Cos’è Bakkt e come cambierà il mondo delle criptovalute?

Bakkt

Attrarre denaro da investimenti istituzionali sembra essere il nuovo Santo Graal della criptovaluta, poco distante dall’accettazione da parte del mainstream.

Ci sono poteri di denaro che fluttuano attraverso la sfera degli investimenti istituzionali, attualmente legati a azioni, obbligazioni e altri strumenti finanziari. Portare quel denaro in criptovaluta aumenterebbe la capitalizzazione di mercato totale della sfera di ordini di grandezza.

Oltre ai vantaggi finanziari, una grande ondata di denaro istituzionale darebbe alla criptovaluta la legittimità di cui ha bisogno per fare davvero breccia nell’accettazione e nell’adozione del mainstream.

Quando Goldman-Sachs o Bank of America inizieranno finalmente a basare importanti piani aziendali sui movimenti nel mercato delle criptovalute, il pensiero va, la criptovaluta sarà passata da giocattolo tecnofilo a serio strumento finanziario.

Entra Bakkt

Entra Bakkt. Bakkt prevede di entrare nel mercato delle criptovalute con una piattaforma aperta per tutti i tipi di servizi di criptovaluta, inclusi trading e magazzinaggio.

Ciò che distingue Bakkt dal gruppo sono i suoi sostenitori e la sua azienda fondatrice. Bakkt è un prodotto della stessa azienda che ha generato il decantato Borsa Valori di New York, e prevede di entrare nel mercato con il supporto di un “tendone” autodefinito di grandi nomi, tra cui BCG, Microsoft e Starbucks.

In poche parole, è un investimento istituzionale orientato alla creazione di più investimenti istituzionali.

Daremo uno sguardo a cosa è Bakkt, cosa intende fare e cosa dice il mercato di questa entità potenzialmente rivoluzionaria.

Un’introduzione a Bakkt

Nell’agosto 2018, la società madre di Bakkt Scambio intercontinentale ha rilasciato una dichiarazione in cui annunciava la sua intenzione di utilizzare il servizio cloud di Microsoft Azure per “creare un ecosistema globale aperto e regolamentato per le risorse digitali”.

Questa nuova società, soprannominata Bakkt, inizierebbe subito con l’inclusione di mercati regolamentati a livello federale e servizi ausiliari, come lo stoccaggio.

Presenterebbe anche conversioni da Bitcoin a fiat, una caratteristica rara negli scambi di criptovaluta e uno dei principali fattori di differenziazione tra market mover e anche rans. In totale, Bakkt prevede di servire un mercato digitale che muove $ 270 miliardi all’anno.

“Nel portare un’infrastruttura connessa e regolamentata insieme alle applicazioni istituzionali e di consumo per le risorse digitali, miriamo a creare fiducia nella classe di asset su scala globale, in linea con il nostro track record di portare trasparenza e fiducia in mercati precedentemente non regolamentati”

Il fondatore e CEO di Intercontinental Exchange Jeffrey Sprecher ha detto nella dichiarazione.

Il sito web BakktIl sito web Bakkt

Il fiore all’occhiello di Bakkt che offre uno scambio di futures con sede negli Stati Uniti e un piano di clear-house per contratti Bitcoin consegnati fisicamente per un giorno insieme a stoccaggio fisico.

Alla fine, Bakkt spera di servire tutti i livelli della catena di fornitura delle criptovalute, dagli investitori occasionali ai mega-commercianti, come Starbucks.

In effetti, Starbucks sarà il primo importante commerciante a collaborare con Bakkt su come “convertire le proprie risorse digitali in dollari statunitensi da utilizzare presso Starbucks”, secondo Maria Smith, vicepresidente di Starbucks per le partnership e i pagamenti..

Altri investitori e potenziali partner Bakkt includono una lunga lista di rinomate istituzioni finanziarie, tra cui Alan Howard, Pantera Capital, Fortress Investment Group, Eagle Seven, Galaxy Digital, Protocol Ventures, Susquehanna International Group e Horizons Ventures.

“Bakkt è progettato per fungere da rampa di accesso scalabile per la partecipazione di istituzioni, commercianti e consumatori alle risorse digitali promuovendo una maggiore efficienza, sicurezza e utilità”, ha affermato il CEO di Bakkt Kelly Loeffler nella dichiarazione. “Stiamo collaborando per costruire una piattaforma aperta che aiuti a sbloccare il potenziale di trasformazione delle risorse digitali nei mercati e nel commercio globali”.

Cosa dice il mercato

Probabilmente non è una coincidenza che “Bakkt” suoni sospettosamente come “sostenuto”. Dopotutto, è un progetto della società che ha fondato la Borsa di New York, è basato sulla tecnologia Microsoft, ha già a bordo una sfilza di grandi investitori istituzionali e il suo primo grande commerciante non è altro che l’onnipresente Starbucks.

Nei sogni febbrili più selvaggi degli appassionati di criptovaluta, è difficile immaginare una lista più completa di attori del mercato. Tutto ciò che manca è l’approvazione di Amazon e una lettera dorata della Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti che promette a Bakkt l’accesso illimitato al mercato.

Eppure, questo è vicino alla realtà che Bakkt propone. Iniziando le operazioni con un occhio al controllo normativo, Bakkt sta tentando di superare gli ostacoli normativi che hanno sfidato la criptovaluta durante la sua crescita decennale – e nel 2018, in particolare.

Gli osservatori del mercato delle criptovalute hanno individuato alcuni vantaggi chiave di questo nuovo player, che sembrano tutti positivi dal punto di vista dell’adozione.

Investimenti istituzionali

Il primo è l’ovvio cenno agli investimenti istituzionali. Bakkt ha coperto questo con la sua lista iniziale di società di venture capital.

Se queste aziende sono disposte a ficcare il collo nell’arena delle criptovalute, così va il pensiero, è solo un salto di qualità per aziende ancora più grandi. Ciò è particolarmente probabile se Bakkt rispetta le regole normative e si assicura l’approvazione per le sue operazioni in futuro.

Stranamente, questo argomento funziona anche al contrario. Se gli investitori di grandi dimensioni stanno bene con le operazioni di Bakkt, ne consegue che anche gli investitori di piccole dimensioni dovrebbero partecipare. È un fatto noto nel mondo finanziario che i pochi soldi seguono i grandi soldi, il modo in cui i pesci piccoli seguono pesci più grandi per nutrirsi di scarti.

Se una grande società di venture capital è fiduciosa in Bakkt, le aziende che si rivolgono ad essa per ottenere indicazioni seguiranno l’esempio. Questo ha il potenziale per portare una sfilza di capitale da risorse precedentemente intatte – unioni di credito, conti pensionistici e 401 (k) s.

Per natura, questi tipi di aziende devono essere conservatori. Dopotutto, esistono per aiutare gli investitori a prepararsi per il futuro. Senza significativi sostenitori istituzionali, il mercato delle criptovalute è stato notoriamente volatile. In una sorta di circolo vizioso, quella mancanza di denaro istituzionale dovuta alla volatilità ha impedito un’iniezione di capitale che potrebbe mantenere la volatilità al minimo.

È ovvio, quindi, che l’ingresso di Bakkt nel mercato può solo calmare i timori dei veicoli di investimento naturalmente conservatori.

Funziona anche da un punto di vista tecnologico. Bill Gates, fondatore di Microsoft, è stato notoriamente duro con le criptovalute, arrivando al punto di dire che ha ucciso le persone in “modo abbastanza diretto”.

Eppure Bakkt si basa sulla piattaforma di servizi cloud di Microsoft Azure, il che implica almeno un tacito appoggio della criptovaluta come entità legittima da parte del gigante tecnologico.

Poiché Microsoft gode di una forte quota di maggioranza dei mercati del personal computing e del software in generale, è probabile che gli sviluppatori più piccoli seguiranno la sua scia per quanto riguarda l’integrazione dell’offerta di Bakkt nei propri prodotti.

Poche aziende decidono di creare applicazioni o piattaforme basate su una tecnologia non provata o poco adottata. Con Microsoft in prima linea, è praticamente garantito che gli sviluppatori rimarranno in linea.

Futures Bakkt Bitcoin in arrivo a settembre 2019

Nel settembre 2019 Bakkt ha lanciato i suoi primi prodotti futures su bitcoin regolati fisicamente, e con molto rumore.

Da quando i proprietari della Borsa di New York Intercontinental Exchange (ICE) hanno annunciato la piattaforma Bakkt e i piani associati per i futures sui bitcoin, molte parti interessate della criptoeconomia speravano che il lancio dell’azienda potesse segnare un punto di svolta per l’attenzione principale sulle criptovalute.

Naturalmente, resta da vedere come se la caverà esattamente Bakkt negli anni a venire. Ma l’impresa ha importanti finanziatori e dal 23 settembre ora ha importanti offerte di derivati ​​- contratti giornalieri e mensili che seguono il prezzo del bitcoin – che come minimo legittimeranno ulteriormente la criptovaluta in futuro e introdurranno il cosiddetto “oro digitale” a un nuovo pubblico.

Siamo in diretta!

Il primo scambio Bakkt Bitcoin Futures è stato eseguito alle 20:02 ET al prezzo di $ 10.115

– Bakkt (@Bakkt) 23 settembre 2019

Alla notizia, l’amministratore delegato di Bakkt Kelly Loeffler ha fatto eco a questo sentimento, affermando che l’inizio delle operazioni sui derivati ​​della società dovrebbe portare gli investitori più mainstream a sentirsi a proprio agio con bitcoin:

“Man mano che le istituzioni entrano in questa asset class emergente, continueranno a cercare di proteggere le infrastrutture e la certezza normativa che fornisce. È importante sottolineare che questi contratti futures ora fungono da benchmark stabiliti da un processo di determinazione dei prezzi affidabile su cui gli investitori possono fare affidamento “.

Il lancio dei futures è avvenuto secondo il programma, poiché Loeffler ha rivelato il mese scorso che il 23 settembre era la data di rilascio prevista per i derivati. Tuttavia, Bakkt aveva precedentemente ritardato le offerte più volte mentre lavorava per finalizzare i suoi preparativi.

Con i contratti futures ora disponibili al pubblico, Bakkt si unisce al mercato dei derivati ​​mainstream CME Group, che ha lanciato il suo primo prodotto futures su bitcoin a dicembre 2017.

Il Chicago Board Options Exchange (CBOE) ha chiuso inaspettatamente i propri futures bitcoin all’inizio di quest’anno, il che significa che Bakkt e CME Group sono i principali fornitori nell’arena per ora.

Un nuovo tipo di future sui Bitcoin, ma a bassa domanda per iniziare

In particolare, i prodotti Bakkt Bitcoin Futures sono i primi negli Stati Uniti a fornire BTC agli acquirenti alla scadenza dei contratti. Queste consegne sono agevolate dall’ala di custodia dello scambio, Bakkt Warehouse.

Tuttavia, i derivati ​​non hanno subito una notevole raffica di attività di trading all’inizio.

Il basso volume nel primo giorno dei contratti ha portato a una manna di commenti sui social media, con alcuni scherzosi e altri che hanno espresso sorpresa per la percepita mancanza di interesse intorno alle offerte. Entro la fine di lunedì, erano stati acquistati 71 contratti mensili e 2 contratti giornalieri che rappresentavano 72 bitcoin – o circa $ 700.000 ai prezzi correnti -.

Larry Cermak, direttore della ricerca presso la pubblicazione commerciale di criptovaluta The Block, ha notato su Twitter che il volume iniziale dei futures di Bakkt era tutt’altro che scarso rispetto ai quasi $ 50 milioni di futures su bitcoin che CME Group gestiva intraday a quel punto. Ma Cermak non era pessimista sulle prospettive a lungo termine di Bakkt.

In confronto, i futures CME Bitcoin hanno avuto un volume di scambi di 24 ore di $ 48,2 milioni. pic.twitter.com/4BlvxnZejj

– Larry Cermak (@lawmaster) 23 settembre 2019

“L’attività richiederà settimane / mesi per andare avanti e penso davvero che lo farà”, ha scritto Cermak.

Il CEO di Three Arrows Capital Su Zhu era della stessa idea, avendo stimato prima che “Bakkt sarà probabilmente prima un rivolo e poi un’alluvione”.

Bakkt apre il suo magazzino di custodia Bitcoin a “tutte le istituzioni”

Nel novembre 2019 Bakkt ha aperto le porte dei suoi servizi di custodia a tutte le istituzioni del mondo.

Operando come società fiduciaria a responsabilità limitata a New York, Bakkt annunciato il perno l’11 novembre dopo che l’avvio ha ricevuto l’approvazione dal Dipartimento dei servizi finanziari di New York (NYDFS) per “offrire la custodia di bitcoin a tutte le istituzioni”.

Con l’approvazione del NYDFS, la struttura può ora proteggere direttamente le partecipazioni in bitcoin delle imprese anche se i futures non sono coinvolti.

E mentre la saturazione si sta già accumulando vicino ai vertici del settore della custodia delle criptovalute, Bakkt spera di battere la concorrenza offrendo ai propri clienti un servizio superiore. Come ha spiegato lunedì il direttore operativo della società Adam White:

“Sebbene la tecnologia fornisca le basi per l’archiviazione sicura dei fondi dei clienti, il Bakkt Warehouse impiega anche ampie misure di protezione fisica, operativa e di sicurezza informatica. Il nostro rapporto con Intercontinental Exchange (NYSE: ICE), una società Fortune 500 che possiede e gestisce l’infrastruttura di mercato su cui già fanno affidamento le più grandi istituzioni finanziarie del mondo, ci consente di soddisfare in modo univoco le esigenze dei clienti nello spazio di custodia degli asset digitali […] “.

Per Bakkt, i primi arrivati ​​a utilizzare la sua offerta di custodia ampliata saranno i pilastri della criptoeconomia Galaxy Digital, Pantera Capital e Tagomi.

Non si tratta solo di istituzioni

Bakkt si sta inoltre concentrando sugli sforzi per soddisfare commercianti e consumatori.

Nell’ottobre 2019, Bakkt ha rivelato il prossimo lancio di un’app consumer, che avrà lo scopo di aiutare gli utenti a pagare beni e servizi da commercianti che utilizzano criptovalute, tra le altre cose.

“La nostra visione è fornire una piattaforma per i consumatori per la gestione di un portafoglio di risorse digitali, indipendentemente dal fatto che desiderino archiviare, negoziare, scambiare o trasferire le loro risorse”, ha detto all’epoca Mike Blandina, chief product officer di Bakkt.

Il rovescio della medaglia, la società sostenuta da ICE sta anche sviluppando un portale commerciale, di cui la famosa catena di caffè Starbucks sarà un partner di lancio.

Il volume dei future Bakkt Bitcoin esplode oltre $ 30 milioni

Bakkt ha riferito a metà giornata di novembre 2019 che i volumi per i suoi futures su Bitcoin hanno raggiunto un livello record, superando 4.443 contratti, in aumento del 60% dall’ultimo giorno record della scorsa settimana..

Ciò equivale a circa $ 32 milioni al momento della stesura di questo. (Per una certa prospettiva, i contratti Bitcoin regolati in contanti dal CME Group hanno visto un volume di quasi $ 500 milioni oggi, sebbene quel mercato abbia quasi due anni.)

Certo, questo è lontano dalle centinaia di milioni (a volte miliardi) che i leader di mercato Binance, Coinbase e Kraken vedono ogni giorno, anche se si tratta di un miglioramento rispetto ai volumi giornalieri inferiori a $ 2 milioni visti a Bakkt all’inizio di questo mese.

Due mesi dopo il loro debutto, Bakkt Bitcoin Futures ha raggiunto il massimo record di 4.443 contratti scambiati oggi, in aumento di oltre il 60% rispetto al nostro ultimo giorno da record

Non vediamo l’ora di sfruttare questo slancio mentre ci avviciniamo al lancio dei contratti Bakkt Bitcoin Options il 9 dicembre

– Bakkt (@Bakkt) 27 novembre 2019

È importante notare che al momento del tweet di Bakkt sopra, la giornata di negoziazione non era nemmeno completa. Al momento della stesura di questo articolo, lo scambio ha visto quasi 5.000 Bitcoin di contratti scambiati, che non è una somma da starnutire – questo è certo.

Mentre i volumi di Bakkt sono un segno di interesse commerciale istituzionale, le metriche di interesse aperto di Bakkt sono segni della propensione delle istituzioni a detenere Bitcoin.

Dati di criptovaluta Pagina Twitter Ecoinometrics notato di recente che l’interesse aperto per i contratti future sui Bitcoin è aumentato di centinaia di BTC negli ultimi giorni. Ciò implica che “alcune persone vedono il calo dei prezzi come una buona occasione per entrare a lungo”.

#Bakkt #Bitcoin Rapporto sull’attività dei futures

Oh ragazzo! Guarda quell’ondata di interesse aperto! Alcune persone vedono davvero questo calo dei prezzi come una buona occasione per entrare a lungo.

Tienilo d’occhio con il Bakkt aggiornato quotidianamente #BTC rapporto di attività &# 128071; pic.twitter.com/gYsPXaw2qp

– ecoinometrics (@ecoinometrics) 26 novembre 2019

Bakkt cerca di sfruttare lo slancio

Bakkt sta cercando di sfruttare i volumi in crescita esponenziale del suo mercato dei futures.

Proprio la scorsa settimana, l’Intercontinental Exchange – proprietario della Borsa di New York e apparentemente proprietario di maggioranza di Bakkt – ha rivelato che la sua filiale di Singapore lancerà i futures mensili con regolamento in contanti Bakkt Bitcoin per lo stato insulare.

I contratti regolati in contanti verranno regolati in base ai prezzi del prodotto di punta di Bakkt, i futures Bitcoin regolamentati dagli Stati Uniti che sono stati menzionati in precedenza in questo articolo. Lucas Schmeddes, presidente di ICE Futures e Clear Singapore, ha dichiarato in merito:

“Il nostro nuovo contratto future regolato in contanti offrirà agli investitori in Asia e in tutto il mondo un modo conveniente ed efficiente in termini di capitale per ottenere o coprire l’esposizione nei mercati dei bitcoin”.

Il contratto di opzione consentirà agli investitori istituzionali di “coprire o acquisire esposizione a bitcoin, generare reddito e offrire efficienze in termini di costi e capitale”, secondo un post sul blog in merito.

Sebbene non sia chiaro se il lancio di questi prodotti avrà un impatto materiale sul mercato Bitcoin, gli investitori sperano che questo attiri più attori istituzionali, aumentando così le possibilità che il denaro entri nel mercato e spinga i prezzi più in alto.

Bakkt porterà l’accettazione mainstream?

Il sostegno di Bakkt da parte di ICE non può essere sopravvalutato, almeno quando si tratta del potenziale dello scambio.

Possedendo e gestendo alcuni dei più grandi scambi e mercati tradizionali del mondo, ICE è ben posizionata come qualsiasi azienda quando si tratta di avere le risorse e il know-how per aiutare a guidare lo scambio di criptovaluta del futuro.

Questa dinamica prevede che Bakkt abbia le carte in regola per diventare uno degli scambi crittografici di maggior successo di sempre. A dire il vero, solo il tempo dirà se la piattaforma finirà per salire in cima al suo campo. Ma scommettere contro l’ICE è davvero una grande scommessa, e stanno scommettendo che Bakkt si dimostrerà fruttuoso.

Infine, c’è il vero Santo Graal: l’accettazione mainstream. Questa è spesso la cosa più difficile da ottenere. Sia le grandi istituzioni finanziarie che le società tecnologiche hanno bruciato gran parte della loro influenza pubblica negli anni successivi alla Grande Recessione del 2008.

Le grandi banche hanno causato la perdita della casa da parte di molte persone a causa di movimenti finanziari complicati e opachi e le società tecnologiche vendevano volontariamente dati privati ​​per un profitto, trascurando di mantenere i propri sistemi al sicuro.

In effetti, questi errori gemelli sono parte del motivo per cui la criptovaluta è venuta alla ribalta quando è successo.

Detto questo, l’investitore al dettaglio ha ancora la maggior parte dei suoi soldi e della sua tecnologia legata a queste persone, e con ciò arriva un certo livello di fiducia forzata. La persona media deve credere che Microsoft e la filiale locale di una grande banca abbiano a cuore la maggior parte dei loro interessi. Se non altro, la persona media sa di avere molta più esperienza nel campo.

Questo, quindi, sposa due preoccupazioni Mainstream per una vittoria complessiva. Crypto sembra più democratico, ma non è stato testato. Le grandi imprese sembrano più informate, ma la componente di fiducia è stata danneggiata.

Aprendosi al mercato delle criptovalute, queste grandi entità stanno simultaneamente dando credibilità alla criptovaluta e possibilità di scelta ai consumatori. Questa potrebbe essere la cosa che spinge davvero la criptovaluta fuori dal suo attuale ristagno finanziario e nei rapporti di tutti i giorni.

Dopotutto, cosa c’è di più ogni giorno che prendere un caffè mattutino da Starbucks?

Riferimenti

  • https://www.businesswire.com/news/home/20180803005236/en/Intercontinental-Exchange-Announces-Bakkt-Global-Platform-Ecosystem
  • http://www.cryptomorrow.com/2018/08/20/what-is-bakkt/
  • https://www.businessinsider.com/bill-gates-on-cryptocurrency-2018-2
  • https://cryptoiscoming.com/what-will-bakkt-do-for-crypto/
  • https://hackernoon.com/what-is-bakkt-59081e7df314

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map