Tokenizza cose utili per essere ancora più utili, questo è il modo di Ethereum. È questa logica – e molti lavori recenti intorno ad essa – che ha dato origine alla popolarità delle stablecoin Ethereum, che sono ancorate alle principali valute per fornire depositi di valore più stabili all’interno della criptoeconomia.

Detto questo, sebbene i token ancorati non debbano intrinsecamente evitare la volatilità, ciò che è importante in ultima analisi è che i loro rispettivi valori rimangano stabilmente collegati al loro asset o asset sottostante. Ethereum rende possibile quel tipo di collegamento affidabile, sia che si parli di immobili tokenizzati, bitcoin tokenizzati o altro.

Parlando di bitcoin tokenizzato, è un’arena dell’ecosistema Ethereum che è stata relativamente sottoesplorata negli ultimi anni. Ovviamente c’è il token Wrapped Bitcoin (WBTC), ma fino ad oggi è stato uno sforzo abbastanza solitario.

Questo è il motivo per cui le teste nello spazio si sono voltate questa settimana quando Matt Luongo, amministratore delegato di Thesis, ha rivelato che il progetto Keep della sua azienda e altri avevano ha lanciato tBTC sulla testnet Ropsten di Ethereum.

Immettere tBTC

Il 13 febbraio, Luongo è andato su Twitter per confermare che i costruttori potevano ora iniziare a sperimentare una versione testnet di tBTC. Per aiutare con questi ritocchi, Luongo ha pubblicato il codice sorgente GitHub del progetto e una dApp di riferimento per illustrare le prime possibilità del sistema.

Bitcoin su Ethereum tramite tBTCBitcoin su Ethereum tramite tBTC

Lo zoom sui suoi dettagli tecnici mostra che stanno accadendo molte cose sotto il cofano di tBTC, ma il suo modello è relativamente semplice da spiegare.

  • Un utente richiede prima al sistema tBTC di fornire un indirizzo di deposito bitcoin, fornito da un insieme casuale di firmatari.
  • L’utente quindi deposita BTC in quell’indirizzo e riceve in cambio una quantità equivalente di tBTC, un token ERC20 su Ethereum.
  • Una transazione di rimborso può essere utilizzata successivamente per recuperare i fondi sottostanti.

Lo scopo di questo modello è garantire la forza chiave del bitcoin, secondo il progetto tBTC specifica:

“L’obiettivo di tBTC è la creazione di un token ERC-20 che mantenga la proprietà più importante di Bitcoin: il suo status di” denaro forte “… La capacità di scambiare liberamente scrip per il suo deposito di garanzia è ciò che distingue una valuta garantita dal denaro fiat. La fornitura di tBTC è sempre supportata da un numero uguale di BTC riservati. Ciò significa che per ogni token in circolazione, 1 BTC è stato rimosso dalla circolazione. “

Qual è la differenza tra tBTC e WBTC?

WBTC è un altro progetto bitcoin tokenizzato, ma è di natura particolarmente custode: il popolare custode di criptovaluta BitGo è responsabile della protezione del tesoro BTC fondamentale del sistema.

Perché tBTC è così interessante, quindi, è perché è privo di fiducia e quindi non detentivo: non devi chiedere il permesso di alcuna azienda o fidarti di alcuna azienda per coniare tBTC.

In questo senso, tBTC è simile alla stablecoin Dai, che è decentralizzata, mentre WBTC è simile a USDC, una stablecoin che ha alcuni presupposti di fiducia nell’essere sostenuta da Circle, gli ex proprietari di Poloniex.

Niente di tutto questo per dire che BitGo non sia affidabile o degno di fiducia. Piuttosto, è semplicemente una dinamica molto più potente e aperta per consentire agli utenti di coniare bitcoin tokenizzato ovunque, in qualsiasi momento e senza bisogno di fiducia o autorizzazione. Parla di un terreno fertile per la sperimentazione!

Più opzioni DeFi per tutti

C’è sicuramente spazio in DeFi sia per tBTC che per WBTC. Alcuni utenti potrebbero preferire sapere che il loro bitcoin è protetto da BitGo, mentre altri preferiranno di gran lunga la soluzione più decentralizzata di tBTC.

Anche la DeFi è già lungo uno spettro, con alcuni progetti come Uniswap già totalmente decentralizzati mentre altri hanno alcuni elementi di custodia. In ogni caso, tBTC sarà una gradita aggiunta nell’arena come un’altra opzione rispettabile per gli utenti.

Inoltre, tBTC non è solo per gli appassionati di Ethereum. La cosa fantastica di tBTC è che apre le varie possibilità di rendimento e innovazioni di DeFi a Bitcoiners di tutti i tipi, come gli utenti che sono principalmente interessati o che conoscono principalmente Bitcoin ma che sono desiderosi di mettere il loro BTC a lavorare in modo decentralizzato nella criptoeconomia.

Ora possibile: BTC lungo con tBTC in DeFi

Il settore dei prestiti crittografici è stato un grande successo nell’ecosistema DeFi alle prime armi. Progetti come MakerDAO, Compound, Aave e altri consentono agli utenti di ottenere prontamente prestiti contro garanzie crittografiche. Con tBTC, una versione senza fiducia di bitcoin è ora un’opzione per tale garanzia.

6 / Hai Bitcoin? tBTC significa che puoi ottenere un prestito in USD con @MakerDAO, guadagnare con @compoundfinance, scambi con Fulcrum @bZxHQ e @dydxprotocol, essere la tua banca con @Dharma_HQ, @ArgentHQ, e @AaveAave, e HODL insieme a @PoolTogether_ &# 128526;

– Matt Luongo (@mhluongo) 14 febbraio 2020

Considera questo scenario: vuoi long bitcoin senza immergerti nelle tue riserve di cassa, quindi tokenizza un po ‘di bitcoin tramite tBTC, apri un prestito Dai su Compound e poi usa quel Dai per acquistare più bitcoin sul mercato aperto. Ed è solo un esempio di come i Bitcoiners possano aggiungere tBTC al loro stack finanziario.

Uniswap, OpenSea, Tornado, DAO, Oh My!

La DeFi non riguarda solo il prestito. Con tBTC, puoi diventare un fornitore di liquidità sull’exchange decentralizzato Uniswap e guadagnare denaro per servire i trader. Oppure, se sei un creatore di contenuti, puoi vendere i tuoi beni digitali sul mercato OpenSea e addebitare agli acquirenti in tBTC.

Un’altra possibilità un giorno? Effettuare pagamenti tBTC anonimi tramite lo strumento per la privacy Tornado dell’ecosistema Ethereum. O che dire dell’apertura di un’organizzazione autonoma decentralizzata (DAO) che utilizza principalmente tBTC come valuta preferita?

In molti modi, le possibilità future sono limitate principalmente dalla nostra immaginazione.

8 / C’è il tuo prossimo progetto @gavinandresen, prego &# 128521;https://t.co/nZpEPaTdPi

– Matt Luongo (@mhluongo) 14 febbraio 2020

Qual è il prossimo?

tBTC è ancora un progetto giovane, quindi c’è ancora molto lavoro da fare da qui prima che il token e la sua infrastruttura di supporto possano essere rilasciati in libertà. Nel suo già citato thread su Twitter, il CEO di Thesis Matt Luongo ha notato che una verifica del codice di tBTC era ancora in corso e che ci sarebbero state altre versioni di testnet prima che il progetto raggiungesse la mainnet di Ethereum.

4 / Questa è la prima di alcune versioni pianificate che portano alla mainnet, siamo ancora sotto controllo con @consensysaudits e facendo delle pulizie. Sebbene non sia definitivo, questo è un traguardo enorme.

– Matt Luongo (@mhluongo) 14 febbraio 2020

Tuttavia, tBTC è pronto per essere lanciato entro la fine dell’anno e gli sviluppatori possono già iniziare a fare il giro delle sue parti.

“Mentre il codice viene sottoposto a verifica e ulteriori test, lo sviluppo è ora pubblico su GitHub. Ciò significa che puoi iniziare a costruire esperienze Bitcoin su app DeFi come Compound e Uniswap, oggi “, ha osservato il team di tBTC alla notizia.

Che la costruzione abbia inizio

Mentre tBTC continua a progredire verso la maturità, le sue possibilità future vengono avviate nel qui e ora. Ad esempio, il maestro di DTC Capital Spencer Noon ha salutato il rilascio di tBTC su Ropsten un “traguardo importante“E ha invitato i costruttori alla conferenza ETH di Denver a concentrarsi sul progetto:

“Vorrei vedere gli hacker sperimentare questa nuova primitiva DeFi, perché ci sono una serie di nuove entusiasmanti applicazioni che hanno il potenziale per essere sbloccate da essa. Bitcoin è un sogno assoluto per i costruttori di DeFi perché la sua capitalizzazione di mercato di oltre $ 180 miliardi rappresenta un nuovo enorme mercato indirizzabile di garanzie “.

L’attesa potrebbe non essere lunga. Luongo ei suoi colleghi hanno sponsorizzato una taglia insieme al team di Compound dApp per aver creato “l’app Bitcoin DeFi killer”.

Conclusione

Non tutti pensano che il bitcoin tokenizzato sia un grosso problema nella criptoeconomia. Ma ci sono molte persone che riconoscono in tBTC una serie di possibilità DeFi senza fiducia che non sono possibili allo stesso modo attraverso un progetto più protettivo come WBTC.

È anche interessante considerare se tBTC potrebbe finire per colmare parte del divario culturale tra le comunità Bitcoin ed Ethereum colmando il divario digitale tra di loro. Resta da vedere, ma lo adori o lo odi, la prima forma di tBTC è utilizzabile ora e la sua versione più matura dovrebbe conquistare un numero non banale di utenti.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me