Profilo di Warren Buffett

Quando Warren Buffett parla di soldi, le persone tendono ad ascoltare. Le credenziali dell’87enne sono in buon ordine. L ‘”Oracle of Omaha” è il presidente e il maggiore azionista della holding multinazionale Berkshire Hathaway dal 1970. Ha un valore di quasi 83 miliardi di dollari, il che lo rende il terzo essere umano più ricco del pianeta a partire da febbraio 2018. Raramente è fuori dei primi cinque. È stato per breve tempo l’uomo più ricco del mondo nel 2008, sorpassando e successivamente superato dal fondatore di Microsoft Bill Gates l’anno successivo.

Eppure Buffett ha attirato critiche sostanziali per il suo pooh-poohing di Bitcoin. Senza mezzi termini, l’investitore del mago miliardario ha definito Bitcoin una truffa e ha profetizzato la sua fine ingloriosa. Solo il tempo dirà se le previsioni di Oracle sono corrette, o – come affermano alcuni critici – è solo un po ‘aspro di non aver visto Bitcoin arrivare.

Profilo di Warren Buffett

Primi anni di vita e carriera

Warren Buffett proviene da Omaha, Nebraska, e Omaha ospita ancora il quartier generale del Berkshire Hathaway. Figlio di un membro del Congresso, Buffett ha iniziato presto la sua carriera imprenditoriale. Secondo quanto riferito, una delle sue prime iniziative imprenditoriali ha comportato l’acquisto di sei confezioni di soda dal negozio di articoli vari di suo nonno e la vendita delle bottiglie per cinque centesimi l’uno – concedendogli una monetina di profitto per ogni confezione da sei acquistata.

Ha acquistato il suo primo titolo a 11 anni: tre azioni di CitiesService Preferred per $ 38 per azione. Ha venduto le azioni a $ 40 per azione e poi è rimasto deluso nello scoprire che presto sarebbero state vendute a $ 200 per azione. Questo presumibilmente era l’evento formativo della sua strategia di investimento principale, riassunto nella sua ormai famosa citazione: “Il mercato azionario è un dispositivo per trasferire denaro dall’impaziente al paziente”.

Buffett ha studiato in diverse università prima di finire alla Columbia University e incontrare Ben Graham, l’investitore di Crash dopo il 1929. Graham sarebbe diventato Il mentore di Buffett negli anni a venire, sebbene le loro filosofie di investimento fossero in netto contrasto tra loro. Sopravvissuto alla Grande Depressione, Graham si è concentrato su società che non correvano rischi. Buffett ha cercato di comprendere completamente il funzionamento interno di un’azienda, facendo la sua valutazione del rischio in base al potenziale dell’azienda. Alla fine, Buffett ha liquidato il considerevole portafoglio che aveva accumulato, mantenendo solo poche partecipazioni simboliche, tra cui i semi di Berkshire Hathaway.

Il giovane Warren Buffett

Un giovane Warren Buffet, immagine da Youtube

Oggi, Berkshire Hathaway a titolo definitivo possiede una sfilza di nomi di società familiari, tra cui: Dairy Queen, Fruit of the Loom, GEICO, BNSF Railway e Pampered Chef. Possiede anche porzioni significative di Kraft Heinz Company, American Express, Wells Fargo, Coca-Cola, Apple e Bank of America.

Buffett è stato a lungo un punto fermo della Casa Bianca, l’ultimo incontro con il presidente Barack Obama per una guida economica e il sostegno del fallito tentativo di Hillary Clinton per l’ufficio.

Buffett su Bitcoin

Buffett non è mai stato un grande sostenitore di Bitcoin. All’inizio del 2018, ha ribadito la sua avversione per gli investitori in criptovaluta in diverse interviste di alto profilo con i principali organi di informazione.

Per Buffett, le criptovalute rappresentano una scommessa più che un buon investimento. È persino arrivato al punto di chiamare Bitcoin “probabilmente veleno per topi al quadrato “ in una riunione degli azionisti del Berkshire Hathaway.

Warren Buffett su Bitcoin

Warren Buffett, parla di Bitcoin CNBC

Inoltre, ha detto, è probabile che la criptovaluta finirà con un botto anziché con un fiasco.

“In termini di criptovalute, in generale, posso dire con quasi certezza che arriveranno a una brutta fine”, ha detto Buffett alla CNBC. “Se potessi acquistare una quotazione quinquennale su ognuna delle criptovalute, sarei felice di farlo, ma non mi metterei mai a corto di un centesimo.”

Queste previsioni hanno attirato molte ire dalla comunità delle criptovalute. Due principali contrappunti sono stati sollevati al punto di vista di Buffett sulla situazione. Il primo è che Buffett è semplicemente un guru finanziario di un’epoca diversa e la sua comprensione di Bitcoin è fortemente limitata. Il secondo è che Buffett comprende perfettamente le criptovalute. In effetti, li capisce così bene che si rende conto che sono una minaccia per le sue partecipazioni in una varietà di piattaforme bancarie tradizionali.

Vecchi soldi contro nuovi

Il venture capitalist Fred Wilson e Balaji Srinivasan, chief technology officer del popolare scambio fiat-to-crypto statunitense Coinbase, hanno rivolto i commenti di Buffett al Consenso 2018 evento a New York City.

“Chiamarlo ‘veleno per topi’, a me, suggerisce che non si sono presi il tempo di capire veramente cosa sta succedendo qui”, ha detto Wilson in un’intervista sul palco con il Wall Street Journal. “Se tutto ciò che pensi è una nuova classe di attività e qualcosa di nuovo che puoi scambiare, allora penso che arriverai a quella conclusione. Ma se capisci davvero che questa è un’innovazione fondamentale nella tecnologia di base per Internet che fornisce un sacco di nuove funzionalità che prima non esistevano, allora quello che vedo è come lo stack LAMP (toolkit di sviluppo web) o qualcosa del genere . Questo è uno stack completamente nuovo su cui costruiremo nuove applicazioni e i token sono solo il carburante che accende quello stack “.

Srinivasan ha aggiunto che Buffett potrebbe essere uno degli avversari di più alto profilo della criptovaluta, ma la sua visione è tutt’altro che monolitica. I leader di FMI e Goldman Sachs sono entrambi rialzisti su Bitcoin a lungo termine e Goldman Sachs ha preso provvedimenti per aprire il proprio scambio di criptovaluta.

Altri osservatori di mercato hanno indicato ulteriori commenti fatti da Buffett come prova che semplicemente non “ottiene” abbastanza criptovalute per avere un’opinione di investimento credibile nei loro confronti.

“Non ne possediamo nessuno, non siamo a corto di nessuno, non avremo mai una posizione in loro”, ha detto Buffett. “Mi metto abbastanza nei guai con le cose di cui penso di sapere qualcosa. Perché nel mondo dovrei prendere una posizione lunga o corta in qualcosa che non so? “

Una minaccia emergente

Almeno alcuni gli osservatori del mercato credono che i commenti di Buffett sono principalmente per lo spettacolo. L’uomo ha mostrato una notevole preveggenza di una carriera di investimento leggendaria e, sebbene in passato sia stato riluttante ad abbracciare le nuove tecnologie, è sempre riuscito ad adattarsi alle mutevoli condizioni di mercato, sostengono.

È molto più probabile, questi dicono gli osservatori, che Buffett comprende le criptovalute abbastanza bene da sapere che rappresenta una sfida per le istituzioni finanziarie tradizionali, che supporta Berkshire Hathaway attraverso le sue partecipazioni in Bank of America, Wells Fargo, American Express e altri.

Banche vs Bitcoin

Banche vs criptovaluta, immagine da Quanto

La capitalizzazione di mercato totale di Ethereum è simile per dimensioni a JP Morgan Stanley, mentre la capitalizzazione di mercato di Bitcoin è quasi uguale a quella di Bank of China. Gran parte del fervore contro la criptovaluta è alimentato dalla paura reale che le criptovalute mangino la quota di mercato delle banche ed eliminino la loro posizione di intermediario molto redditizio – un obiettivo dichiarato a titolo definitivo nel creatore di Bitcoin Satoshi Nakamoto Carta bitcoin.

“Ciò che serve è un sistema di pagamento elettronico basato su prove crittografiche anziché sulla fiducia, che consenta a due parti disposte di effettuare transazioni direttamente tra loro senza la necessità di una terza parte fidata”, ha scritto Nakamoto. “Le transazioni che sono computazionalmente impraticabili da annullare proteggerebbero i venditori dalle frodi e i meccanismi di deposito a garanzia di routine potrebbero essere facilmente implementati per proteggere gli acquirenti”.

Buffett: pertinente o arrugginito?

Probabilmente non sarà chiaro nella vita di Buffett se la criptovaluta è un boom o un crollo a lungo termine. Alcune tabelle di marcia crittografiche si estendono per decenni e Buffett è in attività da ben prima della seconda guerra mondiale. Le sue parole e la sua influenza nel settore bancario tradizionale, tuttavia, rimarranno probabilmente molto più a lungo dello stesso uomo d’affari. Resta da vedere se il suo “veleno per topi al quadrato” finirà per convalidare la sua eredità o datarla.

Riferimenti

  1. https://www.thebalance.com/warren-buffett-biography-356436
  2. http://www.businessinsider.com/lessons-warren-buffett-learned-from-benjamin-graham-2015-5
  3. http://www.businessinsider.com/facts-about-warren-buffett-2016-12
  4. https://www.cnbc.com/2018/05/05/warren-buffett-says-bitcoin-is-probably-rat-poison-squared.html
  5. https://bitcoinmagazine.com/articles/fred-wilson-explains-why-warren-buffett-doesnt-get-bitcoin/
  6. https://themerkle.com/are-gates-buffet-and-munger-all-threatened-by-bitcoin/
  7. https://howmuch.net/articles/banks-vs-cryptocurrencies
  8. https://bitcoin.org/en/bitcoin-paper
  9. https://www.nasdaq.com/quotes/institutional-portfolio/berkshire-hathaway-inc-54239

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me