DeFi stanno ancora sperimentando e cercando di trovare modi innovativi per distribuire e portare liquidità ai loro token. Questa è la grande opportunità che Poolz intende cogliere.

Come viene progettato e utilizzato Poolz

Poolz ha una serie di caratteristiche salienti e punti di progettazione, inclusi i seguenti:

  • Il protocollo non è detentivo, il che significa che gli utenti mantengono il controllo delle proprie risorse in ogni momento. 
  • Affidandosi al meglio di ciò che la libreria JavaScript React ha da offrire, l’interfaccia utente di Poolz è intuitiva e familiare. 
  • Poolz si affida anche alla crittografia omomorfica per garantire un trading decentralizzato a rischio ridotto. 

Di conseguenza, il design complessivo del protocollo si presta a una varietà di casi d’uso, come ad esempio:

  • Bootstrapping della liquidità (portare il tuo token nelle mani di una comunità globale in modo efficiente).
  • Trading over-the-counter (OTC).
  • Yield farming (gli investitori possono fornire liquidità ai pool di aste di token).
  • Aste di token non fungibili (NFT). 

Le piscine di Poolz

Le aste di token Poolz sono sostenute da pool di liquidità.

Il protocollo consente agli utenti di creare “pool creati”, che sono accessibili solo ai possessori di POZ, il token nativo di Poolz. In estensione, ci sono “Open pool”, che, come suggerisce il nome, sono accessibili a qualsiasi utente Poolz. Il primo addebita una commissione dello 0,15% sulla liquidità totale raccolta, mentre il secondo addebita una commissione dello 0,2%.

Facendo un ulteriore passo avanti, i progetti DeFi desiderosi di mettere all’asta i loro token tramite Poolz possono sfruttare uno dei due formati di pool specifici: Direct Sales Pools (DSP) o Time-Locked Pools (TLP).

Il formato DSP consente agli investitori di ricevere gettoni d’asta immediatamente dopo averli scambiati. Al contrario, il formato TLP consente agli investitori di ricevere i loro token d’asta solo dopo il completamento di un periodo di lock-in. Su questo punto, il white paper del progetto aggiunge:

“Lo smart contract di Poolz consentirà inoltre ai creatori di pool di definire periodi di lock-in personalizzati, rilasciando così le risorse scambiate in modo incrementale. Ad esempio, diciamo, sborsare immediatamente il 40% dei token scambiati e, diciamo dopo 1 mese, il restante 60% in una maturazione mensile pari a 6 “.

Infrastruttura cross-chain

Un altro degli aspetti più interessanti di Poolz è che ha in programma un futuro cross-chain (o come qualcuno direbbe, multi-chain).

In effetti, mentre il protocollo di scambio L3 ha comprensibilmente iniziato il suo viaggio su Ethereum, i costruttori del progetto stanno pianificando di integrare costantemente la loro tecnologia con altri blockchain principali in modo che l’ecosistema di Poolz non venga ridotto in silos ma distribuito e interoperabile in fasce della criptoeconomia.

Fornire liquidità a Poolz

Supponiamo che tu sia interessato a fornire liquidità su Poolz. Come funzionerebbe?

Bene, poiché Poolz è progettato come un mercato, per prima cosa devi accedere alla sua interfaccia utente e iniziare a navigare nella piattaforma per notevoli opportunità. Quando ne trovi uno che stuzzica il tuo interesse, il passaggio successivo è semplice come premere il pulsante “Partecipa” della dashboard. Imposta i parametri desiderati e conferma se necessario, e sarai pronto. Vale la pena notare che i fornitori di liquidità di Poolz guadagnano premi di scambio pro-rata, che vengono erogati ogni quattro ore, per i loro servizi.

All’interno del token POZ

POZ, che avrà una fornitura totale di 5 milioni, è il token al centro del progetto Poolz. Innanzitutto, il token può essere utilizzato dai titolari per governare collettivamente il protocollo Poolz in modo decentralizzato.

“La piattaforma Poolz implementerà un regolare meccanismo di consenso Proof of Stake (PoS), consentendo ai titolari di POZ di ottenere diritti di voto puntando i loro token come portafogli designati”, hanno spiegato in precedenza i costruttori del progetto. 

Questa dinamica apre la strada alle parti interessate di Poolz che decidono da sole sui parametri chiave del progetto, ad es. tasse. Eppure, al di là della governance, Poolz utilizzerà anche un sistema di staking separato in cui gli utenti possono puntare i token Poolz LP per guadagnare premi POZ. 1,75 milioni di POZ sono stati messi da parte per la durata di questi premi di staking.

L’angolo NFT

Dietro DeFi, uno dei settori più caldi della criptovaluta in questo momento è l’arena NFT dove stiamo assistendo ai progetti lego dei media iniziare a prendere vita come mai prima d’ora.

Ecco perché un altro degli elementi più intriganti di Poolz è il modo in cui il protocollo sta abbracciando gli NFT, come tramite lo standard ERC-721, e questo apre tutti i tipi di promettenti opportunità per gli utenti NFT come le aste con rapporti dinamici e oltre.

Ovviamente, dovremo aspettare e vedere cosa inventano i creatori e gli innovatori con questo sistema, ma se Poolz può davvero crescere da qui, allora aspettati di vedere incursioni NFT più creative facilitate dal protocollo.

Roadmap di Poolz

Il quarto trimestre del 2020 sta tutto nel portare Poolz sotto i riflettori con cose come le inserzioni POZ e DEX pre-quotate. Questo periodo testimonia anche la creazione dei primi pool e swap su Poolz.

Quindi, nel primo trimestre del 2021, il progetto sta raddoppiando l’estensione dell’ecosistema Poolz integrando swap cross-chain, token ERC-721, aste di offerta e altro ancora. Vedremo anche il lancio della governance di Poolz e dello staking di POZ durante questo periodo di tempo.

Nel frattempo, sarà interessante vedere dove andrà Poolz da qui. Il progetto ha le caratteristiche per un promettente protocollo DeFi, ma solo il tempo dirà se la visione di Poolz si realizzerà pienamente.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map