Galaxy Digital

Quando Mike Novogratz, un ex investitore istituzionale, ha gettato il suo peso dietro una nuova società di crittografia, Galaxy Digital Holdings Ltd., molti pensavano che fosse in anticipo sulla curva. Ma secondo i discorsi finanziari pubblicati di recente, la società, che è descritta come una banca d’affari multiforme di criptovalute, non ha fatto troppo caldo.

Galaxy Digital

Galaxy Digital non si sta surriscaldando

La quotazione di Galaxy Digital alla Borsa di Toronto (TSXV) lo scorso anno è stata probabilmente un’arma a doppio taglio. Sebbene la quotazione di Galaxy Digital sui mercati aperti le abbia consentito di ottenere un serio sostegno finanziario da un pubblico pubblico e di acquisire influenza, da allora l’azienda è stata incaricata di divulgare adeguatamente i propri dati finanziari. In un comunicato stampa pubblicato lunedì, la società con sede a New York ha presentato i risultati finanziari per il quarto trimestre e, quindi, per l’intero anno fiscale 2018.

Sebbene Galaxy abbia effettuato investimenti significativi nel quarto trimestre, investendo milioni in BitGo, Bakkt, Galaxy EOS VC, tra gli altri, ha perso $ 97 milioni nello stesso lasso di tempo, rispetto alla perdita di $ 76,7 milioni registrata nel terzo trimestre. Secondo il deposito, gran parte di questa perdita può essere attribuita alle sue principali attività di investimento e trading, presumibilmente a causa del fatto che novembre e dicembre hanno visto Bitcoin e altre criptovalute scendere a nuovi minimi, molto al di sotto di quanto sospettava la maggior parte degli analisti..

Riassumendo, l’azienda, apparentemente finanziata principalmente dalla ricchezza di Novogratz, il 20% della quale è presumibilmente in Bitcoin ed Ethereum, ha perso $ 272,7 milioni in tutto il 2018. Ouch. Come osserva il deposito, molte di queste perdite sono state sostenute a causa della vendita di criptovaluta o di perdite cartacee, suggerendo che l’azienda ha ancora molte risorse digitali in riserva. Potrebbe essere vero. I dati hanno rivelato che alla fine del quarto trimestre, Galaxy presiedeva a 9.724 Bitcoin, 94.525 Ethereum, 2.4 milioni di EOS e 60.227 Monero, una somma che ammonta a poco meno di $ 50 milioni..

Nonostante tutto questo, Galaxy non se la cava così male. Il rapporto finanziario ha rivelato che alla fine del quarto trimestre, Galaxy possedeva ancora $ 350 milioni di asset, metà dei quali erano azioni / partecipazioni in importanti startup del settore. E a parte gli aspetti finanziari, lo stesso Novogratz, che in precedenza aveva lavorato come partner presso Goldman Sachs, è rimasto piuttosto allegro. Secondo il suddetto comunicato stampa, ha dichiarato:

“Anche se il 2018 è stato un anno impegnativo per il settore, sono soddisfatto del modo in cui il nostro team ha gestito le difficili dinamiche di mercato e credo che siamo ben posizionati per ridimensionare strategicamente la nostra attività nel tempo. Abbiamo utilizzato la nostra posizione capitalizzata sia per identificare che per investire in una serie di opportunità uniche, continuando anche a costruire una piattaforma di qualità istituzionale “.

L’ex Wall Streeter aggiunge che i dati finanziari non hanno mostrato il “notevole aumento di attività nelle” attività di Galaxy nella prima parte del 2019, il che presumibilmente darà lo slancio all’impresa per andare avanti a testa alta.

Novogratz è ancora decisamente rialzista su Bitcoin

A parte le prestazioni finanziarie poco brillanti della sua azienda, Novogratz sembra ancora essere decisamente ottimista sul futuro di Bitcoin e altre risorse digitali. In un tweet pubblicato all’inizio di febbraio, l’investitore ha osservato che, sebbene non si aspetti che il mercato delle criptovalute si diriga verso nord nell’immediato futuro, è probabile che le istituzioni arrivino in questo ecosistema come risultato delle “tonnellate di attività sotto il cappuccio.”

Capendo di aver twittato sulle criptovalute da un po ‘ È una fatica. Non credo che ci dirigeremo a nord per almeno qualche altro mese. Occorre sempre più tempo affinché le istituzioni si trasferiscano. Molto fiducioso lo faranno. Tonnellate di attività sotto il cofano. Mantenere la rotta.

– Michael Novogratz (@novogratz) 1 febbraio 2019

Sulla questione del Bitcoin in particolare, l’investitore ha notato di essere inequivocabilmente sicuro che BTC diventerà oro digitale. Come riportato da Blockonomi in precedenza, Novogratz ha affermato che proprio come ogni elemento della tavola periodica corrisponde a un numero atomico, Bitcoin è l’unica riserva di valore praticabile nel panorama delle criptovalute. Nota semplicemente che le regole economiche di Bitcoin e le sue caratteristiche, vale a dire il limite di offerta di 21 milioni di monete garantito matematicamente, la curva di emissione deflazionistica e la capacità di essere diviso e inviato in tutto il mondo, lo hanno convinto che sia un fenomeno monetario pronto a cambiare il mondo.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me