Blockchain Publishing

L’editoria, come la maggior parte delle industrie dei media nell’era digitale, sta lottando per trovare un modo per ridefinirsi. Con più media che si spostano verso formati online ed elettronici, i modelli di distribuzione e ricavi tradizionali non stanno più tagliando il tutto, motivo per cui i sistemi blockchain stanno ricevendo molta attenzione da autori e creatori di contenuti.

Sebbene proposte diverse abbiano meccanismi diversi, l’idea centrale alla base di esse è che molte delle cose che fanno gli editori tradizionali, come la gestione del copyright e delle licenze, la distribuzione dei profitti e la facilitazione della collaborazione, potrebbero essere facilmente eseguite in modo meno centralizzato utilizzando contratti intelligenti e un record di blockchain.

Blockchain Publishing

Che cos’è la “pubblicazione” & Come potrebbe essere migliore?

Si possono pubblicare molte cose: libri, riviste, videogiochi, musica, software, app: l’atto di “pubblicare” qualcosa in pratica significa semplicemente prendere un prodotto creato, prepararlo e renderlo disponibile per il consumo. Se parli del settore dell’editoria, in genere parli della distribuzione dei supporti di stampa, sebbene molti dei miglioramenti che potrebbero essere applicati alla pubblicazione cartacea potrebbero facilmente mappare ad altri campi che si occupano di proprietà intellettuale, distribuzione dei media, lavoro collaborativo , compartecipazione alle entrate, eccetera. Per mantenere le cose semplici, tuttavia, parleremo principalmente di media stampati tradizionalmente, come libri, riviste accademiche e giornali. Ci sono alcune cose importanti che le soluzioni blockchain stanno cercando di affrontare qui:

  • Proprietà intellettuale / gestione dei diritti d’autore
  • Modelli di entrate (guadagno) e distribuzione dei ricavi (condivisione del denaro)
  • Processi di produzione e collaborazione più efficienti

Proprietà intellettuale / Gestione del copyright

La gestione dei diritti d’autore è un grosso problema nel settore dei media e la tecnologia blockchain probabilmente non ce la farà un intero campo del diritto obsoleto. Ci saranno sempre molte questioni su chi ha il diritto di pubblicare determinate cose e cosa costituisce una violazione della proprietà intellettuale, ma se c’è una cosa che i blockchain sono bravi in ​​questo, è tenere traccia di ciò che possiede. La maggior parte dei progetti blockchain orientati all’editoria sta spingendo un monitoraggio del copyright più efficiente e automatizzato e un controllo diretto dell’autore sulla politica del copyright come caso d’uso principale.

Modelli e distribuzione dei ricavi

La gente non scriverebbe tutti questi libri senza che prima o poi ci siano coinvolti soldi. Gli accademici sono un’eccezione, però: molti passano anni a lavorare su articoli che finiscono in riviste altamente redditizie senza alcun pagamento a parte un po ‘più di capitale professionale e presumibilmente un sentimento di soddisfazione, ma le blockchain stanno lavorando anche su quello. Gli editori di libri hanno lottato per un po ‘con e-book a basso prezzo e costi generali elevati, e i modelli di entrate basati su annunci / abbonamenti per giornali e riviste hanno ottenuto risultati contrastanti. I tempi sono duri ovunque, ma anche se Internet non è stato eccezionale per i gatekeeper istituzionali, sta abilitando nuovi modelli potenzialmente basati su blockchain.

Processi di produzione / collaborazione

La pubblicazione non è così laboriosa come una volta (un singolo autore dedicato può ora pubblicare il proprio libro se lo desidera), ma portare sul mercato prodotti di alta qualità richiede ancora che molte persone si uniscano e partecipino nella creazione, modifica, design, marketing, gestione, stampa e altro ancora. Tradizionalmente, tutto questo è stato gestito da grandi case editrici che possono permettersi di fare tutte queste cose su larga scala, ma gli strumenti di collaborazione online combinati con i contratti intelligenti blockchain offrono una soluzione meno centralizzata che può consentire di monitorare e pagare il lavoro senza aver bisogno di qualcuno nel mezzo che faccia il lavoro di gambe.

Bookchain: pubblicazione di e-book user-friendly & Distribuzione

Oltre ad avere un nome piuttosto intelligente, questo progetto dall’avvio di Montreal Scenarex seleziona la maggior parte delle caselle nell’elenco dei desideri della catena di pubblicazione. Consente agli autori il controllo completo sul processo di pubblicazione, offre loro una suite completa di analisi per monitorare la portata e l’impatto del loro libro, semplifica le attribuzioni e la distribuzione delle royalty e consente la rivendita di ebook. Ogni file del libro viene inoltre fornito con un contratto intelligente contenente i parametri dell’autore, come prezzo, numero di copie disponibili, royalty, autorizzazioni di rivendita, ecc..

Bookchain

Ci sono piccole commissioni di rete, inclusa una tariffa per il gas, poiché Bookchain funziona sulla rete Ethereum, ma gli utenti non devono avere alcuna familiarità con la criptovaluta o le blockchain per acquistare e scaricare un libro. Sebbene il sistema funzioni sulla blockchain, supporta il pagamento in valuta fiat. È progettato per essere user-friendly sia per l’utente che per l’editore, il che è un passo importante per qualsiasi progetto blockchain che sta cercando di farlo effettivamente nel mercato generale.

Publica: Book ICOs

Molti autori dipendono dai progressi dei loro editori per sostenerli finanziariamente mentre svolgono tutto il lavoro iniziale di creare effettivamente un libro. Publica mira a raccogliere questo processo in crowdsourcing e inserirlo nella blockchain insieme a una rete di distribuzione e una piattaforma di e-book generale. Gli autori che utilizzano la piattaforma possono impostare ICO per i loro libri vendendo token a determinati prezzi e utilizzando i proventi di queste vendite di token per completare il loro progetto.

Publica

Una volta pubblicato il libro, in un modello simile a Kickstarter, i sostenitori riceveranno le loro copie del libro e il team dell’autore / pubblicazione continuerà a raccogliere le royalty sulle vendite future. I libri stessi saranno tokenizzati e archiviati nei portafogli dei lettori, dando loro la piena proprietà, inclusa la possibilità di rivendita, anche se l’autore riceverà parte dei proventi ogni volta che il loro libro viene rivenduto, il che significa che lo sviluppo di un mercato secondario non colpirà l’autore troppo duro.

Orvium: Fixing Academic Publishing

L’editoria accademica è un’industria strana. Le riviste non pagano gli autori per il loro lavoro, ma se qualcuno vuole leggere la rivista, è meglio sperare di avere accesso a una biblioteca universitaria ben finanziata. Allo stesso tempo, i ricercatori non hanno molta scelta: se non pubblicano articoli in quelle riviste, avranno difficoltà a far avanzare la loro carriera. La conclusione è che gli editori accademici possono guadagnare un sacco di soldi non pagando i loro autori e chiedendo quote di abbonamento esorbitanti dalle biblioteche universitarie che hanno bisogno di mantenere le loro scuole aggiornate con le ultime ricerche.

Orvium

Orvium, fondata da ex dipendenti del CERN e della NASA, sta cercando di inserire il processo di pubblicazione accademica sulla blockchain. Il processo di revisione tra pari rimarrà in vigore poiché questa è una parte importante per garantire che la ricerca accademica sia affidabile, ma i revisori possono fissare i prezzi per i loro servizi. A loro volta, gli autori possono decidere se vogliono far pagare l’accesso al loro lavoro, o se vogliono renderlo completamente open-source.

Orvium stesso sarà completamente gratuito per chiunque possa accedervi: un quadro accademico per la condivisione di idee con strumenti per il coordinamento della ricerca, il finanziamento, la creazione di premi e molti altri aspetti della ricerca accademica che sono attualmente controllati da istituzioni altamente centralizzate. La ricerca, i dati e le licenze saranno sotto il pieno controllo degli autori, ma la piattaforma pone anche l’accento sulla trasparenza, monitorando l’intero ciclo di vita di ogni manoscritto, dalla presentazione alla revisione alle licenze e alle citazioni.

Po.et: monitoraggio dei media digitali

Poeta non è esclusivamente una blockchain di pubblicazione, ma piuttosto si concentra sulla creazione di un formato di metadati comune che può essere utilizzato come registro universale per opere digitali creative. Ogni risorsa digitale caricata sul marketplace Po.et ottiene la propria “Prova di esistenza” che funge da certificato di proprietà dell’autore. È possibile accedere a questo certificato dagli editori tramite l’API “Frost” di Po.et, che consente loro di vedere tutti i dati che l’autore consente loro di visualizzare, come l’origine di un’opera, i termini di licenza e l’autenticità.

Po.et Guide

Le prove dell’esistenza possono essere applicate praticamente a qualsiasi media digitale, dagli articoli di giornale ai video, rendendolo un modo molto più semplificato per gestire la proprietà dei contenuti digitali rispetto a molte delle attuali soluzioni centralizzate, che dipendono dai creatori di contenuti per gestire gli account su diversi servizi al fine di distribuire e concedere in licenza diversi tipi di media.

Abbiamo trattato Po.et in modo più dettagliato qui.

Altri progetti interessanti:

Come da norma nello spazio blockchain, ci sono troppe idee interessanti per dare sufficiente attenzione a ognuna di esse, ma ci sono certamente progetti che meritano una menzione accanto al campione rappresentativo sopra:

  • Civile: Un sistema di giornalismo online basato su Ethereum progettato non solo per rendere la pubblicazione online economicamente sostenibile, ma per mantenere standard giornalistici elevati nel suo ecosistema di redazioni indipendenti. C’è stato molto clamore intorno a questo, ma si ritiene che la tecnologia sia troppo complicata e una svendita pasticciata ha eroso parte della tendenza rialzista intorno al progetto, sebbene sia ancora in fase di ricostruzione.
  • Steem: L’esperimento più noto con un modello di pubblicazione basato su blockchain, in cui autori e curatori vengono premiati con criptovaluta in base ai loro contributi.
  • Token di attenzione di base: Un progetto blockchain pubblicitario inteso a valutare l’attenzione degli utenti e distribuire annunci e ricavi pubblicitari in modo più privato.
  • Amino Pay: Un sistema pubblicitario online basato su blockchain che rende le entrate pubblicitarie più gestibili e trasparenti.
  • TokenPost / PUBLISH: Un sistema di pubblicazione end-to-end basato su NEM e costruito principalmente per i mezzi di informazione, incentrato su strumenti multimediali moderni e redditività economica.

Le blockchain sono anche per Word Nerds

Un dipartimento di inglese potrebbe essere l’ultimo posto in cui ti aspetteresti di sentire la discussione sulla tecnologia blockchain, ma il fatto che abbia ispirato un ecosistema così ricco di idee e progetti dimostra il contrario. Essere equamente pagati e assicurarsi che il tuo lavoro rimanga tuo sono problemi di base che sono diventati una lotta per molti nella comunità creativa, e le blockchain hanno il potenziale per mitigare almeno parzialmente questi problemi.

Il più grande ostacolo qui, tuttavia, è che la sovrapposizione tra le persone che sono a proprio agio con la tecnologia blockchain e le persone che lavorano con le parole per vivere non è particolarmente enorme.

Questo è un problema che riecheggia nella maggior parte dello spazio blockchain: le persone non lo usano perché è più difficile delle alternative. Qualsiasi soluzione che abbia successo, quindi, dovrà essere sufficientemente snella per accogliere una base di utenti tradizionalmente non tecnologici.

C’è chiaramente una fame là fuori di qualcosa di meglio, qualcosa che possa rendere più efficiente il processo di creazione, distribuzione e gestione dei contenuti, collegando creatori e consumatori in modo più diretto.

Come in tanti altri settori, l’idea di blockchain sembra aver rilasciato un’ondata di energia creativa e, in quanto industria già in fase digitale, l’editoria sembra matura per il cambiamento.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me