Obelisk potrebbe creare ASIC open source, ASIC universali da seguire?

Obelisco

La minaccia della centralizzazione del mining è un argomento comune. Ma qual è la soluzione? Finora, la maggior parte delle risposte è stata quella di passare al proof-of-stake o di cambiare regolarmente gli algoritmi per resistere agli sviluppi dell’ASIC. Alcuni hanno persino affermato che la resistenza ASIC è inutile (si intende il riferimento a Trek) o che il problema dovrebbe risolversi nel tempo. Ma un unico produttore di ASIC, Obelisco, vuole portare le cose in una direzione completamente diversa.

Il loro piano è quello di offrire un servizio per progettare e creare un algoritmo personalizzato e iniziare a produrre hardware ASIC per una moneta prima che venga lanciata o aggiornata, quindi rilasciare le specifiche per costruire liberamente i dispositivi in ​​modo che anche altre aziende possano realizzarli. Questo porterà a un dispositivo ASIC universale?

Obelisco

Non puoi batterli, unisciti a loro?

Un certo numero di membri di alto profilo della comunità delle criptovalute come l’autore Andreas Antonopoulos e Anthony Lusardi della ETC Cooperative si sono fatti avanti e hanno affermato che la resistenza all’ASIC è uno sforzo inutile o dannoso. Secondo loro, i miner ASIC sono per loro natura più bravi a proteggere una rete e forniscono una serie di vantaggi alle blockchain su cui vengono estratti.

Per amor di discussione, supponiamo che le loro affermazioni siano corrette. Supponiamo che provare a combattere gli ASIC sia una cattiva idea. Quindi, come può una criptovaluta trarre vantaggio dai vantaggi offerti dal mining ASIC ma non soffrire ancora degli svantaggi della centralizzazione e dei monopoli dei fornitori?

Problemi minerari

Leggi anche: I problemi con l’estrazione di criptovaluta: consumo di energia & Centralizzazione

Qui è dove il file Programma launchpad Obelisk potrebbe offrire un’alternativa (costosa). Il servizio, che arriva a “circa $ 10 milioni”, include la progettazione e lo sviluppo di un nuovo algoritmo di prova del lavoro progettato per resistere al 51% degli attacchi, nonché la progettazione e la produzione di hardware ASIC per il nuovo algoritmo.

Quindi come potrebbe essere un punto di svolta? La risposta è che una volta rilasciata la corsa iniziale dei dispositivi, Obelisk renderà pubbliche le specifiche di progettazione del dispositivo. Ciò significa che qualsiasi produttore, compresi quelli che potrebbero non aver mai trattato criptovaluta prima, avrà pieno accesso a quello che normalmente è un insieme di schemi altamente custodito e riservato..

I problemi della catena di fornitura infinita sono una cosa del passato?

Uno dei maggiori problemi che i minatori ASIC devono affrontare oggi è la cronica scarsità di nuovi dispositivi.

Una volta che un nuovo dispositivo viene annunciato e messo in prevendita, inevitabilmente si esaurirà completamente in meno di un’ora. Quindi, quelli abbastanza fortunati da entrare nella lista dei preordini riceveranno i loro dispositivi solo 3-6 mesi dopo, al più presto. Ciò si traduce in un mercato secondario enormemente gonfiato in cui avidi opportunisti acquistano il maggior numero possibile di dispositivi e poi li rivendono a un prezzo triplo o quadruplo.

Questo è solo sul mercato al dettaglio, tuttavia. Acquirenti grandi e ricchi sono quasi certamente in grado di effettuare ordini anticipati direttamente dal produttore al di fuori del sistema. Ciò conferisce loro un vantaggio discutibilmente ingiusto contro concorrenti più piccoli che potrebbero voler utilizzare solo una manciata di macchine nel loro seminterrato o garage.

È qui che l’idea di Obelisk diventa davvero avvincente.

Se ciò che dicono è vero e i piani vengono rilasciati pubblicamente, subito dopo la corsa iniziale dei dispositivi, potenzialmente dozzine di produttori o più potrebbero iniziare a produrre il dispositivo da soli. Ciò porterebbe non solo a un aumento dell’offerta dei dispositivi, ma anche a un grado di concorrenza sia per il prezzo che per la qualità tra più produttori, cosa che andrebbe assolutamente a vantaggio degli acquirenti grandi e piccoli.

Chiunque utilizzerà il servizio?

La grande domanda ora è che qualcuno accetterà la propria offerta di Obelisk.

Come accennato in precedenza, il prezzo del servizio è di ben 10 milioni di dollari. Agli albori delle ICO, i progetti raccoglievano facilmente cento milioni di dollari. Dare 10 milioni di dollari su hardware ASIC personalizzato per evitare il 51% di attacchi o centralizzazione avrebbe potuto essere una decisione facile. Oggi, tuttavia, la maggior parte delle ICO non riesce a rompere anche $ 1 milione, molto meno $ 10 milioni, il minimo indispensabile per iniziare questo processo.

Il motivo per cui Obelisk sta caricando così tanto è probabilmente a causa del componente critico che distribuiranno i progetti per i loro dispositivi e quindi non saranno in grado di trarne profitto esclusivamente. Una società come Bitmain, d’altra parte, otterrebbe diritti di produzione esclusivi per i propri progetti per sempre. Questo dà loro un grado infinito di controllo per mantenere il proprio mercato come meglio credono. Questo è comprensibile, ma 10 milioni di dollari sembrano eccessivi per l’osservatore casuale.

A peggiorare le cose, i progetti che potrebbero trarre il massimo vantaggio da questo tipo di servizio, come le monete proof-of-work più piccole che affrontano una forte minaccia di un attacco del 51%, quasi certamente non sarebbero in grado di permettersi questo servizio.

Spianare la strada a uno standard ASIC universale?

Se qualcuno utilizza Obelisk per creare un nuovo algoritmo di prova del lavoro e un design ASIC open source, i piccoli progetti potrebbero scegliere di eseguire semplicemente un hard fork nell’algoritmo di prova del lavoro open source creato da Obelisk e sfruttare il potenziale ampia disponibilità dei nuovi dispositivi ASIC.

Supponiamo, ad esempio, che Obelisk crei un algoritmo di mining chiamato “ObHash” e un minatore chiamato “ObMiner1”. Immagina quindi se la maggior parte di ogni piccola moneta di prova del lavoro passasse a un algoritmo ObHash standardizzato che utilizzava il design ASIC ObMiner1 open source che è stato prodotto da molti concorrenti diversi e in molte fasce di prezzo diverse. Forse ci sarebbe un Bitmain ObMiner1, un Halong ObMiner1, un GMO ObMiner1 e così via.

Questo tipo di risultato potrebbe risolvere molti problemi. All’improvviso molti progetti potrebbero essere protetti condividendo un algoritmo simile e un hardware di mining standardizzato. Ma è difficile dire se sarebbe mai stato o meno una realtà. È anche difficile dire quale tipo di problemi tecnici imprevisti o minacce potrebbe causare questo tipo di accordo.

L’altra grande domanda sarebbe: chi pagherebbe a Obelisk i $ 10 milioni per farlo in primo luogo?

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map