L’ICO di Telegram ha raccolto fino ad ora 1,7 miliardi di dollari

Telegram ICO

Telegramma sta sconvolgendo il mondo delle criptovalute con il suo enorme ICO, raccogliendo un’enorme somma di $ 1,7 miliardi, rendendolo l’ICO più alto di sempre, con le lingue che si agitano nel settore delle criptovalute. Inizialmente ha raccolto $ 850 milioni a metà febbraio 2018, prima di raccogliere ulteriori $ 850 milioni per portare la cifra a $ 1,7 miliardi. Gli investitori sembrano essere interessati a Telegram poiché il prezzo di Bitcoin sta precipitando in modo preoccupante nel primo trimestre del 2018.

Telegram ICO

Telegram, un servizio di messaggistica sicuro, è pronto a stabilire la prima criptovaluta per il mercato di massa creando una strada che fornisce un’architettura multi-blockchain veloce e intrinsecamente scalabile.

Sebbene Telegram assomigli a WhatsApp, la differenza tra questa app di messaggistica e WhatsApp è la stretta enfasi sulla privacy, in base alla quale gli utenti possono conversare in chat segrete. L’app è stata lanciata nel 2013 e nel 2018 si vanta di avere 180 milioni di utenti. Telegram supporta anche gruppi più grandi fino a ( 10000) e fornisce un’elegante piattaforma per la creazione di API Web attorno ad essa.

Campagna pre ICO

Telegram, una nota app di messaggistica crittografata utilizzata per lo scambio di messaggi e file multimediali, ha attirato molta attenzione nel 2017 grazie alla sua pronta reattività, alla sicurezza lodevole e alla semplice interfaccia utente. Successivamente ha considerato il lancio della propria piattaforma blockchain e di una criptovaluta associata. La piattaforma da lanciare si sarebbe chiamata TON (Telegram Open Network) con la valuta denominata “grammi”.

TONNELLATA

All’inizio di febbraio 2018, Telegram ha raccolto la somma di $ 850 milioni nella sua prima vendita pre-ICO, sebbene avesse un obiettivo di $ 1,2 miliardi. Più tardi quel mese, hanno aumentato la somma di $ 850 milioni nella sua seconda vendita pre-ICO, che è arrivata a un totale di $ 1,7 miliardi, superando la soglia di $ 1,2 miliardi..

L’importo raccolto finora è la più grande vendita di token del 2018. Con l’enorme successo, tuttavia, Telegram sembra avere le labbra serrate e le informazioni vengono ottenute da fonti trapelate.

Secondo a Scheda informativa modulo D. con la Securities and Exchange Commission, Telegram afferma che gli ulteriori 850 milioni di dollari raccolti provenivano da 94 investitori, il che ha portato circa $ 1,7 miliardi. Non sembra poggiare su questa cifra perché potrebbe semplicemente perseguire una o più offerte oltre alle vendite precedenti.

Alla fine di dicembre 2017, è stato riferito che Telegram stava cercando di fare una sorta di ICO nel 2018. Più tardi, i rapporti sui suoi piani hanno iniziato a filtrare, con le sue ambizioni tecniche viste come ampie per Telegram Open Network (TON). C’erano anche promesse di pagamenti super veloci e micropagamenti utilizzando dispositivi mobili, con commissioni di transazione trascurabili.

TON Blockchain

Il team di Telegram, tuttavia, intende utilizzare i fondi per sviluppare il TON, che è un’ambiziosa blockchain che ha lo scopo di decentralizzare molteplici sfaccettature della comunicazione digitale, che possono spaziare dalla condivisione di file alle transazioni di navigazione. Il ricavato verrà utilizzato anche per lo sviluppo e la manutenzione di Telegram Messenger.

I pro e i contro

Con il successo della vendita pre-ICO di Telegram, c’è un gran numero di persone che credono che le sue attività siano discutibili perché Telegram deve ancora reclutare un team e costruire la piattaforma necessaria per lanciare la moneta TON. Il gruppo di persone consiglia agli investitori e agli appassionati di crypto di procedere con cautela per quanto riguarda il token di Telegram. Mentre alcune persone affermano che è tutto fumo e polvere, altri ritengono che sia una meravigliosa opportunità per investire in una piattaforma che offre comunicazione e commercio. Di seguito sono riportati alcuni dei pro e dei contro dell’investimento nell’ICO di Telegram.

Professionisti

  • Telegram è considerata una delle piattaforme di messaggistica crittografata più popolari con 200 milioni di utenti attivi mensilmente. Sebbene questo sia significativamente al di sotto di Facebook e WhatsApp, è sufficiente per una piattaforma di messaggistica autonoma. Secondo ICO Whitelist, 99% delle ICO usa Telegram per comunicare con potenziali investitori, rendendola l’app di messaggistica più utilizzata da molte comunità nello spazio delle criptovalute.
  • Si dice che la criptovaluta della piattaforma, TON, possa essere utilizzata per transazioni reali consentendo così micropagamenti tra utenti e aziende in tutto il mondo. Questo è diverso dal BTC che è afflitto da volatilità dei prezzi, commissioni elevate e elaborazione difficile. A causa di tutto ciò, il BTC viene ora utilizzato principalmente come riserva di valore.
  • I fondatori di Telegram, Pavel e Nikolai Durov, sono due fratelli che sono imprenditori esperti. Il precedentemente fondato VKontakte (VK) nell’ottobre 2006, che è il più grande social network della Russia. Nel 2014, VK è stata acquisita da Mail.RU nel 2014 che ha valutato la società a $ 3 miliardi. Il team Durov è esperto in tecnologia consumer, piattaforma consumer e sviluppo e scalabilità. Il loro successo in altri progetti la dice lunga sulla loro capacità di gestire gli ostacoli e massimizzare le opportunità.
  • Un’altra cosa che rende l’ICO di Telegram degno di questo nome è che ha uno stato di liquidità. Gli investitori riceveranno i token a dicembre 2018. Saranno soggetti a un periodo di lock-up compreso tra 3-18 mesi. Anche all’estremità più lunga di questo intervallo, gli investitori possono liquidare la propria partecipazione molto prima di un normale investimento di rischio. Lo stato di liquidità ha anche consentito ad alcuni investitori di ribaltare anticipatamente la propria allocazione ICO, guadagnando così nel processo.
  • Una cosa che distingue Telegram è la sua forma unica di esposizione crittografica. Sebbene il TON stesso sia una moneta, gli investitori sono esposti al mercato delle criptovalute in generale, poiché Telegram è una delle principali fonti di comunicazione. L’esposizione, tuttavia, è varia, poiché ogni moneta ha un canale Telegram.

Contro

  • La sua dimensione di raccolta fondi è messa in discussione dalla critica. In un brevissimo periodo di tempo, è stato in grado di raccogliere $ 1,7 miliardi attraverso due vendite pre-ICO. È incredibilmente veloce, rispetto alle grandi industrie di consumo in rapida crescita come Facebook che ha impiegato sette anni per raccogliere 1 miliardo di dollari e Uber cinque anni. L’avvento del token Telegram ha sminuito i giganti delle criptovalute come Filecoin (che ha raccolto $ 257 milioni) e Tezos (che ha raccolto $ 232 milioni). I critici vedono la dimensione della raccolta fondi di Telegram come completamente inutile.
  • Un altro motivo per cui i critici chiedono cautela è che l’esperienza crittografica limitata quando si tratta della piattaforma Telegrams. I fondatori di Telegram sono competenti nella piattaforma social / di messaggistica ma hanno poca o nessuna esperienza nella creazione di piattaforme blockchain e non hanno assunto alcun guru di sviluppatori blockchain di alto profilo per aprire la strada. Come visto su LinkedIn, nessun dipendente di Telegram ha alcuna esperienza relativa alla blockchain.
  • Un altro rovescio della medaglia del token di Telegram è che l’anno scorso è stato riferito che nel 2017 Telegram ha bruciato $ 70 milioni in spese del server, sicurezza, verifica degli utenti e stipendi dei dipendenti; e questa cifra aumenterà con la scalabilità del team e dell’infrastruttura per accogliere la nuova piattaforma blockchain. Secondo il white paper trapelato, la società prevede di spendere $ 620 milioni nei prossimi quattro anni. Se non ci sono piani per generare entrate e le spese continuano ad aumentare, il fallimento potrebbe essere imminente o potrebbero essere costretti a raccogliere capitali a condizioni inadeguate.

Telegram, tuttavia, non è la prima piattaforma di messaggistica a lanciare le proprie criptovalute; Kik e YouNow (Rize) erano altre piattaforme di messaggistica per lanciare le loro criptovalute. Kik, una piattaforma di messaggistica istantanea è stata fondata nel 2009 e ha raccolto oltre $ 200 milioni in finanziamenti di rischio e ha raccolto $ 98 milioni durante il suo ICO nel 2017 per la sua nuova moneta crittografica chiamata Kin. Proprio come il TON, Kin può essere utilizzato per le transazioni in-app. Come al momento dell’ICO nel 2017, secondo TechCrunch, Kik aveva circa 15 milioni di utenti, al di sotto dei 100 milioni di utenti di Telegram.

Kin Cryptocurrency

YouNow d’altra parte, è un’app di live streaming che ha lanciato la sua criptovaluta nel 2017, con un’app chiamata Rize. Questa app consente agli utenti di pagarsi l’un l’altro per la creazione di contenuti in monete chiamate PROPS. Fondata nel 2011, YouNnow ha raccolto 26 milioni di dollari in finanziamenti di rischio prima di raccogliere 25 milioni di dollari in un circuito integrato per la nuova piattaforma PROPS. Al momento dell’ICO, YouNow aveva 40 milioni di utenti registrati, una media di 60.000 acquisti in-app ogni giorno e oltre $ 5 milioni in vendite trimestrali di beni virtuali.

Telegram, Kik e YouNow sono simili sotto molti aspetti.

  • Hanno una piattaforma di messaggistica consolidata disponibile in tutto il mondo
  • Hanno in programma di integrare la moneta per le transazioni in piattaforma
  • Tutte e tre le app di messaggistica non hanno una piattaforma crittografica completamente sviluppata o un team crittografico sviluppato.

Conclusione

Il token Telegraph sembra avere prospettive molto promettenti, soprattutto con le sue massicce vendite pre ICO. Con un team di persone esperte che sono ben radicate nel settore della comunicazione / consumo, non c’è dubbio che il token di Telegram aumenterà. Le sue vendite pre ICO arrivano in un momento in cui il Bitcoin sta precipitando terribilmente. Arriva anche in un momento in cui la SEC (Securities and Exchange Commission) è molto scettica su ICO e token.

Tuttavia, ci sono speculazioni, poiché il team non è ben fondato su blockchain o criptovaluta e, in quanto tale, può essere un problema per gli investitori. I critici hanno consigliato al team di portare qualcuno che è un guru degli sviluppatori di criptovalute per aprire la strada. I critici hanno anche affermato che la piattaforma dovrebbe creare un mezzo attraverso il quale generare reddito invece di limitarsi a spendere, per evitare il fallimento nel prossimo futuro.

PS: non esiste ancora un’offerta ICO ufficiale di Telegram aperta al pubblico (4 aprile 2018) e qualsiasi sito web che vende token è una truffa.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map