Blockchain e settore assicurativo: perturbazioni in arrivo?

Blockchain Insurance

Ci sono poche industrie bizantine come le assicurazioni. Non è del tutto colpa del settore aziendale. Per definizione, l’assicurazione opera in un ambiente ad alto rischio. I premi vengono raccolti silenziosamente fino a quando un incidente grave non costringe a un improvviso e ingente rilascio di fondi.

Un simile incidente mette fuori gioco i calcoli dell’agente assicurativo, poiché ora le tariffe e i benefici devono essere adeguati per sostituire i fondi mancanti e garantire che le future calamità siano già nel budget.

Questo diventa complicato quando sono coinvolte cose fisiche. Auto, barche, motociclette e aeroplani hanno tutti bisogno di un’assicurazione e questi oggetti fisici reali hanno storie fisiche molto reali. Un caleidoscopio di ammaccature, ammaccature, graffi e graffi influisce sul calcolo dei premi assicurativi e, in ultima analisi, sul pagamento nel caso in cui tali problemi estetici diventino qualcosa di più grave.

Blockchain Insurance

Diventa ancora più complicato quando entrano in gioco beni immateriali come la salute e la vita, e un altro livello di complessità arriva quando diverse parti della catena assicurativa – ad esempio, un ospedale, un servizio di emergenza sanitaria e un cliente – devono parlare tra loro per capire chi deve cosa. È come spartire il conto in un ristorante dove ogni commensale ha ordinato qualcosa di diverso e ha solo capacità limitate di pagamento.

Poi ci sono le legioni di veri umani coinvolti. Agenti, sottoscrittori, estimatori, fornitori e molti altri hanno tutti una mano nel piatto delle assicurazioni e un errore di uno di loro può causare indicibili mal di testa su tutta la linea.

La natura trasparente della blockchain ha il potenziale per semplificare il settore dal basso verso l’alto.

Apri cronologia

Quando guardi un’auto usata, cerchi certe cose. C’è apparente ruggine? Qual è il chilometraggio? Dov’è stata questa macchina negli ultimi dieci anni circa?

Una compagnia di assicurazioni si avvicina a un’auto più o meno allo stesso modo quando calcola i premi e la copertura disponibile. Sfortunatamente, quasi nessuno, tranne le aziende di rottami, è interessato a far sembrare un’auto di meno. La frode dilaga nell’industria automobilistica usata, con il risultato che i calcoli assicurativi sono ipotesi, nella migliore delle ipotesi.

Stabilire una catena di proprietà affidabile sulla blockchain elimina la maggior parte delle congetture dall’equazione. I titoli ricostruiti vengono registrati e riportati in modo accurato e allo stesso modo è possibile documentare e condividere importanti lavori di riparazione.

Questo sistema si estende oltre il veicolo fino al conducente, in qualità di fornitore di blockchain Kasko2Go dettagli nella sua carta bianca.

“Per semplificare i loro calcoli, le compagnie di assicurazione classiche definiscono diverse categorie di clienti e cercano di far rientrare ognuno di noi in una di quelle. Siamo centinaia di milioni e ognuno di noi è diverso e unico! Gli assicuratori in carica non ci conoscono e non sono in grado di fare la conoscenza di ognuno di noi ”, ha scritto la compagnia. “E stiamo pagando per questo: è molto più facile impostare un premio più alto e distribuirlo equamente tra tutti i conducenti. L’ossificazione e la goffaggine delle compagnie di assicurazione le fanno mantenere l’immenso numero di specialisti qualificati interni. E l’autista paga per questo! Non può essere accettabile. “

Quando ogni auto – o guidatore – ha un record aperto, trasparente e onesto garantito da presentare a un fornitore di assicurazioni, l’intero pool assicurativo beneficia di calcoli più accurati e, si spera, di premi più bassi. Il rischio insito in un segmento di attività definito da esso diminuisce leggermente.

Fare un reclamo

È un dato di fatto che usare l’assicurazione è difficile, forse deliberatamente. Dopotutto, dovrebbe essere attivato solo in caso di emergenza.

Fare una richiesta di risarcimento assicurativo non è mai un compito facile. Orde di individui vengono coinvolti e tutti questi individui occupano strati diversi della catena alimentare assicurativa. Gli operatori assicurativi devono essere in grado di fatturare e contestare, a volte sia a monte che a valle, nel modo più rapido e accurato possibile. Probabilmente questi giocatori utilizzano tutti sistemi informatici, orari e criteri diversi.

Il risultato è solitamente un disastro. In effetti, intere campagne pubblicitarie televisive sono state progettate intorno alla relativa facilità di una società nell’elaborazione dei reclami, in particolare Liberty MutualCampagna recente.

L’implementazione di una soluzione blockchain fornisce un terreno comune per tutti i livelli della catena assicurativa per parlare tra loro su un piano di parità. Inoltre, assicura che il flusso di informazioni sia uniforme; tutti dovrebbero sapere la stessa cosa allo stesso tempo. Ciò potrebbe essere particolarmente utile in ambito sanitario e non solo per la richiesta di risarcimento. Un medico potrebbe teoricamente scrivere una prescrizione e quasi contemporaneamente inviare quella prescrizione da compilare nello stesso momento in cui una compagnia di assicurazioni si accorge che è stata scritta.

Ciò non solo riduce drasticamente i tempi di elaborazione dei reclami, ma può anche semplificare i pagamenti. Immagina un sistema in cui l’esecuzione di contratti intelligenti prende il posto delle fatture, con tutti i trasferimenti associati e le commissioni bancarie che ciò comporta. E una volta che questi problemi sono stati eliminati, i costi dell’assicurazione dovrebbero diminuire, traducendosi in ultima analisi in costi generali inferiori e possibilmente in premi e commissioni inferiori per tutti i soggetti coinvolti. È probabile che l’accettazione sia anche aiutata dalla tecnologia blockchain. Un ostacolo significativo per alcuni fornitori di assicurazioni è l’incompatibilità con alcuni ospedali o reti di medici. Questo potrebbe essere basato su qualcosa di banale come la geografia, le strutture tariffarie o i fusi orari. Blockchain elimina facilmente queste barriere.

L’assicurazione delle cose

È un dato di fatto che la tecnologia blockchain potrebbe cambiare completamente il modo in cui opera l’antiquato settore assicurativo. È anche possibile che la tecnologia blockchain identifichi alcune nuove strade assicurative che sono state scoperte solo di recente.

L’Internet delle cose è il concetto di macchine semi-intelligenti che parlano tra loro attraverso il cloud o un sistema blockchain. In un mondo ideale, questo crea sinergia in casa o sul posto di lavoro tra macchine originariamente create per lavori molto diversi. Supponiamo che il tuo frigorifero noti che la sua temperatura media è molto alta. Invia un avviso al tuo smartphone, avvisandoti del problema e consigliandoti di chiamare una persona di riparazione.

Allo stesso modo, immagina che il tuo sistema di irrigazione sia ora sulla blockchain.

“I dispositivi collegati potrebbero identificare un evento di sinistro e segnalarlo all’assicuratore prima ancora che l’assicurato lo sappia”,

Ha scritto Tom Johnsmeyer, vicepresidente assistente di PCS Strategy and Development presso ISO Claims Analytics.

“Ad esempio, se gli irrigatori in una casa vengono attivati, si presume che la perdita sia di una certa entità sulla base delle letture dei sensori dell’acqua e dei dati che indicano per quanto tempo l’irrigatore è stato attivo. Ciò che segue potrebbe variare dal pagamento rapido della richiesta di risarcimento basato sui dati IoT (Internet delle cose), potenzialmente prima ancora che l’assicurato si accorga che c’è una perdita, al dispiegamento giudizioso di un gestore dei sinistri per convalidare i dettagli chiave della perdita e garantire che non vi siano incongruenze o attività impropria del ricorrente (come la manomissione del dispositivo). Il costo e la durata del ciclo di vita dei sinistri potrebbero diminuire profondamente “.

Interruzione

L’assicurazione è l’attività di affrontare gli imprevisti. È ironico, quindi, che uno dei maggiori sconvolgimenti per l’industria stessa sia proprio dietro l’angolo. La tecnologia blockchain ha il potenziale per semplificare la valutazione, la stima e l’elaborazione dei sinistri. Entro pochi anni, il settore assicurativo dovrebbe avere il know-how informatico per ripristinare secoli di pratiche inefficienti di carta e penna, con un sistema più economico, più affidabile e più efficace come risultato finale.

Riferimenti

  1. https://www.cbinsights.com/research/blockchain-insurance-disruption/
  2. https://hackernoon.com/blockchain-use-cases-for-insurance-industry-in-2018-f80c46ab2d
  3. http://www.cityam.com/279761/insurance-industry-needs-embrace-blockchain-starting-now
  4. https://venturebeat.com/2018/03/02/kasko2go-uses-military-grade-tech-to-drive-its-blockchain-based-car-insurance/
  5. https://tokensale.kasko2go.com/uploads/setting/whitepaper/1/kasko2go__whitepaper.pdf
  6. https://www.youtube.com/watch?v=qT3ApnIK85I
  7. https://www.verisk.com/blog/four-killer-blockchain-use-cases-insurance/
  8. http://www.businessinsider.com/internet-of-things-devices-applications-examples-2016-8
  9. https://beebom.com/examples-of-internet-of-things-technology/

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map