Facebook LIbra

David Marcus, il co-creatore di Libra, ha rivelato nuovi aggiornamenti al white paper del progetto mentre l’Associazione cerca di superare gli ostacoli normativi nel lancio della piattaforma di pagamento.

Fin dalla sua nascita, il progetto sui pagamenti digitali ha attirato un flusso costante di critiche da parte delle autorità di regolamentazione e dei funzionari governativi di tutto il mondo con alcune organizzazioni che chiedono persino misure per regolamentare strettamente le stablecoin globali.

Paesi come la Cina hanno anche portato avanti i piani per lanciare la propria valuta digitale sovrana in risposta al progetto Libra di Facebook con rapporti di test già in corso in quattro città in tutto il paese. Le parti interessate in Asia Pacifico, Europa e Stati Uniti chiedono inoltre alle rispettive banche centrali di iniziare a lavorare sulle modalità per le proprie valute digitali della banca centrale (CBDC).

Libra utilizzerà Stablecoin a valuta singola e Libra Coin

Tweeting giovedì (16 aprile 2020), il capo della Bilancia ha rivelato alcune modifiche apportate al progetto dall’uscita del suo white paper a metà 2019. Un estratto dal thread di Twitter che descrive in dettaglio gli aggiornamenti più significativi si legge:

“La creazione di stablecoin a valuta unica, ad es. ≋USD, ≋EUR, ≋GBP, oltre a Libra Coin (≋LBR), che ora sarà uno smart contract Move che “unisce” insieme i pesi nominali fissi delle stablecoin sottostanti. “

Le evoluzioni più importanti sono:

a) la creazione di stablecoin a moneta unica, ad es. ≋USD, ≋EUR, ≋GBP, oltre a Libra Coin (≋LBR), che ora sarà uno smart contract Move che “unisce” pesi nominali fissi delle stablecoin sottostanti. 3/8

– David Marcus (@davidmarcus) 16 aprile 2020

Il piano originale Libra era una singola moneta Bilancia sostenuta da un paniere di valute legali detenute in conti bancari. Le autorità di regolamentazione del governo hanno accusato questo modello di avere il potenziale per porre seri rischi alla capacità dei paesi di dettare le proprie politiche monetarie.

La nuova infrastruttura operativa riduce in modo significativo la flessibilità della tokenomica di Libra, prevenendo casi di “nuova creazione di denaro”, come dettagliato nel seguente estratto dal carta bianca:

“Ogni stablecoin a valuta unica sarà supportata da una riserva di contanti o equivalenti di liquidità e titoli di stato a brevissimo termine denominati in quella valuta ed emessi dal paese di origine di quella valuta. Le stablecoin a valuta unica verranno coniate e bruciate solo in risposta alla domanda del mercato per quella moneta. A causa del sostegno 1: 1 di ciascuna moneta, questo approccio non comporterebbe la creazione di nuova moneta netta “.

Marcus ha anche rivelato che il progetto stava rafforzando i suoi protocolli antiriciclaggio (AML) per essere più in linea con gli standard finanziari internazionali. Inoltre, il capo della Bilancia ha rivelato che il finanziamento di Facebook per il progetto è stato diluito a meno del 10%.

Già nel 2019, diverse personalità del governo hanno identificato il ruolo di Facebook nell’associazione Libra come un potenziale problema data la portata globale del gigante dei social media. A metà ottobre 2019, l’Associazione Libra è stata inaugurata con 21 membri fondatori, tra cui Coinbase, Andreessen Horowitz e Uber.

Regolatori in arrivo dopo gli Stablecoin

Prima dell’inaugurazione, molti dei primi sostenitori come PayPal hanno abbandonato l’Associazione Libra a seguito delle reazioni negative dei regolatori. Come riportato in precedenza da Blockonomi, il CEO di Ripple Brad Garlinghouse ha osservato nell’ottobre 2019 che Libra avrà difficoltà a lanciarsi nei prossimi tre anni.

La modifica di Libra al suo quadro operativo arriva in un momento in cui le autorità di regolamentazione stanno concentrando maggiore attenzione sui progetti globali di stablecoin. Solo nell’aprile 2020, il Parlamento europeo e il Consiglio per la stabilità finanziaria (FSB) del G20 hanno pubblicato rapporti che chiedono una maggiore sorveglianza delle stablecoin.

Per l’FSB, un approccio unificato alla regolamentazione delle stablecoin deve sostituire l’attuale mosaico di leggi in diverse giurisdizioni per prevenire l’emergere di arbitraggio normativo che può essere sfruttato da attori canaglia.

Nel frattempo, secondo quanto riferito, la Cina sta entrando nella fase di test della sua proposta di CBDC. La corsa allo sviluppo delle valute digitali della banca centrale sovrana è stata anche un’altra ricaduta dell’emergere di Libra.

I progressi della Cina sul fronte CBDC hanno anche causato onde d’urto tra le altre principali economie e blocchi geopolitici. I legislatori in Giappone stanno sostenendo la necessità di uno yen criptato in risposta allo yuan digitale cinese mentre la Federal Reserve degli Stati Uniti afferma che sono in corso discussioni sulla possibilità di un dollaro digitale.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me