Il tribunale assume il controllo di 21 milioni di dollari nella controversia tra Bank e QuadrigaCX Exchange

Recensione QuadrigaCX

Un giudice ha stabilito che i 21,6 milioni di dollari che sono stati alla base di una controversia tra una banca canadese e uno scambio di criptovaluta saranno consegnati alla Corte Superiore dell’Ontario, secondo un documento del tribunale. QuadrigaCX, il più grande scambio di criptovalute in Canada, che ha avuto accesso a $ 21,6 milioni nel suo conto aziendale negato dalla Canadian Imperial Bank of Commerce (CIBC) nel gennaio 2018. La banca ha anche congelato i conti di Custodian Inc., il processore di pagamento impiegato dalla borsa circa lo stesso.

Recensione QuadrigaCX

Proprietà dei fondi

Lo scorso dicembre, CIBC ha riferito che i conti di Custodian Inc. hanno assistito a un’impennata dell’attività, con 388 individui che hanno depositato $ 51,8 milioni tra il 4 dicembre 2017 e il 20 febbraio 2018. Parte del denaro è stato alla fine ritirato, con circa $ 21,6 milioni rimasti.

Rapporti di The Globe e Mail ha rivelato che CIBC ha congelato i conti, perché la Banca non è stato in grado di accertare i reali proprietari dei fondi, prima di chiedere al tribunale di prendere possesso dei fondi nel frattempo. La banca ha anche chiesto al tribunale di stabilire i legittimi proprietari dei fondi tra Custodian Inc. e un totale di 388 individui che hanno effettuato depositi in borsa per l’acquisto di criptovalute. Tuttavia, QuadrigaCX ha continuato a ipotizzare che una grossa fetta dei fondi in contesa appartenesse allo scambio e che la banca avesse sbagliato a congelare i suoi conti.

Secondo un documento del tribunale, la piattaforma di trading ha esortato il tribunale a non cedere alle pretese della banca, affermando che non erano altro che congetture invidiose e non verificate che le transazioni erano discutibili.

QuadrigaCX ritiene che la CIBC abbia deciso di congelare deliberatamente i fondi dei propri clienti. Lo scambio ha anche accusato la banca di cercare mezzi diversi e illegali per prolungare ulteriormente la loro capacità di detenere questi fondi mentre cercava anche di compiere un’azione che inizialmente non avrebbe dovuto sembrare razionale..

Adozione di Bitcoin

La società ha informato i suoi clienti via e-mail che varie banche canadesi avevano collaborato per rendere difficili le sue operazioni limitando i suoi sforzi per accedere ai fondi disponibili nei suoi conti di risparmio. Affermava che la gang doveva impedire l’adozione mainstream di Bitcoin e altre criptovalute da parte di vari attori dell’economia canadese.

In una sentenza del tribunale emessa il 9 novembre, il giudice Glenn Hainey della Corte Superiore dell’Ontario ha confermato la posizione della CIBC secondo cui i proprietari dei fondi non sono chiari. Il giudice ha ordinato che il i soldi deve essere trasferito dalla banca al ragioniere della Corte Superiore in modo che il tribunale possa risalire a chi possiede il denaro. Tuttavia, il giudice ha anche rifiutato di dichiarare se le azioni della banca nel congelamento dei conti fossero improprie.

Il giudice Hainey ha dichiarato nel documento del tribunale:

“Gli intervistati affermano che CIBC ha congelato ingiustamente i conti. Non sono in grado su questo record di prendere alcuna decisione in merito alla possibile responsabilità di CIBC per ciò. Di conseguenza, sarebbe inappropriato per me estinguere qualsiasi responsabilità che CIBC potrebbe avere per il congelamento dei conti in assenza di una documentazione probatoria che stabilisca che CIBC non ha alcuna responsabilità. “

La decisione della banca di congelare i fondi dello scambio non ha influito molto sullo scambio, poiché la decisione ha interessato meno dell’1% dei clienti dello scambio.

Gerald Cotten, amministratore delegato di QuadrigaCX, ha dichiarato in una corrispondenza e-mail con un’agenzia di stampa locale che il ritmo con cui si sta muovendo la questione lo ha “soddisfatto” ed è ottimista sul fatto che la questione verrà risolta prima del turno del anno.

Cotten ha anche aggiunto:

“Ancora più importante, la corte non si è ancora pronunciata sul fatto che la CIBC abbia agito in modo appropriato nel congelare i fondi in primo luogo. Per quanto riguarda questo punto, stiamo valutando i nostri prossimi passi. “

Questa controversia è l’ultima di un’ondata di indagini su “investimenti senza scrupoli in criptovaluta” da parte delle autorità di regolamentazione negli Stati Uniti e in Canada quest’anno. Nell’ambito dell ‘”Operazione Cryptosweep”, che è stata avviata dalla North American Securities Administration Association (NASA), a maggio sono state aperte ben oltre 70 indagini e da allora ne sono arrivate altre.

Julie Mix McPeak, Commissario per il Dipartimento del Commercio e delle Assicurazioni del Tennessee (TCDI), ha dichiarato:

“Le attività fraudolente che coinvolgono gli ICO e gli investimenti in criptovaluta rappresentano una grave minaccia per i nostri investitori di Main Street. I Cryptocriminals devono sapere che ci impegniamo a proteggere gli investitori dalle truffe che coinvolgono questi investimenti “.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map