Il regolatore finlandese assume la supervisione delle società crittografiche locali

Finlandia

L’autorità finlandese di vigilanza finanziaria (FIN-FSA) ha pubblicato un annuncio il che conferma che ora sovrintenderà alla registrazione e alle operazioni del settore crittografico del paese. Nel suo annuncio, il regolatore finanziario ha chiarito che in futuro sarà incaricato di registrare tutti i fornitori di portafogli di criptovaluta, le piattaforme di scambio e gli emittenti che vogliono operare all’interno dei suoi confini.

Finlandia

Le leggi antiriciclaggio avranno pieno effetto

Il cane da guardia ha anche sottolineato il Agire sui fornitori di servizi di valuta virtuale, nuova legislazione che entrerà in vigore nel paese a partire dal 1 maggio. La nuova legge è stata redatta sulla base del Quinta direttiva antiriciclaggio (AML) dell’Unione Europea. La direttiva dell’UE è stata redatta e implementata nel luglio 2018, stabilendo un quadro e una supervisione delle società basate su criptovalute all’interno dell’UE, con l’intento di mitigare l’uso delle criptovalute a fini di finanziamento del terrorismo e riciclaggio di denaro.

In un comunicato stampa annunciando il nuovo quadro AML, l’UE ha scritto:

“La quinta direttiva antiriciclaggio aumenta anche la cooperazione e lo scambio di informazioni tra antiriciclaggio (AML) e autorità di vigilanza prudenziale, inclusa la Banca centrale europea”.

Tuttavia, FIN-FSA chiarisce che la registrazione di successo a livello nazionale, anche in base al nuovo quadro giuridico, non dà a un’azienda il diritto di fornire servizi simili in altri paesi dell’UE sulla base della registrazione concessa in uno stato membro.

Rispetta o fai le valigie

Il cane da guardia finanziario della Finlandia non sta giocando. L’agenzia vuole che tutte le aziende basate su criptovalute rispettino queste regole o affrontino le conseguenze. Ha un’ampia definizione di società crittografiche, che include ma non si limita a quelle che riguardano la segregazione delle risorse appartenenti a fornitori di servizi e clienti, l’archiviazione e la protezione delle attività finanziarie dei clienti e il rispetto di tutte le regole AML / CFT.

Per evitare qualsiasi confusione, il regolatore afferma che avrebbe convocato un briefing con tutte le organizzazioni del settore delle criptovalute il 15 maggio.

Il briefing si terrà presso l’auditorium della Banca di Finlandia a Helsinki, dove è previsto che l’autorità di regolamentazione fornisca informazioni relative alle scadenze di registrazione, alle procedure da seguire e alle tempistiche per ciascuna procedura.

Gli scambi stanno facendo aggiustamenti

Il mese scorso, la piattaforma internazionale di cambio di criptovaluta peer-to-peer LocalBitcoins ha annunciato tramite un file post sul blog che d’ora in poi sarebbe stato supervisionato dalla FIN-FSA. Nel suo annuncio, lo scambio di criptovalute con sede a Helsinki ha rivelato che il parlamento finlandese aveva redatto una nuova legislazione che avrebbe fornito chiarezza normativa alle criptovalute nel paese. L’exchange ha affermato che l’adozione di tutte queste leggi contribuirebbe ad aumentare la percezione del pubblico sulle criptovalute, migliorando nello specifico la “posizione di Bitcoin come rete finanziaria vitale e legittima”.

In aggiunta a ciò, lo scambio ha sottolineato che avrebbe sviluppato strumenti e garanzie per migliorare il proprio livello di conformità alle norme di sicurezza. La società ha sottolineato di aver avviato un nuovo processo di registrazione dell’account, che renderebbe più facile per i nuovi clienti trovare partner commerciali idonei. Ha inoltre informato i suoi clienti che avrebbe lavorato a un processo di verifica dell’identità più solido.

Un settore FinTech all-inclusive

Come affermato da LocalBitcoins, la regolamentazione della FIN-FSA migliorerà sicuramente la percezione pubblica delle criptovalute e delle organizzazioni legate alle criptovalute. Migliorerà anche la collaborazione tra organizzazioni basate su crittografia e fornitori di servizi finanziari tradizionali nel paese.

All’inizio di quest’anno, la piattaforma di notizie Bloomberg ha riferito che Parsos Oy, un portafoglio finlandese di criptovalute e fornitore di servizi, era sull’orlo del collasso dopo che varie banche secondo come riferito ha rifiutato per condurre affari con esso. Secondo il rapporto, diverse banche leader nel paese, tra cui il gruppo OP, Saastopankki, S-Bank e Nordea Bank AB, hanno chiuso i conti di Parsos Oy con loro, poiché erano preoccupati di condurre affari con una società nell’allora non regolamentata finlandese mercato delle criptovalute e la prospettiva di violare qualsiasi legge AML.

Il riconoscimento pubblico aiuterà ad arginare casi come questo e fornirà un quadro adeguato per le aziende in entrambi i settori in futuro.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map