Bitcoin Hodling supera $ 500 milioni al giorno con l’avvicinarsi del dimezzamento

Bitcoin

Secondo quanto riferito, i proprietari di Bitcoin (BTC) stanno aumentando il loro hodling BTC a lungo termine con l’evento di dimezzamento della ricompensa del blocco a poche settimane di distanza.

Gli scambi di criptovalute stanno assistendo a massicci deflussi poiché i sostenitori della crittografia si aspettano che il dimezzamento dia il via a un altro ciclo rialzista per la criptovaluta al primo posto per capitalizzazione di mercato.

I giganti del mining di bitcoin stanno anche cercando di aumentare la loro efficienza operativa con un hardware chipset migliorato che fornisce più potenza hash per watt di elettricità. Tuttavia, alcuni esperti prevedono che la riduzione dei sussidi per la ricompensa dei blocchi avrà un impatto negativo sui profitti degli operatori più piccoli costringendoli a uscire dal mercato.

Bitcoin Hodling Moons come dimezzamento si avvicina

Secondo dati dalla piattaforma di monitoraggio crittografico Glassnode, i proprietari di Bitcoin con posizioni a lungo termine stanno aggiungendo oltre 75.000 BTC (circa $ 530 milioni) alle loro partecipazioni al giorno.

Questa tendenza rappresenta il massimo storico per l’hodling giornaliero di BTC, segnalando un crescente appetito degli investitori per la criptovaluta al primo posto, in particolare con il prossimo evento di dimezzamento.

#Bitcoin La variazione della posizione netta di HODLer è cresciuta quotidianamente dalla fine di marzo e ora sta raggiungendo i massimi annuali.

Gli investitori a lungo termine stanno aumentando le loro posizioni e stanno accumulando di più $ BTC ogni giorno.https://t.co/nPqBsr1QTd pic.twitter.com/KRCkEQ3NaD

– glassnode (@glassnode) 22 aprile 2020

Questa particolare metrica – la posizione netta di Hodler – è nota per indicare la direzione degli investitori a lungo termine durante i cicli rialzisti e ribassisti.

Nei mercati rialzisti, quando il prezzo del Bitcoin continua su una significativa traiettoria al rialzo, la metrica ha mostrato enormi incassi mentre nei mercati ribassisti, c’è stata una corsa per “comprare il calo”, nell’aspettativa di un’altra futura performance di prezzo positiva.

La posizione netta di Hodler che indica un massiccio accumulo di BTC è l’ultima indicazione dei proprietari di Bitcoin che scelgono di mantenere la criptovaluta in attesa di guadagni significativi dopo l’halving di maggio 2020. Gli altri due dimezzamenti di Bitcoin sono stati un precursore del prezzo di BTC che ha raggiunto un nuovo massimo storico.

Anche gli scambi di criptovaluta stanno vedendo massicci prelievi poiché i titolari di BTC sembrano voler mantenere la loro scorta di Bitcoin nei loro portafogli. Dopo il dimezzamento, l’inflazione dell’offerta scende dal 3,72% all’1,79% causando una riduzione della metà dell’offerta giornaliera di Bitcoin da 1.800 BTC a 900 BTC.

Con un hodling così su larga scala, lo shock dell’offerta creato dalla riduzione dei sussidi per i blocchi farà sì che l’offerta superi di gran lunga la domanda, innescando così un significativo aumento dei prezzi per Bitcoin.

Bitcoin sta attualmente organizzando un altro assalto a rimanere al di sopra del prezzo di $ 7.000. I tentativi precedenti hanno visto rifiutare la criptovaluta tra le zone di resistenza da $ 7.100 e $ 7.500.

L’attuale lotta sui prezzi di BTC sembra essere il seguito degli eventi del “giovedì nero” (12 marzo 2020), quando Bitcoin è sceso a $ 3.800, un giorno segnato dal panico anche nei mercati finanziari più ampi.

Il dimezzamento potrebbe far uscire i minatori dal mercato

Con il dimezzamento previsto per maggio, i giganti del mining come Bitmain e MicroBT stanno acquisendo hardware più sofisticato per tenere conto della carenza di forniture che seguirà l’evento. Secondo quanto riferito, questi aggiornamenti vantano una maggiore efficienza in termini di fabbisogno energetico ridotto e capacità di calcolo più rapida.

Mentre i colossi minerari come Bitmain possono permettersi di migliorare il proprio hardware, i pool di mining più piccoli potrebbero essere costretti a uscire dal mercato una volta che la ricompensa del blocco scende da 12,5 BTC a 6,25 BTC. La ridotta produzione di rete dovuta al calo dell’inflazione potrebbe rendere questi minatori più piccoli incapaci di raggiungere il pareggio.

Nel frattempo, le attuali tendenze nei fondamentali della rete vedono il tasso di hash Bitcoin riprendersi dal crollo di fine marzo. All’epoca, il tasso di hash di Bitcoin è sceso di oltre il 45% poiché alcuni miner sono usciti dalla blockchain in seguito al flash crash delle due settimane precedenti.

Questo calo del tasso di hash ha portato al secondo più grande aggiustamento della difficoltà al ribasso per Bitcoin poiché la difficoltà di mining è scesa di circa il 16%.

Tuttavia, l’attuale tasso di hash Bitcoin ha quasi cancellato il calo soprattutto a seguito dell’afflusso di nodi dalle catene Bitcoin Cash (BCH) e Bitcoin SV (BSV). Sia BCH che BSV hanno visto i loro dimezzamenti avvenire più di un mese prima di BTC, costringendo alcuni miner a spostare il loro potere di hashing sulla catena Bitcoin.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map