Può l’ardore di vecchia data quadrare fino al nuovo arrivo Polkadot?

Cosa sono le sidechain

Ardour e Polkadot hanno molto in comune, ma altrettanto li separa. Entrambi hanno fatto notizia nella stampa crittografica quest’anno.

Nel caso di Polkadot, era perché la tanto attesa idea del co-fondatore di Ethereum Gavin Wood era finalmente stata lanciata sulla mainnet dopo tre anni di sviluppo.

Al contrario, Ardour è stato lanciato quasi tre anni fa nel gennaio 2018. Tuttavia, quest’anno, ha ottenuto l’adozione per diversi casi d’uso notevoli, incluso il governo austriaco per due progetti. Uno è quello sviluppare una soluzione di gamification per un’iniziativa di sostenibilità volta a riciclare il calore di scarto nella rete energetica. Ardour ha anche dimostrato il suo valore nella lotta contro la pandemia globale, lavorando su a soluzione per l’autenticazione dei dati di tracciamento COVID-19 per aiutare i cittadini austriaci ad accedere più facilmente ai test antivirus.

Da parte sua, Polkadot sta anche attirando un notevole interesse da parte degli sviluppatori di applicazioni che cercano di beneficiare della sua promessa di interoperabilità. Tuttavia, cosa sta succedendo sotto il cofano di questi due progetti e può una piattaforma veterana di tre anni opporsi a un nuovo arrivato?

Storia di Ardour e Polkadot

Prima di immergerti nelle specifiche tecniche di ogni progetto, vale la pena dare un’occhiata alla storia e alle credenziali, come entrambe Ardore e A pois hanno un lungo pedigree nel settore blockchain.

L’azienda svizzera di blockchain Jelurida gestisce Ardour. I co-fondatori di Jelurida, Lior Yaffe e Petko Petkov, hanno lavorato nel team di sviluppo principale della blockchain Nxt, che è stata lanciata per la prima volta nel 2013 ed è ancora in esecuzione senza interruzioni fino ad oggi.

Insieme a un terzo co-fondatore, Kristina Kalcheva, Yaffe e Petkov hanno fondato Jelurida nel 2016. L’azienda ha continuato a lanciare Ardour e la sua prima catena di bambini Ignis, nel 2018. Da allora, l’azienda ha lavorato alla costruzione degli ecosistemi piattaforme, concentrandosi sull’adozione aziendale.

Polkadot è stato sviluppato dal Dr. Gavin Wood, uno dei co-fondatori originali di Ethereum e autore del linguaggio di programmazione Solidity. La piattaforma è stata sviluppata da Parity Technologies, guidata dal Dr. Jutta Steiner, che è stato il capo della sicurezza originale di Ethereum. Il dottor Wood ha lasciato Ethereum nel 2016 e ha iniziato a lavorare su Polkadot nel 2017. È stato lanciato a maggio 2020.

#Crypto ExchangeBenefits

1

Binance
Best exchange


VISIT SITE
  • ? The worlds biggest bitcoin exchange and altcoin crypto exchange in the world by volume.
  • Binance provides a crypto wallet for its traders, where they can store their electronic funds.

2

Coinbase
Ideal for newbies


Visit SITE
  • Coinbase is the largest U.S.-based cryptocurrency exchange, trading more than 30 cryptocurrencies.
  • Very high liquidity
  • Extremely simple user interface

3

eToro
Crypto + Trading

VISIT SITE
  • Multi-Asset Platform. Stocks, crypto, indices
  • eToro is the world’s leading social trading platform, with thousands of options for traders and investors.

Ardore

Tecnologia

Sia Ardour che Polkadot mirano a risolvere le sfide delle piattaforme blockchain legacy come Ethereum. Entrambi utilizzano un’architettura multi-chain che aumenta il throughput tramite l’elaborazione parallela. Tuttavia, ci sono alcune differenze nel modo in cui affrontano la sfida.

Ardore – Genitore e figlio

Ardour utilizza un approccio di catena genitore e figlio, con Ardour come catena genitrice responsabile della protezione della rete e della supervisione delle transazioni sulle catene figlio.

#CRYPTO BROKERSBenefits

1

eToro
Best Crypto Broker

VISIT SITE
  • Multi-Asset Platform. Stocks, crypto, indices
  • eToro is the world’s leading social trading platform, with thousands of options for traders and investors.

2

Binance
Cryptocurrency Trading


VISIT SITE
  • ? Your new Favorite App for Cryptocurrency Trading. Buy, sell and trade cryptocurrency on the go
  • Binance provides a crypto wallet for its traders, where they can store their electronic funds.

#BITCOIN CASINOBenefits

1

Bitstarz
Best Crypto Casino

VISIT SITE
  • 2 BTC + 180 free spins First deposit bonus is 152% up to 2 BTC
  • Accepts both fiat currencies and cryptocurrencies

2

Bitcoincasino.io
Fast money transfers


VISIT SITE
  • Six supported cryptocurrencies.
  • 100% up to 0.1 BTC for the first
  • 50% up to 0.1 BTC for the second

Tutte le transazioni operative vengono eseguite su catene figlio. Le catene figlio sono interoperabili tra loro e possono utilizzare i propri token. Ardour garantisce una scalabilità continua senza la necessità di significativi aggiornamenti del sistema utilizzando un sistema di eliminazione delle transazioni. Questo raggruppa le transazioni della catena figlio e fornisce una prova di esse alla blockchain principale di Ardour, dopo di che vengono eliminate. Pertanto, i nodi che operano su Ardour non hanno bisogno di scaricare l’intera cronologia della blockchain per funzionare, mentre possono comunque verificare la validità di ogni transazione. L’approccio funziona in contrasto con piattaforme come Ethereum, che dipendono dal fatto che ogni transazione sia riconducibile alla sua prima origine.

Polkadot – Sharding eterogeneo

Polkadot gestisce anche una struttura multi-chain, che chiama sharding eterogeneo. La catena principale di Polkadot è chiamata catena del relè e le sottocatene, o frammenti, sono chiamate paracatene. Polkadot mira ad essere completamente interoperabile, il che significa che in linea di principio qualsiasi altra blockchain può connettersi all’architettura Polkadot come una parachain, utilizzando un meccanismo chiamato “bridge parachains”. Poiché la piattaforma è ancora relativamente nuova, l’interoperabilità di Polkadot è ancora in gran parte in fase di sviluppo.

Anche i nodi completi in esecuzione su Polkadot vengono eliminati, poiché operano solo sulle informazioni contenute negli ultimi 256 blocchi. Tuttavia, Polkadot utilizza i nodi di archivio per memorizzare la cronologia ridotta e consentire a chiunque di interrogare le transazioni passate.

Non è del tutto chiaro cosa succede quando i dati archiviati raggiungono un punto in cui è proibitivamente grande da scaricare. Il Polkadot Wiki afferma che Kusama, la rete “sandbox” di Polkadot, contiene circa 15-20 GB di dati dopo 1,6 milioni di blocchi. Dato che Polkadot afferma di poter scalare a un numero potenzialmente infinito di frammenti, la dimensione della blockchain potrebbe aumentare in modo significativo.

A poisA pois

Proof of Stake nominato contro Proof of Stake puro

Ardour opera una pura dimostrazione del modello di consenso di palo. Si basa sullo stesso modello utilizzato da Nxt, il pioniere del proof of stake, che opera in sicurezza dal 2013. Al contrario, Polkadot utilizza la sua nuova metodologia di consenso chiamata Nominated Proof of Stake. È una variazione della prova di partecipazione delegata, criticata per essere troppo centralizzata a causa di un limite massimo al numero di validatori che possono partecipare. Polkadot imposta questo limite deliberatamente alto per evitare la centralizzazione.

Forse la differenza più significativa tra i due sono le penalità taglienti che Polkadot applica. Lo slashing è progettato per scoraggiare i malintenzionati prendendo una quota della loro partecipazione se agiscono contro gli interessi della rete.

Poiché si tratta di un nuovo protocollo, sembra che gli sviluppatori stiano ancora lavorando su alcuni dei problemi in cui i validatori vengono penalizzati per problemi relativamente minori che difficilmente possono essere descritti come reati minori. Ad agosto, un validatore è stato tagliato e “raffreddato” (estromesso dalla rete) per essere stato offline per 14 ore.

Al contrario, Ardour non gestisce alcun modello tagliente. Dato che la rete è operativa dal 2018 senza problemi, indica che forse il taglio è una regola non necessaria che potrebbe scoraggiare la partecipazione.

Sviluppo

Infine, senza entrare in un elenco di tutte le applicazioni su ciascuna piattaforma, vale la pena dare un’occhiata più da vicino alle differenze che devono affrontare gli sviluppatori che cercano di costruire su Ardour e Polkadot.

Polkadot offre agli sviluppatori Substrate, un framework open source per la creazione di blockchain configurabili. Esistono funzionalità pronte all’uso che consentono a qualsiasi sviluppatore di linguaggi di codifica come Rust, C ++ e altri di sviluppare contratti intelligenti e personalizzare le funzionalità principali della blockchain standard di Substrate. In questo senso, Polkadot è molto “la blockchain dello sviluppatore”. Chiunque voglia costruire su di esso ha bisogno almeno di una comprensione tecnica fondamentale.

Ardour offre agli utenti l’accesso alla sua principale catena di figli, Ignis. A differenza della creazione da zero di una catena figlio personalizzata, gli utenti possono sfruttare le funzionalità già pronte su Ignis, tra cui uno scambio di monete e risorse, un mercato, una nuvola di dati, un sistema di voto e altro ancora. Se gli utenti necessitano di maggiore personalizzazione o desiderano distribuire più funzioni, possono configurare la propria catena figlio pubblica o autorizzata.

Poiché Ardour è gestito da Jelurida, gli utenti possono anche attingere alla vasta esperienza di sviluppo dell’azienda. Jelurida offre consulenza e servizi di consulenza per gli utenti che desiderano partecipare all’ecosistema Ardour. Ciò lo rende particolarmente attraente per gli utenti aziendali, anche per le PMI, che non hanno esperienza nello sviluppo di blockchain.

Conclusione

A prima vista, Ardour e Polkadot sembrano essere simili in quanto entrambi gestiscono un’architettura multi-chain che mira a superare le sfide dei loro predecessori. Tuttavia, anche senza entrare nei dettagli tecnici sotto il cofano, sembra probabile che Polkadot alla fine otterrà l’adozione da una base di utenti diversa da Ardour. Mentre Polkadot sta prendendo di mira la base di utenti di Ethereum di sviluppatori e appassionati di DeFi, Ardour si rivolge direttamente a coloro che sono interessati a promuovere l’adozione della blockchain per casi d’uso più saldamente radicati nel mondo reale.

Pertanto, non sembra probabile che il nuovo arrivato Polkadot rappresenti una minaccia immediata per il più consolidato Ardor. Invece, sembra probabile che entrambe le piattaforme possano coesistere fianco a fianco a lungo termine, guadagnando utenti all’interno dei rispettivi segmenti di pubblico di destinazione.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map