Cos’è Katallassos & Albatross Consensus? Blockchain per app DeFi

Katallassos

La finanza decentralizzata (DeFi) ha rapidamente guadagnato il favore tra i sostenitori delle criptovalute poiché una moltitudine di piattaforme continua ad emergere, dai servizi di prestito decentralizzati come MakerDAO alle piattaforme di emissione di token di sicurezza come Polymath.

In particolare, l’impressionante crescita della stablecoin Dai di Maker è indicativa dell’ampia popolarità delle applicazioni e dei prodotti DeFi. Tuttavia, i potenziali problemi di ridimensionamento di Maker Dai hanno portato a diverse esigenze di aumentare la sua commissione di stabilità per mantenere la parità con il suo ancoraggio di prezzo in USD, rivelando un problema con i prodotti DeFi: scalabilità e prestazioni in linea con i sistemi finanziari esistenti.

Katallassos è una blockchain progettata per distribuire ed eseguire applicazioni DeFi con il tipo di interoperabilità e prestazioni a cui i professionisti finanziari si sono abituati nel corso degli anni. La piattaforma fa molto affidamento sul suo algoritmo di consenso ottimizzato, noto come Albatross, che è un algoritmo proof-of-stake (PoS) con capacità di prestazioni quasi teorica che mantiene le ipotesi di sicurezza PBFT.

Katallassos

Allora, cos’è esattamente l’Albatro?

Albatross per Katallossos

Costruito da Trinkler Software AG in collaborazione con Nimiq, la concezione e il design di Albatross sono stati guidati da Reto Trinkler, Bruno Franca, Marvin Wissfield, Pascal Berrang e Philipp von Styp-Rekowsky.

In particolare, Trinkler è anche il co-fondatore di Melonport, il protocollo di crypto asset management.

Albatross trae ispirazione da diversi ‘speculativi bizantina tollerante ai guasti“In cui il consenso on-chain è progettato per competere con i modelli centralizzati con una massima” fidati ma verifica “invece della posizione” non fidarti mai “assunta dagli algoritmi BFT pessimistici. Le varianti pessimistiche sono più conservative nel loro approccio alla sicurezza, ma di conseguenza hanno velocità di elaborazione più lente.

Come algoritmo BFT speculativo, Albatross adotta un approccio completo con influenze da Tendermint, Ouroboros-BFT e altri algoritmi implementati in reti senza autorizzazione.

Gli algoritmi BFT speculativi sono progettati come progressi rispetto ad algoritmi simili, come il BFT standard di Tendermint, che pongono limiti al numero di attori bizantini. Ad un livello elevato, ciò significa che, nei casi migliori o “ottimistici”, la capacità di prestazione dell’algoritmo può salire a livelli quasi teorici per i sistemi PoS a catena singola. Al contrario, quando i nodi sono bizantini, le prestazioni sono simili agli algoritmi PBFT standard nello stato “pessimistico”.

Come tutti gli algoritmi di consenso PoS, Albatross si basa su un set di validatori, che è composto da partecipanti che mettono in gioco il token nativo come rappresentazione del rischio (cioè skin nel gioco) per agire onestamente. Se i partecipanti agiscono in modo malizioso, la loro posta in gioco viene tagliata. Tuttavia, Albatross ha alcune stranezze che sono su misura per i casi “ottimistici” ad alte prestazioni in cui le prestazioni possono aumentare quando non si verifica la manomissione del protocollo.

Albatross utilizza due tipi di blocchi: macro e micro blocchi. I blocchi macro determinano l’elenco dei validatori attivi per ogni ciclo che è composto da 4 micro blocchi. Ogni micro blocco contiene le transazioni ed è selezionato casualmente dal set di validatori attivi. I macro blocchi sono prodotti con PBFT mentre i micro blocchi devono solo essere firmati dal validatore.

Sfruttando il potere della casualità con la selezione del validatore, Albatross utilizza a VRF – i partecipanti possono discernere correttamente chi sarà il prossimo validatore casuale per un microblocco. Il VRF viene avviato con le firme BLS, simile a DFINITY. Tuttavia, eventuali ritardi, blocchi non validi o fork di macro blocchi attiveranno le prestazioni pessimistiche e conservative dell’algoritmo.

I macro blocchi non contengono transazioni e vengono utilizzati come misura per la catena principale misurando semplicemente la catena più lunga di macro blocchi. Le proposte di macro blocchi vengono votate in due turni dall’attuale set di validatori. Se non ci sono casi di fork di macro blocchi, proposte di blocco non valide o ritardi causati da validatori bizantini, l’algoritmo può funzionare nel suo stato “ottimale”. Tuttavia, i requisiti per il taglio rallenteranno la produzione di blocchi fino allo stato conservativo con le ipotesi PBFT tradizionali.

Uno dei principali compromessi tra un algoritmo di consenso “ottimistico” e un approccio più conservativo, come Nakamoto Consensus in Bitcoin, è la nozione di disponibilità e coerenza. Secondo il white paper Albatross:

“Dal teorema della CAP [11], sappiamo che quando soffre di una partizione di rete una blockchain può solo mantenere la consistenza o la disponibilità. PBFT favorisce la coerenza rispetto alla disponibilità e si arresta in presenza di una partizione di rete. L’albatro favorisce anche la consistenza, ma può comunque produrre alcuni micro blocchi prima di fermarsi “.

La coerenza si riferisce a tutti i partecipanti alla rete che convergono sullo stesso valore più recente, mentre la disponibilità si riferisce al fatto che possano o meno accedere liberamente al valore più recente senza interferenze. In Bitcoin, i fork possono continuare parallelamente alla catena principale per lunghi periodi prima di convergere sulla catena principale, il che significa che l’algoritmo favorisce la disponibilità. Il contrario è vero con Albatross, dove un’affinità verso la coerenza significa che le fork dello stato più recente si escludono a vicenda nel loro funzionamento, solo una o nessuna può funzionare.

Nel complesso, Albatross evidenzia tre ottimizzazioni principali che gli consentono di distinguere tra stati di prestazione “ottimizzati” e conservativi (ovvero pessimistici):

  1. Lo staking del validatore proporzionale rende la rete senza autorizzazione
  2. La selezione dei produttori di blocchi tramite il blocco precedente utilizzando il VRF aumenta la resistenza dell’avversario
  3. Aumentare le prestazioni facendo affidamento sull’esecuzione speculativa dei blocchi

L’esecuzione speculativa dei blocchi riguarda il concetto che non esiste un obiettivo di tempo di blocco nello stato ottimale. Ad esempio, in Bitcoin, l’algoritmo di regolazione della difficoltà per il mining è progettato per garantire un tempo di blocco medio di 10 minuti. Nello stato ottimale di Albatross, i blocchi possono essere prodotti quasi alla velocità consentita dalla rete, consentendo prestazioni ottimali.

I risultati del design di Albatross producono alcune metriche di prestazioni teoriche impressionanti, tra cui una bassa latenza e fino a 10.000 transazioni al secondo (TPS) on-chain. Maggiori dettagli tecnici su Albatross sono disponibili nella sua carta bianca.

Implicazioni dello scaling on-chain per DeFi

L’elaborazione on-chain ad alte prestazioni è un notevole vantaggio per una blockchain alla base di numerosi prodotti DeFi che richiedono un regolamento rapido e un’esecuzione commerciale. Molti prodotti DeFi costruiti su Ethereum, in particolare i DEX, spesso si basano su sistemi ibridi on-chain / off-chain perché la capacità on-chain non può supportare adeguatamente la corrispondenza commerciale o gli accordi ad alto volume.

Facilitare un ecosistema DeFi senza autorizzazione che supporta una gamma di strumenti e prodotti finanziari, dai prestiti con criptovaluta ai contratti futures, richiede un potente livello di base in grado di adattare le sue prestazioni in base ai requisiti di sicurezza. Albatross si impegna per questo e lavora in combinazione con altri elementi costitutivi della piattaforma Katallassos come lo standard finanziario ACTUS, Substrato quadro di sviluppo e Enso macchina virtuale.

L’esperienza del team di Katallassos negli strumenti finanziari (ad esempio, Melonport) insieme alle loro partnership tra ChainLink, Polkadot e Nimiq posizionarli bene per guidare l’innovazione nel campo della DeFi.

DeFi promette un futuro di risorse digitali interoperabili e framework aperti e modulari per la creazione di prodotti finanziari. La prospettiva di un ecosistema DeFi tradizionale richiede un robusto livello di prestazioni di base e Albatross è l’algoritmo di consenso speculativo BFT progettato per integrare i prodotti finanziari sulla blockchain.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map